Span arcate con sbuffi

Gli archi con sbuffi possono essere utilizzati sia in sovrastrutture con guida verso il basso, sia in caso di aumento della carreggiata rispetto ai punti di ancoraggio degli archi.

Le strutture di span formate da archi con sbuffi sono usate raramente per le stesse ragioni delle campate con archi ordinariamente distanziati verso l'esterno. Uno dei motivi per l'appropriatezza dell'uso di tali span può essere il loro merito architettonico.

La combinazione rigida degli archi delle singole strutture di campata in una costruzione continua limita la libertà di movimento e rotazione delle loro sezioni di supporto, grazie al quale gli sforzi di progettazione negli archi e nei soffi sono un po 'ridotti, la rigidità verticale delle strutture di span aumenta, la linea della loro deviazione dal carico verticale è liscia, che è particolarmente importante per la ferrovia ponti.

Un esempio di una struttura a campata formata da archi con sbuffi, con relativo rispetto ai nodi di supporto degli archi, la posizione della carreggiata e dei bum, può servire da ponte stradale sul fiume. Mosca al villaggio. Conversazioni (Fig. 5.4), costruita nel 1953 secondo il progetto dell'Istituto centrale di ricerca di Design Steel. Il ponte ha tre campate. Le campate laterali sono bloccate da archi in cemento armato.

Fig. 5.4 - Ponte stradale sul fiume. Mosca, 1953: 1 - piano della cella di fascio; 2 - collegamenti sulla cinghia superiore; 3 - fattoria di collegamento verticale di distribuzione

Per ridurre la spinta squilibrata trasmessa dagli archi della campata centrale ai pilastri durante il caricamento con un carico verticale temporaneo, è stata presa una decisione costruttiva che può servire da esempio di approccio ingegneristico creativo alla scelta della struttura di span: la campata centrale era bloccata con archi al livello della carreggiata. Serraggio fissato agli archi dopo raskalivalivaniya. La spinta dal carico costante della luce media è completamente percepita dai supporti, bilanciando la spinta dal carico costante trasmesso ai supporti dagli archi in cemento armato delle campate laterali. Per eliminare l'effetto delle deformazioni dei supporti del ponte, causato dal carico costante, sulle forze negli elementi degli archi metallici, la loro cinghia inferiore nella sezione di blocco è stata chiusa dopo lo scarico degli archi. Pertanto, gli archi metallici funzionano a tre cerniere per un carico costante. Il carico verticale temporaneo viene trasmesso agli archi, collegati a livello della carreggiata da sbuffi. Tuttavia, a causa dell'impossibilità di estendere liberamente i soffi, la spinta causata dal carico temporaneo viene distribuita tra i supporti e gli sbuffi in un rapporto che dipende dalla conformità elastica dei supporti e dal cambiamento di temperatura.

Nei ponti a tre campate che hanno una campata media molto più grande rispetto ai ponti laterali, può essere consigliabile combinare archi con sbuffi nella campata centrale con raggi travi nei ponti laterali collegati con gli archi al sistema continuo.

Nelle campate degli schemi considerati (vedi Fig. 5.4) dei tralicci ad arco, è possibile semplificare la produzione in fabbrica, ma le distanze tra le sospensioni risultano essere diverse. Pertanto, i raggi trasversali della carreggiata, che ha un pannello di lunghezza costante, devono essere sostenuti da sbuffi fuori dai punti di attacco delle sospensioni a loro. Di conseguenza, i puff funzionano non solo per lo stretching, ma anche per la flessione. Questo fa sì che aumentino la loro altezza e l'area della sezione trasversale. Così, per esempio, il serraggio delle strutture a campata ad arco di un ponte stradale (vedi Fig. 5.4) ha una sezione a due sezioni con un'altezza di circa 1 m, che ha una rigidità a flessione sufficientemente elevata attorno all'asse orizzontale.

Una soluzione costruttiva razionale per campate di questo tipo è l'uso di travi longitudinali e una piastra ortotropa in acciaio della carreggiata come un serraggio.

