FRANTUMAZIONE DI PIASTRE IN CALCESTRUZZO RINFORZATO

Pubblicato da admin · Pubblicato il 12/07/2017 · Aggiornato il 20 gennaio 2018

La presenza di deflessioni che eccedono l'ammissibile, indica una diminuzione della rigidità della struttura o la manifestazione di singoli difetti nascosti delle placche. Di seguito sono riportati i valori delle deviazioni ammissibili dei pavimenti prefabbricati in calcestruzzo degli edifici residenziali:

Elementi di pavimenti con soffitti piatti durante le campate, m:

Elementi di soffitto con soffitti a coste, m:

La deflessione delle lastre è vista visivamente non solo nella parte centrale del soffitto, ma anche lungo la linea di giunzione della piastra alle pareti portanti esterne o alle partizioni interne (specialmente nei casi in cui la lastra di pavimentazione secondo il progetto non inizia nella parete esterna).

IMPORTANTE. Se la sovrapposizione è fatta di lastre per pavimentazione, la deflessione irregolare dei singoli elementi provoca la distruzione delle giunture di riempimento della malta (ruggine).

Per identificare le cause della deformazione di sovrapposizione e la loro valutazione quantitativa, misurare le deflessioni delle piastre difettose, rilevare la presenza di crepe, la loro direzione e misurare la larghezza della loro divulgazione con la definizione della posizione del rinforzo di lavoro delle piastre e la resistenza delle solette in calcestruzzo.

Dopodiché, la superficie superiore delle piastre viene esaminata per identificare ulteriori carichi sul pavimento (in particolare per i solai delle soffitte) e le misurazioni ripetute vengono effettuate ogni sei mesi per determinare la dinamica dei loro cambiamenti. In questo caso, i punti sulle lastre, in cui sono state prese le misure, sono contrassegnati con la vernice e i loro segni sono messi sul diagramma.

L'aumento delle deflessioni, rivelato durante misurazioni ripetute, indica la necessità di rafforzare la sovrapposizione.

TIP. Quando si stabilizzano le deviazioni in alcuni casi è sufficiente eseguire una riparazione di finitura dei pavimenti con fessure di fughe.

Determinazione delle condizioni tecniche della lastra monolitica in relazione alla formazione delle deflessioni

introduzione

La base per il sondaggio.

Il tempo del sondaggio.

L'ispezione tecnica e tecnica dell'edificio è stata effettuata nel mese di febbraio 2018.

Lastra monolitica.

Articoli da esaminare.

Determinazione delle condizioni tecniche del solaio monolitico, in accordo con la joint venture 13-102-2003 "Norme per l'esame di strutture portanti di edifici e strutture".

Gli obiettivi del sondaggio sono:

  • determinazione della soluzione costruttiva della soletta;
  • rilevamento di difetti e danni alla soletta;
  • valutazione delle condizioni tecniche delle strutture;
  • determinazione dello schema di supporto della costruzione della piastra sulle colonne di supporto del diaframma;
  • determinazione della posizione delle fessure rispetto alle colonne portanti e alle pareti dei diaframmi nelle aree di supporto, nelle campate della piastra;
  • disegno di difetti sul piano-schema (redazione della dichiarazione difettosa);
  • determinazione dello schema progettuale della soletta;
  • determinazione delle dimensioni geometriche effettive della lastra e della campata della lastra tra le colonne portanti, i diaframmi, le pareti;
  • effettuare misurazioni della geometria della lastra per deviazioni dal piano orizzontale (deflessioni);
  • studio del metodo magnetico della posizione del rinforzo nella lastra, determinando la distanza tra le barre di rinforzo;
  • analisi della velocità e del tempo di propagazione degli ultrasuoni del calcestruzzo nella zona dei difetti e al di fuori della zona di difetti nella lastra;
  • Fotografare i difetti e la forma generale della piastra, i nodi che supportano la piastra sulle strutture di supporto;
  • classificazione del grado di danno alla piastra in conformità con GOST 31937-2011, in base all'indagine;
  • stesura di un rapporto tecnico finale sulla base dell'indagine, con una descrizione e classificazione dei difetti identificati, raccomandazioni per l'ulteriore funzionamento della lastra.

Complesso complesso di opere.

In base ai risultati del sondaggio, è stata elaborata una conclusione sulle condizioni tecniche delle strutture portanti del rivestimento dell'edificio, tra cui:

  • caratteristiche tecniche dell'oggetto di esame;
  • risultati del rilievo della progettazione della lastra
  • conclusioni e raccomandazioni sui risultati del sondaggio;
  • materiali fotografici;
  • rivista di esame strumentale con i risultati delle prove non distruttive della resistenza del calcestruzzo delle strutture edilizie, secondo GOST 18105-2010, i risultati delle misure di deflessione della pedana;
  • i risultati del lavoro per determinare la conformità del lavoro eseguito con la documentazione del progetto e i requisiti della documentazione normativa.
  • valutazione delle condizioni tecniche, classificazione dei difetti e determinazione della possibilità di funzionamento della piastra.

Supporto strumentale del sondaggio, metodi di prova.

La rilevazione dei parametri geometrici e delle caratteristiche di resistenza delle strutture è stata eseguita con i seguenti strumenti:

  • Nastro di misurazione di 5 metri di metallo.
  • Livello ottico
  • Telemetro laser.
  • Scanalatura - modello.
  • Linea di misurazione
  • Pinza.
  • Metal detector Bosh.
  • Dispositivo ad ultrasuoni per determinare la resistenza del calcestruzzo UKS MG-4.
  • Stabilizzatore di calcestruzzo POS-50 MG4.O.

La documentazione progettuale, esecutiva, operativa e di altro tipo utilizzata nel sondaggio.

Tutti i lavori sono stati eseguiti in conformità con GOST R 31937-2011 "Edifici e strutture. Regole di ispezione e monitoraggio delle condizioni tecniche "e SP 13-102-2003" Regole di ispezione delle strutture portanti di edifici e strutture ".

La classificazione delle condizioni tecniche delle strutture è data in accordo con GOST R 31937-2011, per la valutazione delle condizioni tecniche ci sono quattro categorie che caratterizzano lo stato delle strutture dell'edificio:

Condizioni tecniche standard: categoria di condizioni tecniche in cui i valori quantitativi e qualitativi dei parametri di tutti i criteri per la valutazione delle condizioni tecniche delle strutture e delle strutture dell'edificio, inclusa la condizione dei fondamenti, corrispondono ai valori specificati nella documentazione del progetto, tenendo conto dei limiti del loro cambiamento.

Condizioni tecniche operative: categoria di condizioni tecniche in cui alcuni dei parametri stimati da monitorare non soddisfano i requisiti del progetto o degli standard, ma le violazioni esistenti dei requisiti in specifiche condizioni operative non determinano malfunzionamenti e la capacità portante richiesta delle strutture e dei fondamenti della base, tenendo conto dell'influenza dell'esistente difetti e danni assicurati.

