Cavi riscaldanti: tipi e loro caratteristiche

Il riscaldamento via cavo è la tecnologia più semplice ed efficace che consente a varie strutture (a partire dal tetto e termina con le tubazioni) di mantenere le loro prestazioni a basse temperature. Diversi tipi di cavi scaldanti sono presentati sul mercato moderno: tutti hanno le loro caratteristiche, i vantaggi e gli svantaggi che devono essere considerati nella scelta.

Il riscaldamento è un cavo caratterizzato da resistenza elettrica regolabile. La caratteristica principale di questo tipo è la capacità di controllare il riscaldamento, e la funzione principale è la trasformazione dell'energia elettrica in calore.

Tipi di cavo di riscaldamento

Tutta la varietà di prodotti via cavo sul mercato russo può essere suddivisa in due grandi gruppi: modelli resistivi e autoregolatori. Considera ogni opzione in modo più dettagliato.

Cavi scaldanti resistivi

Classici del genere, che sta gradualmente perdendo la sua posizione sotto l'assalto di soluzioni più moderne. Uno degli indubbi vantaggi dei prodotti resistivi: costi accessibili. Indipendentemente dalla sottospecie di cui stiamo parlando, l'elenco delle caratteristiche di base viene mantenuto: i modelli sono offerti in vendita con parametri di potenza e lunghezza costanti. È vietato tagliare il prodotto in più pezzi, poiché la resistenza in questo caso diminuirà e la temperatura dei nuclei aumenterà (e diventerà più accettabile) - tutto ciò naturalmente porterà al surriscaldamento e alla rottura del circuito. Pertanto, creando un progetto, è necessario inizialmente calcolare in modo chiaro la lunghezza richiesta del filo.

Oltre ai bassi costi, i modelli resistivi possono vantare anche vantaggi come un semplice dispositivo, facilità di installazione, stabilità delle caratteristiche durante l'intero periodo di funzionamento, un elevato livello di affidabilità.

Esistono diversi tipi di cavi resistivi:

  1. Single core Il design più semplice con un guscio esterno resistente al calore, sotto il quale è nascosta la treccia di rame. Sotto la treccia c'è l'isolamento che protegge il nucleo conduttivo del riscaldamento. I prodotti single core vengono utilizzati solo per creare loop chiusi. La loro installazione è abbastanza semplice e non richiede il coinvolgimento di specialisti.
  2. Due conduttori. Sono un analogo della versione precedente con l'unica differenza che stiamo parlando di due core come i principali elementi strutturali. Se non hai bisogno di un circuito chiuso, mentre il criterio principale - la disponibilità del sistema via cavo in termini finanziari, questa è una grande opzione. Un'estremità del prodotto è collegata all'alimentazione, l'altra è chiusa da una frizione sigillata.
  3. Zone. Struttura standard, potenziata dalla presenza di serpentine di riscaldamento tra i conduttori. Le spirali sono alla stessa distanza con uguale potenza - questo consente di eliminare l'inconveniente principale dei fili resistivi: grazie alle spirali, il prodotto può essere diviso in segmenti (con una certa altezza).

Cavi autoregolanti

La particolarità di questa opzione è la presenza di una matrice autoregolante nella struttura del prodotto, che è costituita da un materiale elastico semiconduttore e si trova tra i conduttori che trasportano corrente. Il livello di resistenza della matrice è determinato dalla temperatura ambiente, che determina il volume di potenza consumata e l'efficienza di riscaldamento. Il filo di calore si assegna solo dove è necessario: se un'area si trova nel ghiaccio, e il secondo - nel calore, il primo sarà più caldo.

Se parliamo dei meriti dei modelli di autoregolamentazione, possiamo distinguere:

  • efficienza energetica. Il cavo non richiederà più energia del necessario;
  • relativa facilità di installazione. Durante la posa dei prodotti, è possibile attraversare parti del cavo: ciò non influirà sul funzionamento del sistema;
  • la capacità di tagliare un prodotto di qualsiasi lunghezza senza pregiudizio dei suoi parametri operativi, potenza;
  • flessibilità ed elasticità. I modelli possono essere utilizzati per riscaldare strutture di qualsiasi forma, tubi di qualsiasi diametro.

Come scegliere un cavo di riscaldamento

Uno dei problemi principali che ogni acquirente di cavi deve affrontare è la questione su quale tipo di prodotto è preferito. Molto dipende da quale metodo di installazione sarà ottimale per il tuo caso. Ad esempio, se si prevede di installare un filo all'interno di un tubo, quando si sceglie un prodotto, è necessario prestare attenzione alla presenza di un giunto terminale sigillato, ad un alto grado di protezione, all'assenza di sostanze nocive nella composizione, che possono essere rilasciate quando riscaldate.

Altri parametri importanti includono:

  • livello di potenza del sistema (calcolato utilizzando una formula speciale). Nel caso di fili resistivi a uno e due conduttori, la lunghezza del prodotto dipenderà anche dalla potenza;
  • la presenza di un rivestimento schermante. Ciò è particolarmente importante quando si tratta di installare il cablaggio nelle case, nei siti in cui vi è molta elettricità, computer, elettrodomestici, nelle fabbriche;
  • marchio. Nel mercato interno ci sono molti produttori decenti, nei cui cataloghi puoi trovare prodotti con qualsiasi caratteristica. I prodotti importati sono noti da molto tempo, poiché sono caratterizzati da qualità, affidabilità e sicurezza impeccabili.

Applicazione del cavo di riscaldamento

Semplicità di installazione e funzionamento, l'universalità del sistema di riscaldamento via cavo provoca un'ampia area di applicazione: con l'aiuto di fili riscaldano tubazioni di diversi diametri, che sono sia sotto che sopra il terreno, tetti, vari disegni.

Ad esempio, i modelli TSA, TSL e RTS (caratterizzati da temperature di riscaldamento affidabili) sono molto popolari. Tutti i modelli hanno un prezzo accessibile. Ma oltre a questi modelli, ci sono prodotti nella gamma aziendale che possono riscaldare fino a 250 ° C.

Conclusione logica

I sistemi di riscaldamento via cavo presentano la più ampia gamma di vantaggi grazie alla possibilità di selezionare un cavo per vari scopi e necessità. Se non è possibile decidere autonomamente sulla scelta del prodotto, è opportuno rivolgersi ai professionisti. Gli specialisti saranno anche in grado di produrre un'installazione di alta qualità.

Cavo di riscaldamento come pavimento caldo

08/03/2017 / Autore: admin

Il sistema di riscaldamento "pavimento caldo" ha da tempo dimostrato la sua efficienza e comfort, quindi è ampiamente utilizzato in tutto il mondo. La domanda fondamentale è quale fonte di energia viene utilizzata per generare calore? Finché c'è una moderna differenza nei prezzi dell'energia, è più economico per una persona bruciare combustibili solidi o idrocarburi, riscaldare l'acqua con il calore risultante e quindi pomparla attraverso i tubi di un pavimento riscaldato. Ma è molto più conveniente usare il cavo scaldante come un pavimento caldo, piuttosto che un complesso sistema di condutture, nodi di raccolta e pompe. Il predominio degli idrocarburi nel mercato dell'energia non durerà per sempre, e più conveniente per la trasmissione e l'uso dell'energia elettrica sarà inevitabilmente utilizzato per riscaldare sempre di più.