Un esempio è la struttura di campata originale di un ponte stradale attraverso la r. Il mio in Germania, eretto nel 1964 (Fig. 5.5). Usa un sistema combinato sotto forma di un arco rigido e un serraggio duro. Ciascuno degli archi della sovrastruttura è formato da due tubi (1) con un diametro di 2 me uno spessore di parete di 20 mm. I tubi ad arco sono interconnessi per l'intera lunghezza da un diaframma longitudinale continuo (4), lungo l'asse dell'arco (5). Le pareti dei tubi sono rinforzate dall'interno con nervature longitudinali (3). In corrispondenza delle giunzioni delle sezioni di tubi posizionate vicino ai punti di attacco all'arco delle sospensioni (6), sono installati diaframmi interni ed esterni (2). Le staffe di sospensione sono fissate alle ultime viti (6).

Figura 5.5 - Diagramma e sezione trasversale dell'estensione del ponte attraverso la r. Il mio, 1964

La maggiore rigidità degli archi dal loro piano (λ = 23,5) ha reso possibile abbandonare il dispositivo tra gli archi di collegamenti, che, se la distanza tra gli archi è di 36 m, sarebbe strutturalmente difficile da attuare. Le estremità dei tubi che formano gli archi sono saldate direttamente e con l'aiuto di fogli di forma longitudinale (7) alla piastra ortotropica della carreggiata, che ha un maggiore spessore del foglio orizzontale nelle sezioni terminali ed è rinforzata con ulteriori costolature trasversali.

Questo progetto fornisce un trasferimento affidabile della spaziatura dell'arco ad un sistema costituito da una piastra ortotropica e sei travi longitudinali sufficientemente potenti (vedi Fig. 5.5).

Il secondo esempio della soluzione di costruzione originale della campata, che utilizza archi con sbuffi, è un ponte combinato sullo stretto di Fehmarn-Belt, costruito nel 1963 (Fig. 5.6). La campata principale di 284,4 m è bloccata da una struttura a campata con archi disposti obliquamente, a cui, con l'ausilio di sospensioni flessibili, il disegno della carreggiata è sospeso, percependo la diffusione degli archi (Fig. 5.7).

Fig. 5.6 - Ponte sullo stretto di Fehmarn-Belt, 1963

Il ponte è progettato per il trasporto ferroviario e su strada in un unico livello. La disposizione delle vie di trasporto è stata forzatamente resa asimmetrica rispetto all'asse della campata (vedi Fig. 5.7), che ha portato a una distribuzione molto disomogenea del carico ferroviario pesante tra gli archi (più dell'80% del carico cade sull'arco più vicino alla ferrovia). Per il coinvolgimento di archi disposti in modo obliquo nel lavoro di squadra, vengono combinati per tutto il terzo medio dello span in un'unica struttura (vedi Fig. 5.6). Con le sospensioni verticali e le dimensioni degli archi adottati dalle condizioni di resistenza e stabilità, la rigidità della sovrastruttura era insufficiente. Pertanto, sono state installate staffe di sospensione flessibili in funi di acciaio, inclinate in due direzioni (vedere Fig. 5.7). Per fornire un carico di trazione per le sospensioni con un carico costante, gli sforzi in cui hanno linee d'influenza a due cifre, sono artificialmente aumentati dal lato della linea ferroviaria ponendo tra le travi longitudinali che sostengono il binario, zavorra sotto forma di rottami metallici e cemento.

Fig. 5.7 - Sezione trasversale della campata combinata: 1 - arco; 2 - sospensione; 3 - ringhiera: 4 - trave trasversale; 5 - piastra ortotropica in acciaio; 6 - travi longitudinali; 7 - l'asse della strada: 8 - l'asse della sovrastruttura; 9 - asse ferroviario

A causa di tali misure, gli archi con sbuffi sul carico mobile temporaneo funzionano come tralicci a reticolo multiplo con una cinghia superiore curvilinea e rigida. Hanno perso l'opportunità di avere una deflessione a forma di S durante il caricamento di una parte dello span con un carico temporaneo. Le deviazioni sono diventate non ambigue e il loro massimo stimato nel mezzo dello span è solo 1 /1995 span, con poco più della metà di questa deflessione si verifica a causa dell'elongazione elastica delle sospensioni, e il resto a causa della deformazione degli archi e del serraggio, il cui ruolo è svolto dal disegno della carreggiata della sovrastruttura.