Condizioni tecniche ristrette: la categoria delle condizioni tecniche di una struttura edilizia o di un edificio e di una struttura nel suo insieme, inclusa la condizione dei fondamenti, in cui ci sono tacchi, difetti e danni che hanno portato a una diminuzione della capacità di carico, ma non vi è pericolo di distruzione improvvisa, perdita di stabilità o ribaltamento e il funzionamento delle strutture e il funzionamento di un edificio o di una struttura sono possibili attraverso il monitoraggio (monitoraggio) delle condizioni tecniche o adottando le misure necessarie di ripristino o rafforzamento delle strutture e (o) Base suolo e successivo monitoraggio di condizione tecnica (se necessario).

Condizione accidentale: la categoria delle condizioni tecniche di una struttura edilizia o di un edificio e di una struttura nel suo insieme, compresa la condizione dei terreni di fondazione, caratterizzata da danni e deformazioni, che indica l'esaurimento della capacità di carico e il pericolo di collasso e (o) caratterizzati da rotoli che possono causare una perdita di stabilità dell'oggetto.

  1. Tecnica di indagine

In conformità con GOST R 31937-2011, i lavori per l'ispezione dell'edificio sono stati eseguiti nei seguenti passaggi:

  • Preparazione per il sondaggio.

Questa fase include:

  • Raccolta e analisi del progetto archivistico disponibile e documentazione tecnica.
  • Ispezione visiva Questa fase include:
  • Ispezione di strutture edilizie.
  • Valutazione preliminare della categoria delle condizioni tecniche dell'edificio.
  • Fasi di esame fotografico
  • Esame dettagliato Questa fase include:
  • Implementazione di misure di strutture edilizie.
  • Determinazione della deflessione della placca.
  • Lo studio dei materiali di costruzione, determinazione della resistenza delle lastre in calcestruzzo.
  • Elaborazione camale Questa fase include:

In base ai risultati del sondaggio, viene elaborata una conclusione sulle condizioni tecniche delle strutture, tra cui:

  • caratteristiche tecniche dell'oggetto di esame;
  • costruzione dei risultati del sondaggio;
  • conclusioni e raccomandazioni;
  • materiali fotografici;
  1. Risultati della ricerca

1. Sovrapposizione interfloor.

1.1. Struttura del pavimento

Lastra monolitica in cemento armato di 140 mm di spessore. Il rinforzo di lavoro della lastra è costituito da reti di rinforzo, che sono disposte lungo il contorno superiore e inferiore del rinforzo della lastra.

Strato protettivo di cemento dal fondo della lastra alle aste 50mm. La distanza tra le griglie di rinforzo superiore e inferiore è 100 mm. Calcestruzzo di classe di progettazione B15.

La rete di rinforzo inferiore è costituita da barre di rinforzo con un diametro di 16mm classe A500. Le aste sono disposte in direzione longitudinale e trasversale con un passo di 200 mm.

Lo schema strutturale della lastra: una lastra monolitica con una guarnizione nelle pareti di mattoni attorno al perimetro della lastra. La lastra è sostenuta da pareti longitudinali e trasversali interne, nonché da pareti esterne, formando celle supportate dal contorno delle lastre, con un allungamento di l2/ l1

Difetto critico (nella fabbricazione di strutture e prodotti)

- un difetto in cui il prodotto, la costruzione è funzionalmente inadatto e il suo uso per lo scopo previsto può comportare la perdita o la diminuzione della resistenza, della stabilità, dell'affidabilità dell'edificio, della struttura, della sua parte o elemento strutturale.

Un difetto critico è soggetto ad eliminazione incondizionata prima dell'inizio del lavoro successivo o con la sospensione del lavoro iniziato.

  1. A causa delle condizioni critiche della soletta, non è adatto all'uso. Per un ulteriore normale funzionamento, è necessario eseguire misure per ripristinare la capacità portante della piastra. Il rinforzo delle solette è raccomandato per una delle opzioni:

A) Per aumentare la rigidità della lastra, si consiglia di produrre un dispositivo di nervature monolitiche in cemento armato, con una sezione di 160mm x 150mm (h), lungo la parte superiore della lastra, lungo l'asse IM-3-4 e un raggio monolitico con una sezione trasversale di 350 (h) x 200mm, dal lato inferiore della lastra, lungo l'asse М / 3-4, per costruire la sezione da 140 a 200 mm di proiettile con calcestruzzo di classe B30 sulla superficie inferiore della lastra. Quando si esegue questa opzione di rinforzo, è necessario realizzare scanalature nel massetto esistente, installare una gabbia di rinforzo di 2 barre di rinforzo longitudinali A500, 16 mm di diametro e barre trasversali di rinforzo A400 con un diametro di 8 mm, con un passo di 200 mm nella campata e 100 mm ad una distanza di 1000 mm dai bordi della piastra. La gabbia di rinforzo deve essere collegata con le aste della piastra utilizzando morsetti fatti di aste A500 con un passo di 600 mm. Gli irrigidimenti a gradini richiedono 2000 mm.

Le nervature dovrebbero anche essere disposte lungo il contorno della lastra, vicino alle pareti dell'edificio e lungo gli assi 3-M / H, 4-M / H e I-3/4. I bordi del dispositivo da eseguire nella direzione degli assi delle lettere. Quando si costruisce una trave monolitica lungo l'asse M / 3-4, la gabbia di rinforzo deve essere composta da 3 aste longitudinali A500 con un diametro di 16 mm e barre trasversali con un diametro di 10 mm con un passo di 200 mm e 100 mm sui supporti, ad una distanza di 1000 mm.

Travi in ​​calcestruzzo per produrre utilizzando una pompa per calcestruzzo, fori praticati nella lastra con un diametro di 125-150 mm. I lavori devono essere eseguiti con un dispositivo obbligatorio di oggetti di scena temporanei per la sovrapposizione.

B) Realizzare un dispositivo di travi monolitiche lungo il fondo della lastra, lungo l'asse IM-3-4 e il raggio monolitico dalla parte inferiore della lastra, lungo l'asse M / 3-4, costruire la sezione a 200 mm di calcestruzzo armato con calcestruzzo sulla superficie inferiore della lastra. Rinforzo e sezione trasversale come in opzione A. Travi in ​​calcestruzzo realizzate con una pompa per calcestruzzo con classe di calcestruzzo B30, fori passanti con un diametro di 125-250 mm, disposti nella soletta.

C) Installare travi in ​​acciaio sotto la lastra esistente, lungo l'asse IM-3-4, lungo gli assi delle lettere, con un passo di 2000mm, incassato nelle pareti di mattoni esistenti, e installare la trave negli assi M / 3-4 sotto la lastra, lungo gli assi NM / 3'-4 '. Il design delle parti portanti delle travi sulle pareti per accettare la serie 2.440. Come travi per prendere il fascio largo 30Sh2.

  1. I lavori di rinforzo delle piastre dovrebbero essere eseguiti su un progetto di rinforzo appositamente sviluppato e un progetto per la produzione di opere.