Cavo di riscaldamento come pavimento caldo

Programma educativo teorico per il riscaldamento via cavo

Come è noto dal corso di fisica della scuola, la corrente elettrica non è altro che il movimento diretto di particelle cariche sotto l'influenza di un campo elettrico. Se una sostanza ha particelle cariche così libere che possono muoversi, allora è chiamato un conduttore e, in caso contrario, un dielettrico. Quelle sostanze che possono cambiare il numero di particelle a seconda di alcuni fattori esterni sono chiamate semiconduttori. Nei metalli consueti, gli elettroni portano carica, in elettroliti, cationi e anioni, e in gas elettroni e ioni.

Qualsiasi conduttore non consente il flusso di particelle cariche liberamente, ma fornisce una certa resistenza, che è fisicamente spiegata dal fatto che le particelle si scontrano con gli atomi del conduttore, "allentandole", perdendo la loro energia e, di conseguenza, l'energia della corrente elettrica viene parzialmente convertita in energia interna del conduttore, che espresso nel suo riscaldamento.

La capacità di un conduttore di resistere al flusso di corrente elettrica è piuttosto logica, chiamata resistenza.

La base dei cavi scaldanti è la proprietà di conduttori con resistenza a surriscaldarsi quando la corrente elettrica scorre.

Come si può vedere dalla formula, la resistenza dipende dalla resistività, che si riferisce ai dati di riferimento (è costante per un particolare materiale), alla lunghezza del conduttore e all'area della sua sezione trasversale. La resistività di diversi conduttori può essere visualizzata nella tabella.

Resistività dei conduttori principali

È ovvio che per la trasmissione di energia elettrica è necessario utilizzare materiali con la resistenza specifica più bassa - quindi la percentuale di perdite sarà bassa. Questo è alluminio, rame e acciaio di ampia sezione per la produzione di cavi, fili, linee elettriche. In elettronica, usato: argento, oro, stagno, platino.

Se i conduttori vengono utilizzati per il riscaldamento, le proprietà dannose per il trasferimento di energia sono molto utili per ottenere calore, quindi vengono scelti materiali con un'elevata resistenza specifica: tungsteno, nichelcromo, acciaio zincato, varie leghe che il produttore di riscaldatori può mantenere segreti.

Per stimare la quantità di energia termica che un conduttore può liberare quando attraversa una corrente elettrica, viene applicata la legge Joule-Lenz, scoperta nel XIX secolo.

Legge di Joule - Lenz

Secondo questa legge, il calore Q è uguale all'operazione A, e dipende direttamente dal quadrato della resistenza attuale - I, la resistenza - R e l'intervallo di tempo Δt.

Dal diagramma sopra si può vedere che in un circuito chiuso scorre corrente, misurata da un amperometro, e sarà la stessa in ciascuna delle sue parti. Nel serbatoio dell'acqua c'è un elemento riscaldante R, la cui resistenza è maggiore di altri conduttori, in modo che possano essere semplicemente trascurati. Secondo la legge Joule-Lenz, sulla resistenza R verrà emessa una certa quantità di calore, comincerà a riscaldare l'acqua nel serbatoio, mentre in altre parti del circuito il calore non verrà rilasciato. Un reostato può cambiare la corrente nel circuito, rispettivamente, la quantità di calore rilasciata cambierà.

Lo schema dell'esperienza che conferma il funzionamento della legge di Joule - Lenz

È l'azione di questa legge che vediamo sull'esempio di bollitori elettrici, ferri da stiro, caldaie, dove la resistenza dei loro riscaldatori termoelettrici - elementi riscaldanti, è molto più che cablaggio. Pertanto, emettono più calore. Il cavo di riscaldamento è lo stesso riscaldatore, avendo solo una lunghezza maggiore, quindi il calore non è locale, ma lungo l'intera lunghezza del cavo. Il calore assegnato dal cavo viene trasferito a strutture edilizie, inclusa la pavimentazione. I cavi scaldanti possono essere posati nel materiale del massetto, nell'adesivo per piastrelle, in speciali gruppi metallici. I cavi elettrici di derivazione con bassa resistenza sono chiamati "a freddo" o estremità di montaggio.

Classificazione dei cavi scaldanti

Sembrerebbe, cosa è più facile? È necessario prendere un materiale con un'elevata resistività, ricavarne un cavo, calcolare il calore emesso e tutto è pronto. Ma in realtà, questo è ben lungi dall'essere il caso: i cavi scaldanti devono soddisfare una serie di requisiti specifici, che saranno descritti di seguito.

Nei sistemi di riscaldamento via cavo (KSO) può essere utilizzato completamente diverso nel design, materiali utilizzati, la potenza specifica del cavo, a seconda dello scopo:

  • Riscaldamento della stanza. Innanzitutto viene utilizzato il sistema "warm floor", ma vengono utilizzate anche pareti calde e persino un soffitto caldo. Solitamente il riscaldamento a pavimento elettrico rende il comfort o il riscaldamento aggiuntivo nell'appendice del sistema principale. Essendo la principale fonte di calore, il loro uso non è raccomandato a causa della non redditività e nella maggior parte dei casi è inaccettabile, poiché nessuna organizzazione di fornitura di energia rilascia un'autorizzazione per la potenza assegnata.

È comodo non solo camminare sul pavimento caldo, ma anche sedersi sopra

  • I tetti e le grondaie riscaldate sono i più efficaci con l'aiuto dei cavi scaldanti, poiché risparmiano costose riparazioni sul tetto ed eliminano anche le lesioni causate dalla caduta dei ghiaccioli.

Il tetto riscaldato estende la sua durata

  • Portico riscaldato, scale, rampe, l'ingresso al garage, lo spazio sotto l'ingresso del cancello della casa. In inverno, i benefici del comfort e della sicurezza quando si applica la CSR in questi luoghi sono palpabili.

Sulla veranda riscaldata non sarà mai scivoloso.

  • Condotte di riscaldamento nelle case private. I tubi devono sempre essere posizionati al di sotto della profondità del congelamento del terreno, ma accade che nei punti di uscita, il passaggio attraverso le fondamenta, anche l'isolamento termico non aiuta a proteggere i tubi dal congelamento. Cavi riscaldanti: la migliore salvezza.

Cavo di riscaldamento resistivo

Il nome stesso di questo tipo di cavo indica che si tratta di un carico resistivo, una sorta di conduttore allungato con una resistenza costante superiore alla resistenza dei "cavi freddi": potenza e installazione. Il riscaldamento avviene con rame conduttivo o da una lega speciale, conduttori di riscaldamento chiusi in isolamento. Uno schermo di treccia di rame o rivestimento di lamina con un nucleo di drenaggio viene necessariamente applicato sopra l'isolamento.