Arco triangolare a tre cerniere con serraggio rialzato

Nei tetti a mansarda, i sistemi a traliccio appesi vengono spesso utilizzati con una trazione rialzata (figura 59). Questo sistema ripete il primo schema di progetto, solo il serraggio in esso è stabilito non lungo il fondo delle gambe del rafter, ma si sposta verso l'alto e più alto è il serraggio, più lo sforzo di trazione percepisce. In generale, un arco a tre cardini è una struttura non controversa. Le travi sono supportate sul mauerlat secondo lo schema dei supporti mobili girevoli, cioè il supporto del fondo delle travi è fatto come un cursore. Con un carico uniformemente distribuito sulle pendenze del tetto, il sistema è abbastanza stabile, ma quando il carico su una delle pendenze diminuisce, può perdere stabilità e strisciare nella direzione di carico maggiore. Pertanto, per dare stabilità all'arco, è meglio fare i cingolati con la rimozione della fine della trave oltre il muro. L'uso di altri tipi di cursori richiede l'uso di misure complesse per rendere il sistema più stabile.

Fig. 59. Arco triangolare a tre cerniere con tirante rialzato. Il gruppo di fissaggio sollevato alla gamba del rafter

Le travi sono considerate travi a campata unica (il serraggio alzato non viene preso come supporto) e vengono calcolate come elementi piegati a compressione. Al fine di non modificare la sezione trasversale delle travi, il calcolo della forza di condotta per la massima forza di compressione e il momento flettente massimo. Il calcolo della rigidità (deflessione) viene eseguito per span tra le estremità della trave e il serraggio. Un'elevata spinta nella mansarda è calcolata come una curvatura allungata, nel tetto mansardato - un elemento allungato. Il fissaggio di un inalatore a una gamba del rafter è fatto da una cicuta con mezza cagliata con chiusura costruttiva con un bullone o in mezzo-legno o sovrapposizione con bullonatura. Nel primo caso, il bullone è installato in modo costruttivo con un diametro di 12-14 mm, nel secondo, i bulloni devono essere contati per essere tranciati dalla forza di trazione. Quando si fissa il dispositivo di fissaggio alla gamba del rafter con un mezzo bastardo, quest'ultimo deve essere controllato calcolando una sezione indebolita. Per fare ciò, vi è un momento flettente che agisce sulla gamba del rafter al posto della rientranza del soffio e su di essa viene verificata la dimensione della sezione trasversale della trave ridotta dall'orlo, indipendentemente dal fatto che possa resistere in questo momento o fallire.

Va anche notato che il legname essiccato dovrebbe essere usato per i tagli delle padelle e delle padelle. In caso contrario, il serraggio verrà disattivato dal lavoro a causa della differenza nella quantità di ritiro del legno lungo e attraverso le fibre. Nel serraggio, l'altezza diminuisce e nella dimensione del raid del nido di propilene rimane quasi la stessa. Se si crea un grande carico sulle pendenze del tetto, la travata dovrebbe essere leggermente dispersa e schiacciare gli spazi vuoti che appaiono durante il processo di essiccazione del legno. Dal momento che non abbiamo bisogno di cambiamenti così inaspettati del tetto, dovremmo usare il legno secco in anticipo.

Le formule fornite nella figura come illustrazione mostrano che aumentando l'altezza dell'arco (che si trova nel denominatore) con una luce costante si riduce la spinta trasmessa all'inalazione. E la lunghezza della campata, al contrario, è nel numeratore, e anche nella dipendenza quadratica, cioè, il suo aumento con un'altezza costante aumenta bruscamente la spinta.

Nei tetti a mansarda, il serraggio, più spesso, funge anche da trave per il fissaggio del soffitto del soffitto mansardato. Questo serraggio può essere protetto dal cedimento installando la sospensione. Per brevi sbuffi e carichi leggeri, la sospensione è composta da una coppia di pannelli inchiodati al bordo dell'arco e del bullone su entrambi i lati.

Se si aumenta la lunghezza del serraggio alzato per impedire la sua deflessione, è possibile installare due o tre ganci. Allo stesso tempo, non è necessario mettere nessun morsetto (non quei carichi), le giunture dei chiodi saranno sufficienti, ma devono essere progettate per una cesoia dalla forza di trazione e distribuite su tutte le sospensioni. Se il serraggio si aggancia lungo la lunghezza, quindi, per il suo fissaggio, è necessario un morsetto. È anche necessario con un aumento significativo del carico sul serraggio.