Risultati del controllo strumentale

Piastra di deviazione (deviazione) del rilievo geodetico

Site Design Engineer

Secondo: SP 20.13330.2016:

Appendice D

Defletti e movimenti D.2

Defletti di limitazione D.2.1

Deflessione finale verticale degli elementi strutturali

Le deflessioni verticali limitanti degli elementi strutturali e dei carichi, da cui devono essere determinate le deflessioni, sono riportate nella Tabella E.1. I requisiti per gli spazi tra gli elementi adiacenti sono riportati in D.1.6 dell'Appendice D.1.

l è la portata stimata dell'elemento strutturale:

e - la fase di travi o tralicci a cui sono attaccati i binari della gru a ponte.

1 Per la console invece di l, prendila il doppio del tempo.

2 Per valori intermedi di 1 in posizione 2, e le deflessioni limite devono essere determinate mediante interpolazione lineare, tenendo conto dei requisiti di D.1.7 dell'Appendice D.

3 Nella posizione 2, i numeri tra parentesi dovrebbero essere presi a un'altitudine di stanze fino a 6 m inclusi.

4 Le caratteristiche del calcolo delle deviazioni per la posizione 2, g sono specificate in E.1.8 dell'appendice D.

3 Quando la deflessione è limitata da requisiti estetici e psicologici, si assume che lo span l sia uguale alla distanza tra le superfici interne delle pareti (o colonne) portanti.

E.2.2 Deformazione limite (fisiologica)

Limitare le deflessioni degli elementi del pavimento (travi, putrelle, lastre), scale, balconi, logge, edifici residenziali e pubblici, così come i locali domestici degli edifici industriali dovrebbero essere determinati secondo i requisiti fisiologici secondo la formula

dove g è l'accelerazione della gravità;

p - il valore standard del carico da parte di persone che eccitano le fluttuazioni, prese in accordo con la tabella E.2;

r1 - ridotto valore standard del carico sul pavimento, prelevato secondo la tabella E.2;

q è il valore di carico standard in base al peso dell'elemento calcolato e alle strutture supportate su di esso;

n è la frequenza di applicazione del carico quando una persona cammina, presa dalla tabella E.2;

b - coefficiente preso secondo la tabella E.2.

Posizioni 4, b - d, ad eccezione della danza

Q - il peso di una persona, preso pari a 0,8 kN;

a è il coefficiente assunto pari a 1.0 per gli elementi calcolati secondo lo schema del fascio, 0,5 negli altri casi (ad esempio, quando le piastre sono supportate su tre o quattro lati);

a - passo di travi, traverse, larghezza delle piastre (piano di calpestio), m;

l è lo span calcolato dell'elemento strutturale, m

Le deflessioni dovrebbero essere determinate dalla somma dei carichi φ1p + p1 + q dove φ1 - coefficiente determinato dalla formula (8.1).

E.2.3 Deformazione della colonna limitante orizzontale
e strutture dei freni dai carichi della gru

D.2.3.1 Le deflessioni con limitazione orizzontale di colonne di edifici dotati di gru a ponte, griglie di gru, nonché travi di binari di gru e strutture di frenatura (travi o capriate) devono essere prese secondo la tabella E.3, ma non meno di 6 mm.

Le deflessioni devono essere verificate in testa alle rotaie della gru dalle forze di frenatura del camion di una gru, dirette lungo il percorso della gru, senza tenere conto del rotolo di fondamenta.

h è l'altezza dalla sommità della fondazione alla testa della rotaia della gru (per edifici a un piano, portelloni coperti e aperti) o la distanza dall'asse del bullone sovrapposto alla testa della rotaia della gru (per i piani superiori dei grattacieli);

l è lo span calcolato dell'elemento strutturale (raggio).

E.2.3.2 L'avvicinamento del limite orizzontale dei binari delle gru di scaffali aperti da carichi verticali orizzontali ed eccentrici applicati da una gru (senza considerare il rotolo di fondazioni), limitato sulla base di requisiti tecnologici, dovrebbe essere considerato pari a 20 mm.

E.2.4 Spostamenti e deviazioni orizzontali limitanti degli edifici,
elementi separati di strutture e supporti di gallerie di trasporto
carico del vento, rotolo seminterrato
e impatti climatici di temperatura

E.2.4.1 I movimenti limitativi orizzontali degli edifici, limitati sulla base dei requisiti di progettazione (garantendo l'integrità del riempimento del telaio con pareti, pareti divisorie, elementi di finestre e porte), sono riportati nella Tabella E.4. Le istruzioni per determinare gli spostamenti sono riportate in D.1.9 dell'Appendice D.

I movimenti orizzontali degli edifici dovrebbero essere determinati tenendo conto del rotolo (sedimento irregolare) delle fondazioni. In questo caso, il carico dal peso di attrezzature, mobili, persone, materiali e prodotti stoccati dovrebbe essere preso in considerazione solo quando tutti i piani degli edifici a più piani sono caricati in modo continuo e uniforme con questi carichi (tenendo conto della loro riduzione in base al numero di piani), a meno che altro carico è fornito.

Per edifici fino a 40 m di altezza (e supporti di gallerie di trasporto di qualsiasi altezza) situati nelle regioni eoliche I-IV, l'elenco delle fondazioni causate dal carico del vento può essere ignorato.

h è l'altezza degli edifici a più piani, uguale alla distanza tra la parte superiore della fondazione e l'asse della copertura del bullone;

hs - l'altezza del pavimento in edifici a un piano, pari alla distanza tra la parte superiore della fondazione e il fondo delle strutture a traliccio; in grattacieli; per il piano inferiore - uguale alla distanza tra la parte superiore della fondazione e l'asse di sovrapposizione della traversa: per gli altri piani - uguale alla distanza tra gli assi delle traverse adiacenti.

1 Per valori intermedi di hs (in posizione 3) i movimenti limite orizzontali dovrebbero essere determinati mediante interpolazione lineare.

2 Per i piani superiori di edifici a più piani progettati con l'uso di elementi di rivestimento di edifici a un piano, i movimenti limite orizzontali dovrebbero essere presi come per gli edifici a un piano. L'altezza del piano superiore hsprelevato dall'asse del bullone del ponte incrociato intercettato sul fondo delle strutture del traliccio.

3 Per gli elementi di fissaggio conformi si intendono elementi di fissaggio di pareti o tramezzi al telaio, che non interferiscono con la miscelazione del telaio (senza trasferire forze a pareti o partizioni che possono causare danni agli elementi strutturali); a elementi rigidi che impediscono lo spostamento reciproco del telaio, delle pareti o delle partizioni.

4 Per edifici a un piano con facciate continue (e in assenza di un coperchio del disco rigido) e ripiani a più piani, il movimento limite può essere aumentato del 30% (ma non più di hs/ 150).

E.2.4.2 Per il 2 ° stato limite, gli spostamenti orizzontali di edifici frameless dai carichi del vento non sono limitati.