Lo schermo svolge funzioni molto importanti:

  • Lo schermo riduce la radiazione elettromagnetica, che è caratteristica di tutti i conduttori con corrente, in particolare alternata.
  • Lo schermo è collegato a terra (conduttore PE), che fa parte del sistema di equalizzazione potenziale (EMS). Se si verifica un'interruzione dell'isolamento, le correnti di dispersione si chiuderanno sullo schermo e andranno a terra, il che proteggerà la persona da shock elettrico. Inoltre, questo attiverà il funzionamento degli interruttori automatici e dei dispositivi a corrente residua (RCD).

I cavi resistivi per le loro prestazioni sono:

La struttura dei cavi resistivi di riscaldamento

  • Cavo resistivo conduttivo singolo - un conduttore viene utilizzato per il riscaldamento. Questo è il tipo più economico di cavo scaldante e richiede un'attenta installazione, poiché l'inizio e la fine di questo cavo dovrebbero convergere in un punto ed essere collegati a speciali dispositivi di controllo - termostati.
  • Un cavo scaldante a due fili nella parte centrale ha due conduttori chiusi in uno scudo. Allo stesso tempo, entrambi i nuclei possono essere riscaldati, o un nucleo è riscaldato, e l'altro rifornimento o come viene chiamato - restituibile. Alla fine della sezione del cavo bipolare c'è uno speciale accoppiamento terminale che collega due fili di riscaldamento e un cavo isolante. I vantaggi di un cavo a due conduttori sono ovvi: per la sua installazione è sufficiente che sia posato in una configurazione a serpente, senza la necessità di tornare al termostato. Il livello di radiazione elettromagnetica in un cavo a due fili è molto inferiore a quello di un cavo a nucleo singolo, poiché le correnti fluiscono nei fili di riscaldamento. Ovviamente, tali cavi sono più costosi.

I cavi di resistenza sono venduti in sezioni prefabbricate che hanno una lunghezza fissa che non può essere modificata. Perché? Il fatto è che la caratteristica più importante di qualsiasi cavo scaldante è la densità di potenza, assegnata da un metro di cavo. Dovrebbe essere nell'intervallo di 10-20 W / m e in ogni caso non di più, poiché ciò porterà al surriscaldamento del cavo e al suo guasto. Ad esempio, quando si accorcia la metà di un cavo resistivo, la resistenza diminuisce della metà, il che secondo la legge Joule-Lenz porta ad un aumento duplice della quantità di calore e il materiale del cavo non è progettato per questo.

Kit cavo resistivo a lunghezza fissa con kit di montaggio

La lunghezza della sezione è selezionata in base ai calcoli. I produttori producono kit con lunghezze di sezione da 10 a 110 metri, quindi è sempre possibile selezionare il cavo richiesto con la densità di potenza richiesta. Ci sono cavi resistivi su bobine da cui è possibile tagliare qualsiasi lunghezza, ma questa è la prerogativa di specialisti in grado di eseguire i calcoli necessari.

Vantaggi del cavo scaldante resistivo:

  • Costo ragionevole
  • Costanza delle caratteristiche.
  • L'assenza di correnti di spunto non richiede l'uso di interruttori di tipo speciale C.

Gli svantaggi di un cavo resistivo sono:

  • In caso di installazione errata sussiste il pericolo di surriscaldamento locale, che potrebbe causare guasti ai cavi.
  • L'impossibilità di ridurre la lunghezza del cavo scaldante senza modificare le caratteristiche.
  • Il cavo deve fornire i parametri necessari per il trasferimento di calore.

Cavo di zona (sezione) resistivo

Lo sviluppo di cavi resistivi di riscaldamento ha evoluto l'invenzione di un cavo zonale (sezionale), in cui due conduttori a bassa resistenza, chiusi in isolamento, corrono lungo il centro. Una bobina di filo ad alta resistenza è avvolta sui conduttori. Dopo un certo periodo (di solito 1 metro), questo cavo viene collegato alternativamente a uno e quindi a un altro conduttore centrale. Ovviamente, in questo caso, ogni sezione (zona) sarà un elemento di riscaldamento indipendente dalle altre, come la connessione parallela di resistori.

Cavo di zona

Cavo di zona

economia

Facile installazione

Sistema di sicurezza

Vantaggi dei cavi della zona Heatus

Facile da installare

Nei cavi di zona gli elementi riscaldanti Heatus lunghi 1 metro sono disposti in zone. Sulle aree di confine contrassegnate da segni speciali, è consentito tagliare questo cavo. Queste caratteristiche di design giocano un ruolo importante: il cavo è facile da tagliare in diverse lunghezze, che è necessario per l'installazione su gradini, percorsi, coperture. L'indipendenza dalla lunghezza fissa consente di risparmiare sugli acquisti di prodotti, questo vantaggio è preso da un cavo zonale da un cavo autoregolante.

La gomma siliconica viene utilizzata come isolamento interno ed esterno. Questo materiale ha un'eccellente flessibilità, quindi il cavo scaldante elastico si fissa facilmente su qualsiasi superficie complessa: valvole, serbatoi, elementi di copertura e oggetti di riscaldamento non standard.

Durevole e protetto

Il cavo di riscaldamento zona Heatus è isolato in modo sicuro con una guaina in silicone, che ne consente l'installazione in condizioni di bassa temperatura (fino a -60 ° C). Inoltre, ha una resistenza alle alte temperature fino a (+ 230 ° C), è protetto dall'esposizione a reagenti chimici, radiazioni ultraviolette e umidità.

La guaina in silicone fornisce anche un isolamento elettrico affidabile. Il cavo è difficile da danneggiare meccanicamente, ma anche se danneggiato, non assorbe acqua sotto la guaina, come un cavo resistivo e autoregolante.

Il cavo di zona ha una struttura parallela. Questo design consente al cavo di mantenere pienamente le sue prestazioni, anche con danni parziali.

durevole

La durata del cavo Heatus è fornita dalla lega di nichel-cromo del nucleo riscaldante e dalla struttura del conduttore parallelo. L'ultima proprietà del cavo zonale è ereditata da cavi resistivi a potenza costante, che proteggono in modo affidabile e per lungo tempo gli oggetti industriali e domestici dal congelamento.

Sotto il marchio Heatus, vengono prodotte due modifiche del cavo elettrico zonale: intrecciato e senza. Ciò consente al produttore di offrire ai consumatori prodotti di diverse fasce di prezzo. Allo stesso tempo, un prezzo più basso per un cavo di zona senza messa a terra non influisce sulla sua durata. Pertanto, i prodotti Heatus sono così richiesti in situazioni che richiedono un lavoro impeccabile per diversi decenni: nei problemi di riscaldamento a pavimento, riscaldamento del terreno in produzione e antighiaccio.