Un tiro caricato con un controsoffitto trasmette il peso del soffitto alle gambe del rafter, aumentandone la compressione. La sollecitazione di compressione totale del piede reticolare inferiore viene ottenuta aggiungendo la sollecitazione di compressione dal carico esterno e il carico dal serraggio. Allo stesso tempo, a causa dell'effetto del peso del serraggio e del carico su di esso, appare un momento flettente sulle travi, che deve anche essere preso in considerazione. Caricando la lunghezza del peso di serraggio della sovrapposizione del sottotetto, l'intero sistema di tralicci è molto carico. È meglio non fare il calcolo di tali sistemi, è una prerogativa dei progettisti. Il sistema è necessariamente controllato per la flessibilità della cintura superiore, tenendo conto delle eccentricità casuale e proiettata lungo gli assi degli elementi, che possono filtrare tutti gli elementi strutturali e allungarli in stringhe o, al contrario, piegarli in un arco e distruggere l'intero tetto.

Costruzione di case

Spesso, il costruttore si trova di fronte al compito di costruire un soffitto ad arco, sistemando un tetto a cupola o un originale ponte "gibboso" sopra un laghetto che sta diventando una forma architettonica di piccole dimensioni sempre più popolare. In questo caso, nella maggior parte dei casi, i maestri non si preoccupano di calcoli complessi, utilizzando due quantità note anche a un settimo selezionatore. Questi valori sono la larghezza della campata, che viene successivamente sovrapposta all'arco e l'altezza dell'arco, che viene calcolata determinando la distanza tra una linea orizzontale immaginaria tracciata tra i punti in cui l'arco è puntato e il punto più alto dell'arco. Secondo gli esperti, questi valori non sono sufficienti per equipaggiare un arco affidabile con alte prestazioni. Il ruolo principale nella progettazione del soffitto ad arco è dato alla scelta dei materiali da cui verrà costruito l'arco, e il calcolo dell'arco associato, la cui correttezza determina le sue caratteristiche prestazionali successive. Seguendo queste raccomandazioni, è possibile progettare un soffitto ad arco affidabile, che sarà una soluzione eccellente e non solo diversificherà il design dell'appartamento, ma diventerà anche un'eccellente decorazione del design del paesaggio del giardino. Gli specialisti in questo campo faranno facilmente tutti i calcoli necessari, ma cosa succede se non puoi usare i loro servizi e devi fare tutto da solo? In questo caso, utilizza i nostri consigli per aiutarti a gestire l'attività nel modo più efficiente possibile.

contenuto

Sistemi ad arco da un punto di vista professionale

Dal punto di vista degli specialisti degli ingegneri, le strutture arcuate sono chiamate sistemi di natura spezzata o curvilinea, sugli elementi di supporto di cui agiscono carichi verticali, che portano a reazioni oblique dirette all'interno dell'apertura. La componente orizzontale di tale reazione di supporto è spinta, il che indica che i sistemi ad arco sono strutture spaziali. Questa è la loro principale differenza dalle travi che sperimentano solo il normale stress meccanico. Nella costruzione moderna, gli archi sono usati come le principali strutture di sostegno degli edifici per vari scopi, siano essi costruzioni economiche, industriali o agricole, con una luce da 12 a 70 m. Per quanto riguarda l'edilizia straniera, la costruzione di campate ad arco è ancora più sviluppata in questo settore, che consente di costruire archi fino a 100 m o più.

Classificazione degli archi: varietà principali

In accordo con lo schema statico, distinguere tra archi incernierati, a doppia cerniera e a tre cerniere;

Inoltre, l'estremità di supporto dell'arco può essere collegata a un'asta orizzontale, percependo un carico orizzontale e chiamato serraggio. Il calcolo dell'arco con un soffio è alquanto diverso dal calcolo di un arco a doppia cerniera o di un arco a tre cardini senza serraggio.

Ognuno di questi tipi ha i suoi vantaggi e svantaggi e, pertanto, il design è selezionato dal progettista, che calcolerà l'arco a tre cardini, tenendo conto dei requisiti di resistenza imposti su di esso, i materiali utilizzati per la sua progettazione e le attività architettoniche assegnate su questo o quel disegno.

In accordo con lo schema del cuscinetto, ci sono archi con un soffio e archi senza sbuffo. Se il primo percepisce la spinta, allora la spinta di quest'ultimo viene trasmessa ai supporti. La produzione di serraggio viene eseguita dal profilo acciaio o rinforzo. Se l'arco verrà utilizzato in ambienti aggressivi che promuovono la corrosione del metallo, è consentito utilizzare soffi di legno incollati.