E.2.4.3 Le deflessioni orizzontali limitanti dei montanti e delle travi dei telai a graticcio, nonché i pannelli a parete dal carico del vento, limitati in base alle esigenze di progetto, devono essere considerati pari a 1/200, dove 1 è la portata calcolata dei montanti o pannelli.

D.2.4.4 Le deflessioni dei limiti orizzontali dei supporti delle gallerie di trasporto dai carichi del vento, limitate sulla base dei requisiti tecnologici, devono essere considerate pari a h / 250, dove h è l'altezza dei supporti dalla sommità della fondazione al fondo delle travature o travi.

E.2.4.5 Le deflessioni orizzontali limitanti delle colonne (rack) degli edifici a telaio dagli effetti climatici e di ritiro dovuti alla temperatura dovrebbero essere uguali a:

hs/ 150 - con pareti e tramezzi di mattoni, cemento gesso, cemento armato e pannelli a cerniera;

hs/ 200 - con pareti rivestite in pietra naturale, da blocchi di ceramica, in vetro (vetro colorato), dove hs - l'altezza del pavimento, e per gli edifici a un piano con gru a ponte - l'altezza dalla sommità della fondazione al fondo delle travi della gru.

In questo caso, gli effetti della temperatura dovrebbero essere presi senza tener conto delle fluttuazioni giornaliere della temperatura dell'aria esterna e della differenza di temperatura dalla radiazione solare.

Quando si determinano le deflessioni orizzontali dagli effetti climatici e di restringimento della temperatura, i loro valori non dovrebbero essere sommati con le deviazioni dai carichi del vento e dal rullo di base.

E.2.5 Limitazione delle piegature degli elementi delle sovrapposizioni degli interfori
dallo sforzo di precompressione

Curve limite fu elementi di sovrapposizione degli interfoglie, limitati in base ai requisiti di progettazione, devono essere considerati pari a 15 mm per l ≤ 3 me 40 mm - per l ≥ 12 m (per valori intermedi di 1, le curve limite devono essere determinate mediante interpolazione lineare).

Le piegature f devono essere determinate dagli sforzi di pre-compressione, dal proprio peso degli elementi del pavimento e dal peso del pavimento.

Secondo: SP 20.13330.2011 (Non valido):

E.2 Defletti del limite

E.2.1 Deformazione finale verticale degli elementi strutturali

Le deflessioni verticali limitanti degli elementi strutturali e dei carichi, da cui devono essere determinate le deflessioni, sono riportate nella Tabella E.1. I requisiti per gli spazi tra gli elementi adiacenti sono riportati in E.1.6 dell'Appendice E.1.

E.2.2 Deformazione limite (fisiologica)

Limitare le deflessioni degli elementi del pavimento (travi, putrelle, lastre), scale, balconi, logge, edifici residenziali e pubblici, così come i locali domestici degli edifici industriali dovrebbero essere determinati secondo i requisiti fisiologici secondo la formula

dove g è l'accelerazione della gravità;

p è il valore standard del carico delle persone che eccitano le oscillazioni, prese secondo la tabella E.2;

r1 - ridotto valore standard del carico sul pavimento, prelevato in conformità alla tabella E.2;

q è il valore di carico standard in base al peso dell'elemento calcolato e alle strutture supportate su di esso;

n è la frequenza di applicazione del carico quando una persona cammina, presa dalla tabella E.2;

b è il coefficiente preso dalla tabella E.2.

Le deflessioni dovrebbero essere determinate dalla somma dei carichi j1p + p1 + q dove j1 - coefficiente determinato dalla formula (8.1).

E.2.3 Deferimenti limitatori orizzontali di colonne e strutture di frenatura da carichi di gru

E.2.3.1 Le deflessioni con limitazione orizzontale di colonne di edifici equipaggiati con gru a ponte, griglie per gru, nonché binari per gru e strutture di frenatura (travi o capriate) devono essere prese secondo la tabella E.3, ma non meno di 6 mm.

Le deflessioni devono essere verificate in testa alle rotaie della gru dalle forze di frenatura del camion di una gru, dirette lungo il percorso della gru, senza tenere conto del rotolo di fondamenta.

E.2.3.2 L'avvicinamento del limite orizzontale dei binari delle gru di scaffali aperti da carichi verticali orizzontali ed eccentrici applicati da una gru (senza considerare il rotolo di fondazioni), limitato sulla base di requisiti tecnologici, dovrebbe essere considerato pari a 20 mm.

E.2.4 Spostamenti e deviazioni limitanti orizzontali di edifici, elementi strutturali individuali e supporti di gallerie di trasporto dal carico del vento, tacco di fondazioni e influenze climatiche di temperatura

E.2.4.1 I movimenti limitativi orizzontali degli edifici, limitati sulla base delle esigenze di progettazione (garantendo l'integrità del riempimento del telaio con pareti, pareti divisorie, elementi di finestre e porte), sono riportati nella tabella E.4. La guida alla definizione dei movimenti è fornita in E.1.9 dell'appendice E.

I movimenti orizzontali degli edifici dovrebbero essere determinati tenendo conto del rotolo (sedimento irregolare) delle fondazioni. In questo caso, il carico dal peso di attrezzature, mobili, persone, materiali e prodotti stoccati dovrebbe essere preso in considerazione solo quando tutti i piani degli edifici a più piani sono caricati in modo continuo e uniforme con questi carichi (tenendo conto della loro riduzione in base al numero di piani), a meno che altro carico è fornito.

Per edifici fino a 40 m di altezza (e supporti di gallerie di trasporto di qualsiasi altezza) situati nelle regioni eoliche I-IV, l'elenco delle fondazioni causate dal carico del vento può essere ignorato.

Calcolo delle deflessioni delle solette in cemento armato

6.47 Le pieghe delle lastre sostenute liberamente su entrambi i lati sono determinate in base agli standard di progettazione delle strutture in cemento armato. Le deflessioni massime dei carichi a lunga durata che sono sostenuti liberamente su tre o quattro lati delle piastre con gli angoli fissati dal sollevamento possono essere determinati dalle formule:

dove b1- il coefficiente calcolato dai grafici di Fig. 50, 51, a seconda dello schema di supporto della piastra; ql - carico a lungo termine, che viene controllato dalla deflessione della piastra;B- il modulo iniziale di elasticità della lastra in calcestruzzo; h è lo spessore della piastra;