2 tipi di cavo scaldante: come e cosa scegliere, vantaggi e svantaggi, opzioni per l'uso

Stanco di lavare i ghiaccioli dal tetto della tua casa privata ogni inverno? Il ghiaccio intasa lo scarico, i tubi delle fognature e le tubature dell'acqua regolarmente falliscono? I tuoi figli corrono a piedi nudi sul pavimento quando fuori-30 gradi? Tutti questi problemi risolveranno facilmente il cavo di riscaldamento. Facile da installare ed efficace nel lavoro, diventerà il tuo miglior assistente nella stagione fredda. Pavimenti riscaldati, tetti puliti, protezione dalla formazione di ghiaccio sui gradini del portico, tempera riscaldata del calcestruzzo e tubi affidabili: questa è la garanzia del comfort della vostra casa di campagna privata.

Allora, cos'è un cavo di riscaldamento? I suoi componenti principali sono un flessibile conduttore di metallo con alta resistenza, uno schermo e uno strato di materiale protettivo. Tuttavia, esistono diversi tipi di cavi scaldanti che presentano caratteristiche, vantaggi e svantaggi specifici.

Quale cavo scaldante scegliere?

Cavo di riscaldamento resistivo

Questo tipo di cavo scaldante è un conduttore metallico (singolo nucleo) o due (forte) racchiuso in isolamento. Tale cavo è l'opzione più economica per un cavo di riscaldamento, ed è venduto sotto forma di sezioni (bobine) di lunghezza fissa, progettate per un'area specifica. Quando si installa richiede necessariamente un termostato.

Ricordate! Un cavo resistivo non può essere tagliato (tranne uno zonale e quindi la sua lunghezza minima è 1,5-2m), cioè, non può essere accorciato o allungato indipendentemente, poiché il produttore calcola la lunghezza e la resistenza richieste dei conduttori durante la sua fabbricazione. Ad esempio, se un cavo di questo tipo viene ridotto, si surriscalda e si guasta.

Un cavo resistivo a conduttore singolo crea uno sfondo elettromagnetico dannoso per l'uomo, superando più volte quello naturale. La caratteristica principale di un cavo scaldante single-core è la presenza di due "estremità fredde" per il collegamento alla rete elettrica, ovvero, quando si installa l'impianto di riscaldamento, la seconda estremità deve essere riportata all'inizio (viene creato un sistema chiuso).

Concludiamo da quanto sopra che un cavo resistivo a conduttore singolo può essere utilizzato solo in locali non residenziali (serre, coperture, portico per strada, ecc.), Ed è più difficile installarlo da soli, in quanto è necessario fare un calcolo esatto del modello di posa e restituire la seconda estremità di alimentazione al termostato.

Forte cavo resistivo. Questo tipo di cavo è esente da alcuni errori single-core. Ha un nucleo conduttivo, grazie al quale viene ridotto il livello di radiazioni nocive. Inoltre, il cavo bipolare non ha estremità "fredde", cioè non è necessario collegare la seconda estremità alla rete elettrica, rendendo così più facile l'installazione del riscaldamento.

svantaggi:

  • Non compatto Questi cavi sono disponibili in settori di dimensioni fisse. Non possono essere tagliati - questo porterà ad un aumento della resistenza e del surriscaldamento del sistema.
  • Facilmente fallisce Quando lo sporco si accumula sul luogo o quando due cavi si incrociano, il risultato è lo stesso: surriscaldamento e guasto.
  • La complessità della riparazione. Anche se una piccola area è danneggiata, sarà necessario sostituire l'intero cavo scaldante.
  • Assicurarsi di utilizzare il termostato, altrimenti il ​​cavo si surriscalda e il sistema si guasta.

Vantaggi del cavo resistivo:

  • Alta potenza
  • Flessibilità.
  • Il bilancio.
  • Lunga durata utile (in condizioni ideali).

Pertanto, un cavo resistivo è una buona opzione per il riscaldamento di sistemi chiusi, monolitici che non vengono spazzolati e che non devono essere riassemblati ogni pochi anni.

Cavo di zona resistivo

È una versione migliorata del resistivo. Inoltre, viene attivato e disattivato dai sensori di temperatura, suddivisi in zone più piccole. Ciò consente l'installazione e la riparazione in condizioni più confortevoli.

Il cavo di riscaldamento di zona per i tubi è un po 'più costoso rispetto alla versione resistiva, ma è molto più conveniente per lavorare con l'approvvigionamento idrico e le fognature. Tuttavia, un tale cavo trasporta anche detriti e può bruciare.

Cavo scaldante autoregolante

Oggi è la versione più progressiva del cavo scaldante. È costituito da due conduttori, tra i quali lungo l'intera lunghezza è presente un elemento di resistenza dipendente dalla temperatura (matrice) che reagisce a un cambiamento di temperatura e cambia la resistenza. Il controllo della potenza avviene indipendentemente sull'intera lunghezza del cavo in base alla temperatura ambiente di ogni sezione del cavo. All'aumentare della temperatura ambiente, l'uscita del cavo diminuisce. A causa di questa possibilità di autoregolazione, si evita il surriscaldamento delle singole sezioni del cavo, così come quando è attraversato o in contatto con un altro cavo. A causa dell'alimentazione parallela di tensione all'intero cavo scaldante, può essere accorciata o riparata ovunque. Questo facilita la progettazione e l'installazione sul posto. sotto l'influenza di queste vibrazioni.

I vantaggi del cavo autoregolante.

  1. Cavi più resistenti dal punto di vista economico in energia elettrica (potenza costante) a causa del fatto che in diverse parti del filo produce potenza diversa, ma solo in combinazione con il sensore termico.
  2. Più sicuro e protetto dal surriscaldamento dovuto alla matrice dei semiconduttori. È possibile installare il cavo nella sovrapposizione (ricade su se stesso) senza organizzare il raffreddamento in tali luoghi.
  3. Convenienza nell'installazione, riparazione e può essere tagliato in contrasto con il cavo resistivo (non è necessario pagare più del dovuto per contatori aggiuntivi).
  4. Può essere utilizzato senza termostato, ma è meglio installarlo con un termostato per aumentare la durata e risparmiare energia, poiché riscalda anche a una temperatura positiva.
  5. Lunga durata utile (vita della matrice di 10-15 anni).

Svantaggi.

  1. Prezzo elevato, rispetto allo stesso cavo resistivo.

Il cavo scaldante autoregolante è l'ideale per il riscaldamento dei tubi. Può essere tagliato, non ha paura del surriscaldamento, riesce facilmente ad affrontare accumuli di detriti e sporcizia. Tuttavia, il cavo scaldante autoregolante non è economico. La questione della scelta tra qualità e prezzo, ognuno decide autonomamente.

Ulteriori criteri di selezione per il cavo di riscaldamento.

Al momento dell'acquisto di un cavo, prestare attenzione alla presenza di treccia, se non, quindi tali prodotti non sono molto affidabili. La treccia dà a un filo una protezione aggiuntiva contro i danni, anche la treccia è messa a terra.

La seconda cosa a cui devi prestare attenzione è il guscio esterno (materiale). La guaina in poliolefina è adatta per il riscaldamento del tetto e degli scarichi, se il cavo è progettato per l'utilizzo in un ambiente aggressivo o per l'isolamento dalle radiazioni ultraviolette, scegliere l'isolamento in fluoropolimero.