Nella forma di distinto:

  • Archi triangolari, costituiti da semiaruok dritto. Il calcolo dell'arco triangolare non è difficile, e puoi farlo da solo;
  • Archi pentagonali;
  • Archi segmentali, gli assi dei semi-archi che si trovano su un cerchio comune;
  • Archi di lancette, costituiti da diversi semi -ari, i cui assi si trovano su due cerchi;

Come calcolare l'arco a tre cardini con serraggio: raccomandazioni di specialisti

Se si prevede di installare un archetto, il calcolo e la progettazione non causeranno molte difficoltà, poiché per la loro produzione è preferibile utilizzare fogli di materiale da costruzione di dimensioni enormi, come compensato, cartongesso o pannelli OSB. I più grandi indicatori delle loro larghezze sono rispettivamente di 250 e 120 cm, che consente di disegnare semplicemente un arco su un foglio di materiale e tagliare almeno due componenti delle travi di supporto. In conclusione, questi archi sono rivestiti con materiale in foglio, dopo di che possiamo presumere che l'arco sia pronto. Nonostante la velocità e la facilità di installazione degli archi con questo metodo, ha i suoi svantaggi, tra cui una grande quantità di materiale speso per i rifiuti, la decoratività dell'arco finito e l'incapacità della struttura di sostenere il carico.

La disposizione delle strutture ad arco diventa molto più complicata se il master deve affrontare il compito di montare l'arco su un ampio spazio (fino a diversi metri) o un arco in grado di resistere ai carichi più elevati. A causa del fatto che è difficile trovare materiali sul mercato delle costruzioni, le cui dimensioni consentono l'installazione di un tale arco, è costruito come una struttura compositiva composta da più parti. A questo proposito, il master si trova di fronte al compito di calcolare con precisione l'arco e determinare le dimensioni delle sue parti.

Come accennato in precedenza, gli archi si distinguono in base a parametri quali forma, dimensione e altezza e, prima di realizzare il progetto dell'arco in legno, è necessario comprendere chiaramente il design e le dimensioni approssimative dell'arco desiderato. Tenendo conto di questi parametri, è più facile determinare la scelta dei materiali per la sua installazione e i calcoli successivi.

I dilettanti, avendo sentito la frase "calcolo dell'arco", sono spesso spaventati, ma i calcoli in questo caso sono semplici e basati sull'uso di formule scolastiche dalla geometria. Inoltre, per facilitare i calcoli, è necessario disegnare sulla carta millimetrata il contorno dell'arco in scala leggermente ridotta. Dopodiché, crea un arco di dimensioni reali, con il quale potrai eseguire calcoli più efficaci, dal momento che puoi allegare una cosiddetta copia dell'arco al luogo della sua installazione e valutare la correttezza dei calcoli. Per la fabbricazione del modello, è possibile utilizzare un cartone spesso, compensato o foglio di fibra.

Le strutture ad arco occupano una vasta nicchia nell'architettura, e il loro uso è l'argomento più ampio che non può essere abbracciato in un articolo. In questo materiale, vedremo la produzione di un arco in un appartamento o in una casa privata, poiché la tradizionale apertura rettangolare, progettata sotto forma di arco, diventerà un dettaglio esclusivo dell'interno dell'appartamento, che lo distingue in modo favorevole dagli altri appartamenti.

Considera un esempio del calcolo di un arco a tre cardini:

Nella maggior parte dei casi, indipendentemente dall'esperienza del maestro, conosce tre parametri dell'arco, tra cui la larghezza della campata coperta dall'arco, l'altezza dell'arco e la profondità (larghezza) del muro. Il master deve affrontare il compito di calcolare i parametri dei dettagli dell'arco, assemblandoli in un'unica struttura ad arco e fissandoli saldamente.