Fig. 50. Rapporti bioper piastre liberamente supportate lungo il contorno

Fig. 51. Rapporti bioper piastre liberamente supportate su tre lati

m1,m2- coefficienti di rinforzo (il rapporto tra l'area della sezione trasversale dell'armatura e l'area della sezione trasversale totale), rispettivamente, lungo gli span1e l2; nj - la cotangente dell'angolo di inclinazione della linea di frattura, presa per piastre appoggiate su quattro lati, nonché su tre lati, quando 1 £ uguale a 1, e quando 1> - è determinata secondo le indicazioni del punto 6.27, n è il coefficiente che caratterizza lo stato elastico-plastico del calcestruzzo della zona compressa assunto su SNiP 2.03.01-84. Con carichi di azione prolungati per strutture in calcestruzzo pesante e leggero con umidità dell'aria ambiente 40 - 75% n = 0,15, inferiore a 40% n = 0, l;

h1 - coefficiente tenendo conto delle eventuali deviazioni dello spessore dello strato protettivo di rinforzo; per il supporto lungo il profilo rinforzato con piastre a rete con uno spessore inferiore a 16 cm

ma non più di 1,2; in altri casi, è accettato secondo SNiP 2.03.01-84. Nella formula (225) il valore di ho1prendere in sm2- coefficiente che tiene conto della mancata corrispondenza della deflessione massima della placca con la deflessione nel punto di intersezione delle linee di frattura e determinata dalle formule:

per piastre supportate

per piatti, supportati su tre lati

qser-Il carico massimo sulla lastra calcolato nel paragrafo 6.27 utilizzando le caratteristiche costruttive del rinforzo e del calcestruzzo per gli stati limite del secondo gruppo;

nel caso in cui si formino crepe sotto carico qcrc ³ qn,

dove fser - calcolato dalla formula (222) quando n = 0,45.

6.48.Le deflessioni massime dei carichi ad azione prolungata dei pannelli prefabbricati, calcolate dalle due fasi del loro lavoro (prima e dopo il pizzicamento), possono essere determinate dalle formule:

dove b1,B2 - coefficienti determinati dai grafici di Fig. 50, 51; a - coefficiente che tiene conto della conformità della piastra di serraggio e determinato dalla formula (216); q1- il carico a cui si verifica il bloccaggio elastico della piastra;

nel caso in cui le fessure nella campata siano formate prima del pizzicamento elastico della placca, q1³qcrc

dove fcrc - è calcolato dalla formula (221); fser - calcolato dalla formula (222);

q o crc- il carico in cui le fessure nella campata sono formate nella piastra bloccata.

6.49 Per placche monolitiche serrate lungo un contorno o tre lati, la deflessione massima è determinata dalle formule:

nel caso in cui le fessure nella campata non si formano (qcrc ³ qn)

dove f o crc - deflessione della piastra bloccata al momento della formazione di cricche nella campata, determinata dalla formula

f o ser- deflessione della lastra bloccata allo stato limite dai carichi a lungo termine, calcolata sulla base delle caratteristiche costruttive del calcestruzzo e dei raccordi per gli stati limite del secondo gruppo

dove fSEr - calcolato dalla formula (222); 0 - coefficiente che tiene conto dell'effetto di pizzicare la piastra sulle sue deflessioni nello stato limite ed è determinata dalla tabella. 14 a seconda del valore di

yio- coefficienti che caratterizzano l'ortotropia del rinforzo della lastra (vedere la Sezione 6.36), n è il numero di lati fissati della lastra;

Flessione della lastra in cemento armato supportata lungo il profilo

Quando si determina la deflessione di una lastra in cemento armato con un supporto incernierato o rigido lungo il profilo, è possibile utilizzare le "Raccomandazioni per la progettazione e il calcolo di solette prefabbricate per solai residenziali e pubblici"

Qui, solo nella costruzione privata a pochi piani vengono utilizzate non solo lastre con supporto incernierato o rigido lungo il contorno. In base a vari fattori, la piastra può anche essere considerata come dotata di un bloccaggio rigido su uno, due opposti, due adiacenti e su tre lati.

In tali casi, il valore approssimativo della deflessione può essere determinato utilizzando le tabelle per il calcolo delle lastre.

Determinazione della deflessione di una lastra con un cuscinetto a cerniera lungo il profilo

Per una dimensione della camera di 5x8 m è stato calcolato sulla resistenza della stufa. Secondo il calcolo, l'altezza della lastra è di 15 cm, classe di calcestruzzo B20, rinforzo di 1 metro di larghezza della lastra sul lato corto - 5 aste AIII (A400) con un diametro di 10 mm (area di sezione - 3,93 cm 2), rinforzo sul lato lungo - 4 aste con un diametro di 8 mm ( sezioni trasversali - 2,01 cm 2), ho1 = 13 cm

È necessario determinare la deflessione approssimativa di tale piastra.

dove k1 = 0,0906 con b / l = 8/5 = 1,6 secondo la stessa tabella;

qn - carico normativo su questa piastra.

Nel calcolare la resistenza della lastra, è stato utilizzato il valore completo del carico calcolato q = 775 kg / m 2 (0,0775 kg / cm 2), tuttavia, quando si calcola la struttura in cemento armato per il secondo gruppo di stati limite, vengono utilizzati i valori del carico normativo e inoltre è necessario distinguere i carichi in base al loro tempo azioni, ad es. considerare il fattore di creep del calcestruzzo.

Certamente, la definizione dei valori di carico normativo tenendo conto di varie combinazioni è un grande argomento a parte, in questo caso ci limiteremo ad accettare il valore normativo del carico costante del proprio peso qd = 375 kg / m 2, il valore standard del carico equivalente equamente distribuito a breve termine qt = 400 / 1,2 = 333,33 kg / m 2., Rispettivamente, il valore ridotto del carico equivalente uniformemente distribuito, considerato di lunga durata, sarà ql = 333,33 · 0,35 = 116,67 kg / m2. Inoltre, solo la combinazione di carico costante e continuo sarà considerata, in questo caso, per entrambi i carichi, il fattore di combinazione = 1 e quindi il valore di carico standard sarà:

qn = 375 + 116,67 = 491,7 kg / m2 (0,04917 kg / cm 2)

l = 5 m (500 cm) - la durata stimata della campata

EB = 275000 kg / cm 2 - il modulo di elasticità iniziale della classe di calcestruzzo B20. Poiché consideriamo solo una combinazione di carichi permanenti e a lungo termine, quindi per ulteriori calcoli, il fattore di creep del calcestruzzo dovrebbe essere preso in considerazione. Di conseguenza, il modulo di elasticità ridotto del calcestruzzo in questo caso sarà approssimativamente

Ebp = 275000 / (1 + 2,8) = 72368 kg / cm 2.

Nota: se consideriamo inoltre la combinazione di un carico costante e il valore completo di un carico equivalente a breve durata uniformemente distribuito, allora il modulo di elasticità ridotto per un carico a breve termine sarà Ebp = 0,85 · 275000 = 233750 kg / cm2. Pertanto, la determinazione della deflessione dovrebbe essere eseguita separatamente per un carico costante e per un carico a breve termine.

h è l'altezza della piastra.