Si noti che quando si posa il cavo all'interno del tubo dell'acqua vale la pena scegliere un cavo con guaina di materiale fluoroplastico.

Il prossimo passo è determinare la potenza desiderata. I cavi a bassa temperatura scaldano fino a 65 gradi e hanno una capacità fino a 15 W / m, i cavi a media temperatura riscaldano fino a 120 gradi e una potenza di 10-35 W / m, e i cavi scaldanti ad alta temperatura riscaldano fino a una temperatura di 190 gradi con una potenza di 15-95 W / m.

La classe di fili ad alta temperatura non è adatta per l'uso in abitazioni private, è utilizzata principalmente per esigenze industriali.

Quando scegli il potere, consulta meglio gli esperti o gli addetti alle vendite, ad esempio, quando acquisti un cavo debole, perdi solo tempo e denaro, e quando acquisti più potente del necessario, pagherai più del dovuto per l'elettricità e probabilmente danneggi la struttura del riscaldamento ( tubo, per esempio).

Cavi di riscaldamento

Attualmente, il cavo scaldante è ampiamente utilizzato per creare sistemi di riscaldamento elettrico di alta qualità. La sua funzione principale è quella di convertire la corrente elettrica che lo attraversa nel calore ordinario. I vantaggi dei sistemi basati sul cavo scaldante comprendono risparmio in termini di manutenzione, semplicità e facilità di installazione. I moderni sistemi di riscaldamento basati su cavi scaldanti sono ampiamente utilizzati nell'industria e per le esigenze domestiche.

Fondamentalmente, i cavi scaldanti sono usati per riscaldare tubi e condotte, vari serbatoi, serbatoi e altri oggetti tecnologici; riscaldamento di piattaforme di fronte a case o di fronte a cottage, prevenzione della formazione di ghiaccio sui tetti, per creare sistemi "pavimento caldo".

Esistono tre tipi di cavi scaldanti: resistivo, zona e cavo autoregolante. Ognuno di questi due tipi ha i suoi vantaggi e svantaggi. Tuttavia, è il cavo scaldante autoregolante che è più utilizzato nei moderni sistemi di riscaldamento elettrico per regolare il trasferimento di calore e risparmiare notevolmente energia.

Cavo di riscaldamento resistivo

Il principio di funzionamento di un cavo di riscaldamento resistivo, come suggerisce il nome, dipende esclusivamente da una resistenza costante costante lungo l'intera lunghezza. Il calore in un cavo resistivo emette un nucleo metallico. La sicurezza del cavo è garantita da un isolamento affidabile.

Una caratteristica distintiva di questo tipo di cavo è la sua maggiore elasticità, che gli consente di assumere la forma desiderata. Elasticità rende possibile posizionarlo su superfici di qualsiasi configurazione. Il cavo di riscaldamento resistivo fornisce un maggiore apporto di calore e, se necessario, può essere disposto in più strati. Un tale cavo viene solitamente tagliato in fabbriche sotto forma di sezioni di cavo prefabbricate di una certa lunghezza, dotate di giunti speciali. Gli svantaggi di questo tipo di cavo includono l'impossibilità di controllare il trasferimento di calore. Ciò significa che esiste un'alta probabilità di spreco di energia. Inoltre, il cavo resistivo richiede attenzione: rimuovere i detriti per evitare il surriscaldamento.

Cavo di riscaldamento zona

Contiene due conduttori isolati in parallelo. Sopra i nuclei conduttivi, viene applicata una spirale di filo con una grande resistenza ohmica, che si chiude alternativamente attraverso le finestre di contatto, quindi con un nucleo conduttivo, formando elementi di riscaldamento paralleli - "zone". Ogni "zona" è un riscaldatore indipendente con una lunghezza di circa 1 m.

La potenza termica dei cavi resistivi e zonali è praticamente indipendente dalla temperatura. Per garantire il funzionamento a lungo termine e affidabile di questi tipi di cavi, è molto importante garantire le condizioni di progettazione del trasferimento di calore in modo da non causare surriscaldamenti inaccettabili.

Cavo scaldante autoregolante

In contrasto con il cavo di riscaldamento autoregolante resistivo fornisce un consumo energetico economico; ha una potenza massima elevata; può essere tagliato in pezzi di qualsiasi lunghezza, risparmiando materiali e costi di installazione.

Un cavo autoregolante può variare la potenza in uscita in ciascuna delle sue sezioni, a seconda della temperatura ambiente. L'elemento principale di questo cavo è una speciale matrice di plastica. La generazione specifica di calore, da 6 a 100 W / m, può variare lungo la lunghezza della sezione a seconda della perdita di calore effettiva. Pertanto, ogni sezione del cavo è adattata alle condizioni esterne. La dissipazione del calore è normalizzata in condizioni rigorosamente definite ed è solitamente inclusa nel nome del cavo.

Il cavo autoregolante ha due conduttori paralleli. I conduttori sono circondati da plastica conduttiva, in cui viene generato calore. Per la plastica, la dipendenza della conducibilità dalla temperatura è caratteristica e il coefficiente di temperatura della resistenza di plastica conduttiva è un ordine di grandezza maggiore di quello del rame o dell'acciaio. Questo è ciò che consente al cavo di autoregolare la potenza termica. Inoltre, questo tipo di cavo può cambiare il proprio potere localmente, solo nella zona di surriscaldamento. Questa proprietà consente di rendere sicuri i sistemi di riscaldamento per condotte e serbatoi, compresi quelli con condizioni di trasferimento del calore che variano lungo la lunghezza della condotta.

Il cavo autoregolante è più costoso, e questo è forse il suo unico inconveniente. Tuttavia, con una progettazione corretta, il costo dei sistemi basati su di esso supera il costo del sistema sui cavi resistivi solo del 15-25%, poiché i cavi di distribuzione sono richiesti di meno. Ma la cosa principale - tali sistemi sono più affidabili ed economici.

Non dovresti aver paura che il cavo autoregolante si spenga, anche se è sovrapposto o si è riempito di fogliame. Il cavo stesso regola automaticamente la potenza assegnata in base all'algoritmo ottimale. L'elettricità non è sprecata. Un tale cavo autoregolante è significativamente più costoso, ma è anche più durevole e affidabile nel funzionamento.

Confronto delle caratteristiche del cavo di riscaldamento

Cavo di riscaldamento come pavimento caldo

Il sistema di riscaldamento "pavimento caldo" ha da tempo dimostrato la sua efficienza e comfort, quindi è ampiamente utilizzato in tutto il mondo. La domanda fondamentale è quale fonte di energia viene utilizzata per generare calore? Finché c'è una moderna differenza nei prezzi dell'energia, è più economico per una persona bruciare combustibili solidi o idrocarburi, riscaldare l'acqua con il calore risultante e quindi pomparla attraverso i tubi di un pavimento riscaldato. Ma è molto più conveniente usare il cavo scaldante come un pavimento caldo, piuttosto che un complesso sistema di condutture, nodi di raccolta e pompe. Il predominio degli idrocarburi nel mercato dell'energia non durerà per sempre, e più conveniente per la trasmissione e l'uso dell'energia elettrica sarà inevitabilmente utilizzato per riscaldare sempre di più.