Metodo numero 1 - empirico

Nonostante il calcolo dell'arco abbia inizio con il calcolo del raggio della sua circonferenza, l'arco non rappresenta sempre un arco di un cerchio. Ci sono situazioni in cui l'arco è costituito da due archi (questo si riferisce agli archi, realizzati in stile gotico) o sono caratterizzati da contorni asimmetrici. In questo caso, il calcolo di ciascun arco dell'arco viene effettuato separatamente. Ma torniamo al calcolo della circonferenza dell'arco. È più conveniente produrre su carta, riducendo la dimensione, ad una scala di, ad esempio, 1:50. Dopo aver preparato la carta e le bussole, disegnare una porta sul foglio tenendo conto della scala e disegnare un asse di simmetria che divide l'apertura a metà. Successivamente, l'asse della bussola dovrebbe essere cambiato posizionando la gamba con l'ago direttamente sull'asse di simmetria. Successivamente, è necessario disegnare alcuni archi e, scegliendo il più ottimale, rimuovere il resto con una gomma.

Per dimostrare più chiaramente questo esempio, disegniamo un arco dell'arco:

dove R è il raggio del cerchio dell'arco, e L è la metà della corda d'arco, mentre la dimensione della corda corrisponde alla lunghezza della distanza dell'arco. Come per H, questo indicatore mostra l'altezza della salita dell'arco.

Metodo numero 2 - matematico

Per eseguire un calcolo matematico del raggio della circonferenza dell'arco, utilizzare il teorema di Pitagora, in base al quale:

R = L2 + (R2 - H2)

R = L2 + (R - H) 2

Espandendo il binomio, trasformiamo l'espressione nella forma:

R2 = L2 + R2 - 2HR + H2

Sottrai R da entrambe le parti e ottieni:

L2 + H2 - 2HR = 0

Trasferisci l'articolo con R per il segno di uguale:

2RH = L2 + H2

E infine, otteniamo la R desiderata:

R = (L2 + H2) / 2H

È importante! La formula per calcolare il raggio dell'arco è R = (L2 + H2) / 2H, dove R è il raggio dell'arco, H è l'altezza dell'arco, L è la metà della corda dell'arco (la lunghezza della distanza dell'arco).

Dato che l'arco è costituito da più parti, per la fabbricazione di cui è necessario utilizzare una tavola di una certa larghezza, calcoleremo la dimensione della parte, che può essere fatta di una tavola con dimensioni specifiche. Per questo è necessario risolvere il problema inverso. Tenendo conto del raggio noto dell'arco e dell'altezza della sua ascesa (in questo caso è la larghezza della tavola), calcoliamo la lunghezza massima possibile della parte che può essere fatta di una tavola con una certa larghezza, cioè calcoliamo la lunghezza dell'arco. A causa del fatto che dai calcoli precedenti conosciamo già alcuni rapporti, deriviamo la seguente formula:

L2 = 2RH - H2

HR - H2

Per realizzare correttamente l'arco, è necessario preparare qualche altro dettaglio, tenendo conto del fatto che dovranno essere uniti durante il processo di installazione. Il metodo di docking è selezionato in base allo scopo dell'arch. Praticato l'uso di parti in testa sulle "guance" dell'arco e l'attracco dei due archi, tenendo conto dello spostamento della metà.

Nel processo di calcolo dei dettagli, è necessario considerare quale lato dell'arco, a seconda della sua posizione in relazione alle parti, è soprattutto ciò che ci interessa (interno o esterno). In poche parole, dobbiamo capire come i dettagli del cuscinetto dell'arco saranno posizionati in relazione all'arco stesso. Ad esempio, quando si organizza un tetto a cupola, le parti portanti della struttura ad arco si troveranno sotto l'arco e, quando verrà installato il caveau ad arco, sarà più alto. Ci sono situazioni in cui è necessario equipaggiare un arco bilaterale. In quest'ultimo caso, il calcolo dei dettagli dell'arco produrrà l'arrotondamento più piccolo.

Se durante l'operazione, l'arco trasporta carichi elevati, è necessario rinforzarlo con l'aiuto di varie travi e cordini installati tra i nodi dell'arco. Pertanto, è possibile equipaggiare la farm di trasporto, che è in grado di sopportare carichi elevati.

Se si decide di disporre l'arco in stile gotico, è necessario determinare il raggio dell'arco alle estremità nel modo più preciso possibile. In questo caso, semplificherete il vostro compito usando il metodo empirico di calcolo dell'arco, con il quale selezionate sperimentalmente il punto d'arco, quindi disegnate una linea parallela al muro da questo punto, misurate la distanza risultante e disegnate una linea della stessa lunghezza dall'altro lato. Quindi la gamba della bussola viene posizionata su questa linea, viene determinata la distanza (raggio) e, spostandosi in basso o in alto parallelamente alla linea, determinano il punto in cui la linea del muro e l'arco dell'arco si uniscono attraverso il secondo arco (più piccolo). Sul secondo lato del disegno è necessario fare lo stesso.