Poiché in questo caso consideriamo non solo una piastra, ma una piastra di cemento armato (materiale composito), il valore di h dovrebbe essere determinato mediante calcolo. ie per prima cosa dobbiamo determinare l'altezza condizionale della piastra. Secondo la formula (321.2.4)

dove y = h / 2 è la metà dell'altezza convenzionale della piastra;

ho = 13 cm - per rinforzo sul lato corto della piastra;

las = 3,93 cm 2 - l'area della sezione trasversale del rinforzo sul lato corto della piastra;

Es = 2 · 10 6 kg / cm 2 - modulo di elasticità del rinforzo;

b = 100 cm è la larghezza del metro considerato della lastra.

y 3 = 3 · 3.93 · 2000000 (13 - y) 2 / (100 · 233750) = 3.258 (13 - y) 2

La soluzione di questa equazione cubica ci dà il seguente risultato (l'algoritmo per risolvere equazioni cubiche non è qui riportato, tuttavia, nella rete di calcolatori c'è abbastanza per questi calcoli):

Di conseguenza, l'altezza condizionata della piastra è:

h = 2y = 11,2 cm

0.93 - coefficiente che tiene conto della variazione dell'altezza della sezione ridotta.

f = - 0.9 · 0.0906 · 0.04917 · 500 4 /(72368·11.2 3) = -2.55 cm

In questo caso, il segno "-" significa che il centro di gravità della sezione trasversale si sposterà verso il basso rispetto all'asse y.

Secondo gli attuali documenti normativi, la deflessione per solai di una lunghezza di 5 m se si considerano i carichi permanenti ea lungo termine non deve superare l / 183,33 = 500/200 = 2,72 cm.

Questo requisito è soddisfatto.

Determinazione della deflessione di una lastra avente un bloccaggio rigido lungo il profilo

Se la piastra ha tutti gli stessi parametri e viene caricata con lo stesso carico dell'esempio precedente, la determinazione della deflessione di una tale piastra non richiede molto tempo, è sufficiente determinare il valore del coefficiente k1.

Secondo la tabella 379.1 k1 = 0,0251

Di conseguenza, per determinare la deflessione massima di una tale piastra, è sufficiente dividere il risultato precedente per 0,0906 e moltiplicare per 0,0251:

f = 2,55 · 0,0251 / 0,0906 = 0,7 cm.

Questo è l'intero calcolo. Per le piastre con un bloccaggio rigido su uno, due o tre lati, il calcolo viene eseguito in modo simile.

Spero, caro lettore, che le informazioni presentate in questo articolo ti abbiano aiutato almeno a capire il problema che hai. Spero anche che mi aiuti a uscire dalla difficile situazione che ho incontrato di recente. Anche 10 rubli di aiuto saranno di grande aiuto per me ora. Non voglio caricarti con i dettagli dei miei problemi, soprattutto perché ce ne sono abbastanza per un intero romanzo (in ogni caso, mi sembra e ho persino iniziato a scrivere sotto il titolo provvisorio "Tee", c'è un link nella pagina principale), ma se non mi sbaglio le sue conclusioni, il romanzo può essere, e potresti benissimo diventare uno dei suoi sponsor, e possibilmente eroi.

Dopo aver completato con successo la traduzione, verrà aperta una pagina con i ringraziamenti e un indirizzo email. Se vuoi fare una domanda, per favore usa questo indirizzo. Grazie Se la pagina non si apre, molto probabilmente hai effettuato un trasferimento da un altro portafoglio Yandex, ma in ogni caso non preoccuparti. La cosa principale è che quando effettui un trasferimento, specifica la tua e-mail e ti contatterò. Inoltre, puoi sempre aggiungere il tuo commento. Maggiori dettagli nell'articolo "Prendi un appuntamento con il medico"

Per i terminali, il numero del Portafoglio Yandex è 410012390761783

Per l'Ucraina - il numero della carta hryvnia (Privatbank) 5168 7422 0121 5641

Pavimento monolitico in cemento armato

Calcolo della deflessione della piastra

Si assume che la deflessione massima ammissibile per la piastra calcolata rispetto ai requisiti estetici secondo le norme sia:

La deflessione è determinata solo per l'azione di carichi permanenti ea lungo termine con un fattore di sicurezza per un carico di 6 / image186.png "> secondo la formula a pagina 142 [3]:

per un raggio libero, il coefficiente è:

- con carico uniformemente distribuito;

- con due momenti uguali alle estremità del raggio sulla forza di compressione.

La piena curvatura della lastra in aree senza crepe nella zona allungata è determinata dalle formule (155... 159) della clausola 4.2 [1].

Curvatura del carico costante e continuo:

- il momento dal carico esterno corrispondente attorno ad un asse normale al piano di azione del momento flettente e passando attraverso il centro di gravità della sezione ridotta;

- coefficiente che tiene conto dell'effetto del creep a lungo termine del calcestruzzo pesante con un contenuto di umidità superiore al 40%;

- coefficiente che tiene conto dell'effetto del creep a breve termine del calcestruzzo pesante;

La curvatura della curva a breve termine sotto l'azione degli sforzi di compressione preliminare, tenendo conto:

Poiché lo stress di compressione del calcestruzzo in fibra superiore

vale a dire la fibra superiore viene stirata, quindi nella formula quando si calcola la curvatura dovuta alla curvatura della lastra a causa del ritiro e del creep del calcestruzzo dalla forza di pre-crimpatura, prendiamo le relative deformazioni dell'estrema fibra compressa. Quindi, secondo le formule (158, 159) [1]:

La deflessione da carichi costanti e prolungati sarà:

Conclusione: la deflessione non supera il valore limite:

1.4 Piastra di costruzione

Il rinforzo di lavoro principale della lastra è un rinforzo pretensionato 3 из12 di acciaio di classe A-VI, determinato mediante calcolo su sezioni normali e posato nella zona della lastra tesa dall'azione dei carichi operativi.

Il ripiano superiore della lastra è rinforzato con rete C-1 di filo di grado B500. Le nervature trasversali sono rinforzate con strutture Cr-1 nelle sezioni di supporto di lunghezza l / 4; Il telaio del telaio Кр-1 comprende aste longitudinali di lavoro ø4 B500 e aste trasversali

Figura 5- Per il calcolo della lastra: schema di cassaforma e rinforzo

4øBp-I con incrementi di 100mm (fornendo forza su una sezione inclinata). Per rinforzare il calcestruzzo della zona base della piastra, le griglie C-2 sono realizzate in filo di classe B500.

2 Calcolo e progetto della colonna

Per le colonne in calcestruzzo, vengono utilizzate classi di calcestruzzo con resistenza alla compressione non inferiore a B15, per carichi pesanti, non inferiori a B25. Le colonne sono rinforzate con barre longitudinali con un diametro di 12-40 mm, principalmente da acciaio laminato a caldo di classe A400 e barre trasversali da acciaio laminato a caldo delle classi A400, A300, A240.

2.1. Dati grezzi

Il carico su 1 m2 di sovrapposizione viene preso come nei calcoli precedenti, il carico su 1 m2 di rivestimento è indicato nella tabella 2.

Cantiere - Mosca, III distretto di neve.

Calcolo della deflessione della soletta

Il calcolo degli elementi piegati mediante deflessioni prodotte dalla condizione:

dove la deflessione dell'elemento dall'azione del carico esterno;

il valore della deflessione massima ammissibile.