Cavo di riscaldamento come pavimento caldo

Programma educativo teorico per il riscaldamento via cavo

Come è noto dal corso di fisica della scuola, la corrente elettrica non è altro che il movimento diretto di particelle cariche sotto l'influenza di un campo elettrico. Se una sostanza ha particelle cariche così libere che possono muoversi, allora è chiamato un conduttore e, in caso contrario, un dielettrico. Quelle sostanze che possono cambiare il numero di particelle a seconda di alcuni fattori esterni sono chiamate semiconduttori. Nei metalli abituali, gli elettroni trasportano carica, in elettroliti, cationi e anioni, e in gas elettroni e uno.

Qualsiasi conduttore non consente il flusso di particelle cariche liberamente, ma fornisce una certa resistenza, che è fisicamente spiegata dal fatto che le particelle si scontrano con gli atomi del conduttore, "allentandole", perdendo la loro energia e, di conseguenza, l'energia della corrente elettrica viene parzialmente convertita in energia interna del conduttore, che espresso nel suo riscaldamento.

La capacità di un conduttore di resistere al flusso di corrente elettrica è piuttosto logica, chiamata resistenza.

La base dei cavi scaldanti è la proprietà di conduttori con resistenza a surriscaldarsi quando la corrente elettrica scorre.

Come si può vedere dalla formula, la resistenza dipende dalla resistività, che si riferisce ai dati di riferimento (è costante per un particolare materiale), alla lunghezza del conduttore e all'area della sua sezione trasversale. La resistività di diversi conduttori può essere visualizzata nella tabella.

Resistività dei conduttori principali

È ovvio che per la trasmissione di energia elettrica è necessario utilizzare materiali con la resistenza specifica più bassa - quindi la percentuale di perdite sarà bassa. Questo è alluminio, rame e acciaio di ampia sezione per la produzione di cavi, fili, linee elettriche. In elettronica, usato: argento, oro, stagno, platino.

Se i conduttori vengono utilizzati per il riscaldamento, le proprietà dannose per il trasferimento di energia sono molto utili per ottenere calore, quindi vengono scelti materiali con un'elevata resistenza specifica: tungsteno, nichelcromo, acciaio zincato, varie leghe che il produttore di riscaldatori può mantenere segreti.

Per stimare la quantità di energia termica che un conduttore può liberare quando attraversa una corrente elettrica, viene applicata la legge Joule-Lenz, scoperta nel XIX secolo.

Legge di Joule - Lenz

Secondo questa legge, il calore Q è uguale all'operazione A, e dipende direttamente dal quadrato della resistenza attuale - I, la resistenza - R e l'intervallo di tempo Δt.

Dal diagramma sopra si può vedere che in un circuito chiuso scorre corrente, misurata da un amperometro, e sarà la stessa in ciascuna delle sue parti. Nel serbatoio dell'acqua c'è un elemento riscaldante R, la cui resistenza è maggiore di altri conduttori, in modo che possano essere semplicemente trascurati. Secondo la legge Joule-Lenz, sulla resistenza R verrà emessa una certa quantità di calore, comincerà a riscaldare l'acqua nel serbatoio, mentre in altre parti del circuito il calore non verrà rilasciato. Un reostato può cambiare la corrente nel circuito, rispettivamente, la quantità di calore rilasciata cambierà.

Lo schema dell'esperienza che conferma il funzionamento della legge di Joule - Lenz

È l'azione di questa legge che vediamo sull'esempio di bollitori elettrici, ferri da stiro, caldaie, dove la resistenza dei loro riscaldatori termoelettrici - elementi riscaldanti, è molto più che cablaggio. Pertanto, emettono più calore. Il cavo di riscaldamento è lo stesso riscaldatore, avendo solo una lunghezza maggiore, quindi il calore non è locale, ma lungo l'intera lunghezza del cavo. Il calore assegnato dal cavo viene trasferito a strutture edilizie, inclusa la pavimentazione. I cavi scaldanti possono essere posati nel materiale del massetto, nell'adesivo per piastrelle, in speciali gruppi metallici. I cavi elettrici di derivazione con bassa resistenza sono chiamati "a freddo" o estremità di montaggio.

Classificazione dei cavi scaldanti

Sembrerebbe, cosa è più facile? È necessario prendere un materiale con un'elevata resistività, ricavarne un cavo, calcolare il calore emesso e tutto è pronto. Ma in realtà, questo è ben lungi dall'essere il caso: i cavi scaldanti devono soddisfare una serie di requisiti specifici, che saranno descritti di seguito.

Nei sistemi di riscaldamento via cavo (KSO) può essere utilizzato completamente diverso nel design, materiali utilizzati, la potenza specifica del cavo, a seconda dello scopo:

  • Riscaldamento della stanza. Innanzitutto viene utilizzato il sistema "warm floor", ma vengono utilizzate anche pareti calde e persino un soffitto caldo. Solitamente il riscaldamento a pavimento elettrico rende il comfort o il riscaldamento aggiuntivo nell'appendice del sistema principale. Essendo la principale fonte di calore, il loro uso non è raccomandato a causa della non redditività e nella maggior parte dei casi è inaccettabile, poiché nessuna organizzazione di fornitura di energia rilascia un'autorizzazione per la potenza assegnata.

È comodo non solo camminare sul pavimento caldo, ma anche sedersi sopra

  • Il riscaldamento del tetto e delle grondaie è più efficace con l'aiuto dei cavi scaldanti, in quanto evitano costose riparazioni del tetto ed eliminano anche il razzismo causato dalla caduta dei ghiaccioli.

Il tetto riscaldato estende la sua durata

  • Portico riscaldato, scale, rampe, l'ingresso al garage, lo spazio sotto l'ingresso del cancello della casa. In inverno, i benefici del comfort e della sicurezza con l'uso della CSR in questi luoghi sono palpabili.

Sulla veranda riscaldata non sarà mai scivoloso.

  • Condotte di riscaldamento nelle case private. I tubi devono sempre essere posizionati al di sotto della profondità del congelamento del terreno, ma accade che nei punti di uscita, il passaggio attraverso le fondamenta, anche l'isolamento termico non aiuta a proteggere i tubi dal congelamento. Cavi riscaldanti: la migliore salvezza.

Cavo di riscaldamento resistivo

Il nome stesso di questo tipo di cavo indica che si tratta di un carico resistivo, una sorta di conduttore allungato con una resistenza costante superiore alla resistenza dei "cavi freddi": potenza e installazione. Il riscaldamento avviene con rame conduttivo o da una lega speciale, conduttori di riscaldamento chiusi in isolamento. Uno schermo di treccia di rame o rivestimento di lamina con un nucleo di drenaggio viene necessariamente applicato sopra l'isolamento.