Per la soletta, con un supporto incernierato alle estremità, caricato con un carico uniformemente distribuito, la deflessione può essere determinata dalla formula:

dove 1 / r è la curvatura totale dell'elemento dal carico esterno;

campata della lastra.

Per aree senza crepe nella zona allungata

- la curvatura della breve durata dei carichi a breve termine,

Dove M - il momento flettente dal carico esterno, M = 177,66 kN · m

- la forza della compressione preliminare e la sua eccentricità rispetto al centro di gravità della sezione,

D è la rigidezza alla flessione della sezione trasversale dell'elemento, definita dalla formula:

D = 0.85 · Irosso · EB = 0,085 · 0,0031 · 30000 · 10 6 = 79,05 MPa

- la curvatura dei carichi permanenti permanenti e temporanei a lungo termine,

Dove M - il momento flettente dal carico esterno, M = 177,66 kN · m

D è la rigidezza alla flessione della sezione trasversale dell'elemento,

- coefficiente di scorrimento viscoso del calcestruzzo,

Calcolo e progettazione di anelli di montaggio

Il diametro dell'asta della cerniera è preso d = Ø10 mm dal rinforzo A-300.

Caratteristiche delle fessure nelle lastre

Ci sono vari difetti nelle lastre di cemento armato, che indicano che devono essere sostituiti o rafforzati. La fessura nella soletta si riferisce a questi difetti. La comparsa di crepe e difetti indica che la capacità di carico dei prodotti è stata esaurita. In questo caso, le incrinature più pericolose sono trasversali.

La comparsa di crepe e difetti indica che la capacità di carico dei prodotti è stata esaurita.

Tipi e cause di crepe

  1. Fessure da contrazione nel soffitto. Queste crepe sono più comuni, tuttavia, non sono pericolose. La dimensione di tali crepe è piccola. Si formano nel momento in cui il calcestruzzo si indurisce. Esternamente, sembrano una griglia.
  2. Crepe di deformazione. Tali fessure si formano durante il funzionamento e nel tempo, si verifica l'allungamento e l'espansione. Il dispositivo dei controsoffitti sospesi e provvisti di cardini a volte impedisce loro di essere rilevati in tempo, il che può portare alla completa distruzione della struttura.

Le fessure da ritiro si formano quando il calcestruzzo si indurisce. La dimensione di tali crepe è piccola. Esternamente, sembrano una griglia.

L'aspetto di tali fessure nella lastra indica una grave violazione durante la costruzione, ad esempio la scheggiatura all'accorciamento, che è severamente vietata.

Stretto rinforzo longitudinale si trova nelle solette e in questo stato tensione sul telaio si verifica al momento della cementificazione. Quando si accorcia, la capacità portante diminuisce immediatamente di più volte.

Avendo trovato tali crepe su un piatto, è necessario smontare e sostituire. In una situazione in cui non ci sono tempo e denaro, organizzano un muro di contenimento. Altrimenti, la struttura non resisterà a carichi pesanti, perché non funziona in tensione.

Se sulla placca appaiono incrinature longitudinali e diagonali, può essere riparato.

Tali fessure danno un segnale che c'è una sovratensione delle solette e hanno urgentemente bisogno di essere scaricate, per rimuovere tutti gli oggetti pesanti.

Le cricche di deformazione si formano durante il funzionamento e nel tempo, si verifica l'allungamento e l'espansione.

Il crack potrebbe verificarsi a causa di cedimenti. È necessario scoprire il motivo delle crepe nei pavimenti, valutare le condizioni del calcestruzzo e il rinforzo. Particolare attenzione dovrebbe essere prestata alle strutture nelle zone umide (cucina, bagno, bagno).

Le crepe di potenza nella piastra compaiono in caso di sovraccarico, da un numero insufficiente di rinforzo operativo o posizionamento errato del rinforzo (spostato sull'asse neutro). Quando vengono aperte fessure di più di 0.3 mm, vengono rinforzate con un accumulo con rinforzo aggiuntivo.

Eliminazione delle fessurazioni nella soletta e nel loro rinforzo

La crepa nel soffitto viene riparata con l'aiuto del rinforzo. La lastra viene rinforzata aumentando la sezione.

La crepa nel soffitto viene riparata con l'aiuto del rinforzo. La lastra viene rinforzata aumentando la sezione. Il rinforzo dei sistemi di vuoto è eseguito in fasi:

  1. Sopra i vuoti, i fori sono tirati fuori. È importante scoprire con precisione dove si trova il vuoto e non danneggiare il rinforzo, poiché il lavoro è eseguito con un martello pneumatico e un macinino.
  2. I raccordi sono installati nei fori. Il diametro del rinforzo è preso come il rinforzo longitudinale principale. Forma il telaio con filo.
  3. Quindi i fori sono concretizzati. Al fine di non consentire la presenza di vuoti d'aria, il calcestruzzo vibra o ram.
  4. Quando si lavora sotto la lastra, vengono installati i puntelli. Alla fine del concremento, rimangono ancora 10 giorni sul posto.
  5. Ghiera in acciaio. Il design è abbracciato da una struttura in acciaio su tutti i lati. La sua stretta con i bulloni - una specie di corsetto. I dettagli sono fissati con un piccolo strato di soluzione di fissaggio, che garantisce il funzionamento congiunto del dispositivo e gli elementi di rinforzo. Dopo il rinforzo, la fessura nella lastra non è più pericolosa.
  6. Recupero di piccole fessure fino a 2 mm
  7. La superficie viene pulita e la fessura viene ricamata con una profondità di 1 cm e la polvere viene rimossa con un aspirapolvere.
  8. Primer (epossidico o poliuretano) diluito con solvente P646 in un rapporto da uno a dieci viene versato. Una parte di fondo e dieci parti di solvente.
  9. La cucitura viene versata.
  10. Recupero di crepe profonde nella lastra
  11. La fessura viene tagliata a 50 mm di profondità usando una smerigliatrice. Il calcestruzzo danneggiato viene rimosso dal canale tagliato da entrambi i lati lungo la fessura.
  12. Inoltre, lo stesso lavoro viene eseguito come con il ripristino di piccole crepe. Dopo aver applicato i cerotti nei punti in cui il calcestruzzo è stato esfoliato e le fessure devono essere posate, è necessario attendere 9 giorni e dopo che il massetto è stato controllato. Con l'aiuto della regola, controlla la planarità "sulla luce". In tal caso, se l'accoppiatore è stato eseguito senza intoppi, va tutto bene, in caso contrario, si sta lavorando sul suo allineamento.

Riparare le crepe nei pannelli del controsoffitto

Crepe e crepe nella lastra vengono eliminate con uno stucco costituito da gesso e gesso.

Crepe e crepe nella lastra vengono eliminate con uno stucco costituito da gesso e gesso. Prima di eseguire lavori di spackling, il sito viene pulito con un coltello o una spatola e inumidito. Il mastice viene applicato con una cazzuola larga. Dopo l'essiccazione, la superficie viene livellata con carta vetrata o pomice.

Durante il funzionamento, a volte si formano delle crepe nelle giunture tra le lastre del pavimento. In questi casi, uno strato di pittura viene applicato lungo la giunzione e una benda viene posizionata su tutta la superficie della giuntura. Dopo l'essiccazione della mastice della composizione colorante in cima impilati. In futuro, lo strato di mastice viene pulito e il soffitto è completamente dipinto.

Le strutture in legno sono state a lungo sostituite da solette in cemento armato. Attualmente, le strutture cave sono utilizzate principalmente nella costruzione.

Nelle lastre a nucleo cavo si creano speciali cavità longitudinali all'interno. Ciò si traduce in una riduzione del peso complessivo, miglioramento nell'assorbimento del rumore e la comparsa di ulteriori irrigidimenti interni.

  1. Attraverso la produzione di sovrapposizioni si dividono in prodotti monolitici e prefabbricati in calcestruzzo.
  2. La produzione di sistemi monolitici è realizzata in un cantiere.
  3. Le parti prefabbricate in cemento armato vengono prodotte negli stabilimenti di prodotti in cemento armato e consegnate al sito, dove vengono montate. A loro volta, i sistemi in cemento armato si dividono in:
  4. Multi-hollow (PC).
  5. Leggero (PNO).
  6. Piastre sovrapposte (PPS).

Nelle costruzioni a pavimento multipiano, all'interno vengono realizzate speciali cavità longitudinali. Ciò si traduce in una riduzione del peso complessivo, miglioramento nell'assorbimento del rumore e la comparsa di ulteriori irrigidimenti interni. Tali accessori sono usati negli edifici dove ci sono ampie campate e carichi.

Le lastre del soffitto PPS sono prodotte su appositi supporti, utilizzando il metodo di sezione longitudinale e trasversale. Il vantaggio di questo metodo di produzione è che è possibile produrre componenti lunghi fino a 15 metri, oltre che non standard.

  1. Non ci sono cuciture e non vi è alcun rischio di violazione delle regole di installazione.
  2. Con una corretta produzione, la durabilità della struttura monolitica è più elevata.
  1. La cassaforma e gli scaffold sono costosi e il loro dispositivo richiede molto tempo.
  2. Il tempo di costruzione dipende interamente dal tempo di presa del calcestruzzo.
  3. È richiesta la conoscenza del corretto rinforzo.
  4. Il rischio di utilizzare mix di calcestruzzo di scarsa qualità.

Lastre prefabbricate in cemento armato e loro vantaggi:

Le lastre in cemento armato hanno una serie di vantaggi: fabbricati in fabbrica. Veloce e facile da installare.

  1. Fatto in fabbrica, che garantisce già qualità.
  2. Velocità di installazione.
  3. Facilità di installazione.
  • La rigidità è inferiore a quella delle strutture monolitiche.

Lastre da pavimento leggere

  1. Una caratteristica di questi prodotti è che possono sopportare gli stessi carichi del solito con uno spessore e un peso minori.
  2. Il carico sulla fondazione diminuisce, il che consente di creare una fondazione meno potente e quindi risparmiare denaro.
  3. Aumenta l'altezza della stanza.
  4. Il costo di consegna è ridotto, poiché il numero di strutture portate sopra il volo aumenta a causa della diminuzione di peso e spessore.
  5. Il costo di tali componenti al di sotto del normale.

Installazione di solette

Per l'installazione della lastra, è necessario: una gru, rottami, malta cementizia, cazzuola.

Montare la soletta senza attrezzature speciali è impossibile. I sistemi di piccole dimensioni pesano più di 500 kg e non possono fare a meno di una gru. Per il montaggio sono previste quattro cerniere di montaggio o raccordi liberi, posizionati in apposite scanalature.

Strumenti, materiali e tecnologia di installazione:

  1. Gru di sollevamento
  2. Lom.
  3. Malta di cemento
  4. Cazzuola.

La fase di lavoro durante l'installazione delle solette

Schema di installazione della soletta.

  1. La superficie su cui poggeranno la sovrapposizione, rivestita con malta cementizia, che è progettata per garantire la resistenza delle giunture degli elementi costruttivi e prevenire la comparsa di fessurazioni. La soluzione garantisce il trasferimento dell'intero carico dal pavimento al supporto. La malta deve essere applicata immediatamente sulla superficie per evitare che la malta si indurisca. Per preparare la malta la sabbia viene utilizzata solo setacciata. Un piccolo ciottolo può rompere la superficie piatta del soffitto e rovinare tutto il lavoro.
  2. Sul gancio della gru vengono inserite quattro imbracature con ganci, che vengono infilate nei circuiti di installazione del soffitto e creano così una posizione orizzontale della piastra durante l'installazione, che impedisce la rotazione.
  3. Oltre alla gru, sono necessari 2 installatori per l'installazione. Sono impegnati nell'allineamento delle strutture sospese dalla gru e le hanno posate sulla superficie.
  4. Tra i dispositivi montati, si forma una distanza di circa 60 mm, viene versato con la malta per formare un monolite.
  5. Gli anelli di montaggio situati nelle vicinanze sono collegati da una barra di metallo, le cui estremità sono piegate verso l'interno e unite mediante saldatura. Questo risultato è ottenuto da un forte legame che si trova nelle vicinanze.
  6. Le tavole dovrebbero essere supportate su pareti portanti 12-15 cm per pareti in mattoni e 7 cm per calcestruzzo.
  7. Montare il sistema l'uno sull'altro sul lato inferiore.
  8. Al completamento dell'installazione, le facce terminali sono sigillate per proteggerle dal congelamento.

Il sigillo è fatto in diversi modi:

  1. Riempi i vuoti con lana minerale fino a una profondità di 30 cm.
  2. Riempire i vuoti con una soluzione di cemento di 25 cm o installare tappi di cemento.
  3. Chiudere i vuoti utilizzando un mattone di riempimento e malta, e poi chiuderlo con la malta.

Le estremità sono chiuse nei piatti, supportate da pareti interne del capitale. È meglio eseguire questi lavori prima dell'installazione. Sovrapposizione sovrapposta in dimensioni ridotte.

Va ricordato che il soffitto può essere posato solo sulle pareti portanti interne ed esterne. Tutti gli altri vengono montati dopo l'installazione delle solette. La superficie inferiore è un soffitto per posizionare il pavimento inferiore, quindi sono montati con il lato liscio verso il basso e il lato ruvido verso l'alto.

Il supporto deve essere livellato in altezza su uno stato piatto. Ottieni questo con un livello.

Trasporto e magazzinaggio

  1. Il supporto del prodotto dovrebbe essere l'intero piano sul corpo o sui prodotti.
  2. Lungo i bordi del prodotto stendere la striscia di legno ad una certa distanza (25 cm).
  3. È necessario preparare una superficie piana per la conservazione e lo stoccaggio.
  4. Il prodotto non deve essere in contatto con il terreno.
  5. Proteggere dalle precipitazioni.

Inoltre, si deve tenere presente che il carico dovrebbe essere uniforme e simmetrico.