Lo schermo svolge funzioni molto importanti:

  • Lo schermo riduce la radiazione elettromagnetica, che è caratteristica di tutti i conduttori con corrente, in particolare alternata.
  • Lo schermo è collegato a terra (conduttore PE), che fa parte del sistema di equalizzazione potenziale (EMS). Se si verifica un'interruzione dell'isolamento, la perdita si chiuderà sullo schermo e andrà a terra, il che proteggerà la persona dalle scosse elettriche. Inoltre, questo attiverà il funzionamento degli interruttori automatici e dei dispositivi a corrente residua (RCD).

I cavi resistivi per le loro prestazioni sono:

La struttura dei cavi resistivi di riscaldamento

  • Cavo resistivo conduttivo singolo - un conduttore viene utilizzato per il riscaldamento. Questo è il tipo più economico di cavi scaldanti necessari per un'attenta installazione, poiché l'inizio e la fine di questo cavo dovrebbero convergere in un punto ed essere collegati a speciali dispositivi di regolazione - termostati.
  • Un cavo scaldante a due fili nella parte centrale ha due conduttori chiusi in uno scudo. Allo stesso tempo, entrambi i nuclei possono essere riscaldati, o un nucleo è riscaldato, e l'altro rifornimento o come viene chiamato - restituibile. Alla fine della sezione del cavo bipolare c'è uno speciale accoppiamento terminale che collega due fili di riscaldamento e un cavo isolante. I vantaggi di un cavo a due conduttori sono ovvi: per la sua installazione è sufficiente che sia posato in una configurazione a serpente, senza la necessità di tornare al termostato. Il livello di radiazione elettromagnetica in un cavo a due fili è molto inferiore a quello di un cavo a nucleo singolo, poiché le correnti fluiscono nei fili di riscaldamento. Ovviamente, tali cavi sono più costosi.

I cavi di resistenza sono venduti in sezioni prefabbricate che hanno una lunghezza fissa che non può essere modificata. Perché? Il fatto è che la caratteristica più importante di qualsiasi cavo scaldante è la densità di potenza, assegnata da un metro di cavo. Dovrebbe essere nell'intervallo di 10-20 W / m e in ogni caso non di più, poiché ciò porterà al surriscaldamento del cavo e al suo guasto. Ad esempio, quando si accorcia la metà di un cavo resistivo, la resistenza diminuisce della metà, il che secondo la legge Joule-Lenz porta ad un aumento duplice della quantità di calore e il materiale del cavo non è progettato per questo.

Kit cavo resistivo a lunghezza fissa con kit di montaggio

La lunghezza della sezione è selezionata in base ai calcoli. I produttori producono kit con lunghezze di sezione da 10 a 110 metri, quindi è sempre possibile selezionare il cavo richiesto con la densità di potenza richiesta. Ci sono cavi resistivi su bobine da cui è possibile tagliare qualsiasi lunghezza, ma questa è la prerogativa di specialisti in grado di eseguire i calcoli necessari.

Vantaggi del cavo scaldante resistivo:

  • Costo ragionevole
  • Costanza delle caratteristiche.
  • L'assenza di correnti di spunto non richiede l'uso di interruttori di tipo speciale C.

Gli svantaggi di un cavo resistivo sono:

  • In caso di installazione errata sussiste il pericolo di surriscaldamento locale, che potrebbe causare guasti ai cavi.
  • L'impossibilità di ridurre la lunghezza del cavo scaldante senza modificare le caratteristiche.
  • Il cavo deve fornire i parametri necessari per il trasferimento di calore.

Cavo di zona (sezione) resistivo

Lo sviluppo di cavi resistivi di riscaldamento ha evoluto l'invenzione di un cavo zonale (sezionale), in cui due conduttori a bassa resistenza, chiusi in isolamento, corrono lungo il centro. Pove rx prvodnikov ha avvolto una spirale di filo ad alta resistenza. Dopo un certo periodo (di solito 1 metro), questo cavo viene collegato alternativamente a uno e quindi a un altro conduttore centrale. Ovviamente, in questo caso, ogni sezione (zona) sarà un elemento di riscaldamento indipendente dalle altre, come la connessione parallela di resistori.

Schema del cavo scaldante resistivo zonale

Vantaggi di un cavo zonale:

  • Lo stesso cavo di alimentazione specifico per l'intera lunghezza.
  • Caratteristiche di stabilità
  • All'inizio non consuma grandi correnti.

Svantaggi del cavo resistivo zonale:

  • Pericolo di surriscaldamento locale.
  • La necessità di garantire il trasferimento di calore.
  • Maggior prezzo rispetto ai cavi resistivi convenzionali.

Tappetini riscaldanti

Per facilitare il processo di posa di un pavimento caldo, il produttore realizza speciali tappetini riscaldanti, dove il cavo con il passo richiesto è fissato alla griglia del polimero. Tali materassini sono molto comodi da posare su una base piatta prima di posare le piastrelle di ceramica. Possono essere montati direttamente nello strato di adesivo per piastrelle, questo è il loro principale vantaggio. È vero, dobbiamo monitorare attentamente che non ci sono cavità d'aria che causano il surriscaldamento locale.

I tappetini riscaldanti in mesh polimerico facilitano il processo di installazione.

Nelle stanze con una geometria complessa, potrebbe essere difficile stendere le stuoie. Questo è il loro principale svantaggio.

Cavo scaldante autoregolante

L'ammiraglia tra tutti i cavi scaldanti è un cavo scaldante autoregolante, che può modificare la temperatura di riscaldamento e, quindi, la dissipazione del calore in base alla temperatura ambiente.

Una speciale matrice polimerica con proprietà a semiconduttore viene pressata tra due conduttori. Quando la temperatura diminuisce, la matrice si restringe, ma in essa si formano molti percorsi di trasferimento di calore con alta resistenza. La corrente che scorre provoca il riscaldamento della matrice e del cavo. All'aumentare della temperatura, il polimero si espande e il numero di percorsi di corrente diminuisce e, alla fine, arriva un momento in cui le correnti diventano trascurabili, il che porta alla cessazione del riscaldamento del cavo. Ogni sezione del cavo funziona in modo autonomo.

Il cavo autoregolante stesso "sceglie" dove e come riscaldare

Sopra il polimero semiconduttore c'è uno strato di isolamento resistente al calore, quindi uno schermo di rame o acciaio e un altro strato isolante. Ogni cavo ha la propria dipendenza dalla potenza lineare (specifica) della temperatura e viene selezionato in base alle condizioni operative e allo scopo.

Dipendenza della potenza termica di vari cavi autoregolanti sulla temperatura

I vantaggi dei cavi autoregolanti:

  • Risparmio energetico, che si verifica a causa del riscaldamento di aree insufficientemente calde.
  • Indipendenza della densità di potenza dalla lunghezza del cavo.
  • Questo cavo "perdona" errori di montaggio. Anche la sovrapposizione dei cavi non porterà a surriscaldamento e guasti.

Svantaggi dei cavi autoregolanti:

  • Questi cavi hanno elevate correnti di avviamento, soprattutto se vi sono zone fredde lunghe. Ciò rende necessario installare interruttori di protezione di classe C, che consentono picchi di corrente di dieci volte rispetto a picchi nominali di corrente.
  • La matrice di semiconduttori polimerici ha una durata limitata.
  • Il prezzo elevato di tali cavi spesso rende il loro utilizzo un beneficio dubbio.

Cavo di riscaldamento come pavimento caldo

Quando si pianifica la sistemazione di un riscaldamento a pavimento elettrico nei locali, è necessario prima decidere quale funzione eseguirà.

Cavo di riscaldamento per riscaldamento a pavimento

I pavimenti caldi ad azione diretta si trovano solitamente in uno strato sottile del massetto direttamente davanti al rivestimento del pavimento, ad esempio, in uno strato di adesivo per piastrelle. Il compito principale di tali pavimenti è il riscaldamento rapido della superficie del pavimento ad una temperatura confortevole di 24-27 ° C. A tale scopo, sono ideali tappetini con un cavo sottile e cavi resistivi single-core o bipolari. Le caratteristiche desiderate possono essere trovate nella tabella.

Scelta della tabella del cavo scaldante richiesto

La potenza installata richiesta viene raggiunta dalla fase di posa del cavo in modo tale che su un metro quadro venga installato così tanto cavo che fornirà la potenza necessaria. A seconda dell'area della stanza, viene calcolata la lunghezza totale del cavo di riscaldamento. Il metodo di calcolo del pavimento caldo è riportato in un articolo separato su questo argomento.

L'isolamento termico non può essere utilizzato in pavimenti riscaldati diretti, o può avere uno spessore minimo, poiché il loro compito è di riscaldare la superficie e non il riscaldamento principale. Quando i pavimenti in legno sono riscaldati, l'isolamento viene applicato tra i ritardi, così come una speciale rete metallica che distribuisce il calore e uno schermo di alluminio che riflette il calore verso il rivestimento del pavimento.

Schema di riscaldamento per pavimenti in legno

Cavo di riscaldamento per riscaldamento a pavimento ad accumulo termico

I piani di accumulo termico richiedono un isolamento obbligatorio, poiché riscaldano il massetto in calcestruzzo di notevole spessore: da 5 a 15 cm, che accumulano calore. Tali pavimenti sono meglio riscaldati durante le tariffe elettriche ridotte, e in altri momenti il ​​calore verrà gradualmente trasferito nella stanza. Uno spesso strato di isolamento riduce significativamente la perdita di calore.

È meglio realizzare tali pavimenti in quelle stanze dove verranno posati rivestimenti ad alta resistenza termica: parquet, laminato, moquette. Quindi il trasferimento di calore avverrà molto delicatamente, il che non farà che aumentare il comfort. Un simile sistema di riscaldamento a pavimento può già funzionare come riscaldamento principale.

Cavo di riscaldamento incorporato in un massiccio massetto

Piegare le pile di pavimenti caldi nello strato intermedio del massetto, per una distribuzione più uniforme dell'energia termica. La tabella mostra che il cavo per un tale sistema dovrebbe essere utilizzato con una maggiore densità di potenza in combinazione con una rete metallica, che contribuirà a distribuire il calore e sarà un elemento di rinforzo del massetto. Considerando che il cavo sarà nascosto in uno spesso strato del massetto, che fornirà un dissipatore di calore, è preferibile utilizzare un cavo resistivo bipolare con una potenza specifica di 20 W / m per l'accumulo di riscaldamento a pavimento. È possibile utilizzare anche il cavo autoregolante, ma il suo prezzo è 3-5 volte superiore a quello resistivo.

L'uso di tali sistemi di riscaldamento è limitato per due motivi:

  • Il costo del riscaldamento con energia elettrica è ancora elevato rispetto al riscaldamento a gas.
  • La potenza assegnata a un appartamento oa una casa potrebbe semplicemente non essere sufficiente per riscaldare il riscaldamento a pavimento accumulato.

Requisiti generali per i cavi scaldanti a pavimento

I requisiti tecnici provvisori del 2003 regolano l'applicazione dei cavi scaldanti. Da questo lungo documento faremo gli estratti più importanti.

  • Per uso personale si consiglia di utilizzare la CSR solo per comodità e aggiunte al sistema di riscaldamento principale.
  • Nei pavimenti caldi ad azione diretta e per il riscaldamento a pavimento del cavo di legno non si dovrebbe avere una potenza nominale di oltre 2 kilowatt.
  • Nei piani termo-accumulatori e con scale e rampe esterne riscaldate, la potenza nominale massima del cavo è di 4 kilowatt.
  • La regola del ferro deve essere osservata: una stanza - un cavo. Le eccezioni sono camere di oltre 25 metri quadrati. m.
  • Il cavo di riscaldamento non deve essere trasferito ad altre stanze.
  • Il cavo scaldante non deve essere posato su mobili permanenti.
  • Insieme ai cavi scaldanti sono sempre presenti strisce di montaggio e altri accessori. Che dovrebbero essere usati, nessun dilettante non è il benvenuto.

Il cablaggio deve essere conforme a determinate regole.

  • Il cavo deve essere posto sotto forma di un serpente e le regole devono essere seguite:
    • Contatto, intersezione, torsione e formazione di anelli sul cavo non sono consentiti.
    • Dai bordi dell'area di posa ai bordi del cavo dovrebbe esserci una distanza che non sia inferiore al passo di posa.
    • Il cavo deve avere una distanza di almeno 50 mm da strutture metalliche e elementi di cablaggio, 30 mm da strutture in legno e almeno 500 mm da elementi di altri sistemi di riscaldamento.
    • Il passo di posa dovrebbe essere sempre superiore a 6-10 diametri esterni.
    • La distanza tra le sezioni del cavo posato deve essere maggiore o uguale alla fase di posa.
    • L'intera parte calda del cavo dovrebbe essere in un materiale uniforme.
    • Per il cavo all'interno del massetto, il passo non supera i 20 cm e nei piani di azione diretta - 10 cm.
  • Tutti i cavi devono essere collegati tramite un termostato con un sensore di temperatura. Il collegamento diretto alla rete è consentito solo in casi eccezionali per cavi autoregolanti.

Schema di collegamento del riscaldamento a pavimento del termostato

  • Il termostato dovrebbe essere posizionato ad una distanza di 0,5-1,5 metri dal pavimento.
  • Il sensore di temperatura del pavimento deve essere posizionato a una distanza di almeno 0,5 metri dalle pareti, collegato solo con fili di rame posizionati in un tubo di plastica o metallo corrugato.
  • Tutti i collegamenti dei cavi di riscaldamento e di alimentazione devono essere eseguiti sui termostati, nelle scatole di derivazione e sui quadri elettrici mediante morsetti. Non è consentita la rotazione.
  • I cavi di alimentazione devono essere protetti da appositi interruttori automatici con valori nominali appropriati e per proteggere le persone è imperativo utilizzare un RCD con una corrente differenziale non superiore a 30 mA.

Il collegamento dei cavi scaldanti deve avvenire tramite RCD e interruttore automatico