Per facilitare il tuo compito e rendere il calcolo dell'arco il più efficiente possibile, puoi realizzare diversi disegni e scegliere quello più adatto. Come hai già capito, gli esempi sopra riportati del calcolo dell'arco sono lontani dagli unici, e ci sono altri metodi di calcolo, tuttavia, il metodo empirico mostra chiaramente come sarà l'arco dopo l'installazione. Inoltre, nel processo di calcolo, è possibile regolare facilmente il disegno fino a ottenere il risultato desiderato.

Dopo aver fatto il disegno e aver verificato la sua correttezza, è necessario creare un modello di arco, utilizzando il quale è possibile assemblare facilmente qualsiasi struttura ad arco.

Qualche parola sulla scelta del materiale per l'arco

Per la produzione dell'arco, è possibile utilizzare vari materiali, tra cui il metallo (il calcolo dell'arco metallico è realizzato in modo leggermente diverso), così come il mattone e il calcestruzzo, ma il modo più semplice ed economico è quello di fabbricare l'arco dal cartongesso. A causa del fatto che l'arco in mattoni e cemento sarà molto pesante, è necessario montare la gabbia di rinforzo per esso. L'armatura cede facilmente alla flessione e tu senza sforzo sarai in grado di saldare una cornice da essa. Dopodiché, usando un perforatore, è necessario praticare dei fori nelle pareti, inserire dei perni e saldare un telaio ad arco.

Realizzare l'arco in cartongesso è molto più semplice e veloce, ma la struttura finita sarà meno resistente rispetto alle sue controparti in mattoni o cemento. Per fare questo, è necessario realizzare una cornice di profili di stagno, allinearli con cartongesso su ciascun lato e utilizzare dei segmenti per placcare l'apertura interna (per la loro fabbricazione il cartongesso viene tagliato da un lato, curvo e infine fissato con viti autofilettanti). I bordi formati devono essere levigati con mastice.

Il calcolo dell'arco in mattoni: i punti principali

Per calcolare un arco di mattoni, è anche necessario creare un modello in fibra di legno, la cui qualità determina in gran parte le caratteristiche delle prestazioni e l'aspetto del futuro arco in mattoni. Prima di tutto, è necessario calcolare la dimensione del modello, che richiederà la conoscenza della larghezza dell'apertura ad arco. Ad esempio, la larghezza dell'apertura ad arco è 15.000 mm.

Poiché la larghezza del modello dovrebbe essere 5 mm in meno, significa che sarà di 1495 mm. Anche se c'è un modello di gonfiore dell'umidità, puoi facilmente smontarlo nelle fasi finali del lavoro. L'altezza del modello deve corrispondere all'altezza dell'arco, nel nostro caso lascia che sia 168 mm. Poiché si consiglia di inserire l'intero mattone anteriore nella parte superiore dell'arco, è necessario calcolare il numero di mattoni. Poiché l'altezza di una riga è di circa 72 mm (altezza del mattone + altezza della cucitura) e il numero totale di file è 4, l'altezza ad arco è 72 * 4 - 120 = 168 mm. (120mm con questo - l'altezza del mattone posato sul bordo).

E in conclusione

Molto spesso, l'installazione di strutture ad arco viene effettuata per la decorazione decorativa della stanza, indipendentemente dal suo scopo. Può essere una casa, un appartamento e un ufficio.

Spesso con l'arco si apre la porta tra la cucina e il soggiorno. Tuttavia, l'installazione dell'arco può essere utilizzata nel processo di più grandi tipi di costruzione. Se si progetta di decorare l'interno della stanza con l'aiuto di un arco, gli esperti consigliano di realizzare una struttura ad arco in cartongesso, in quanto è molto più economico, semplice e meno laborioso. In questo caso, il design finito non cede agli archi di mattoni o legno. Per non deludere la bellezza e la correttezza dell'arco, gli esperti consigliano di approcciare l'installazione della struttura ad arco con la dovuta attenzione e di calcolare l'arco, che può essere fatto in diversi modi. Nel nostro articolo, ti abbiamo offerto due dei metodi più comuni ed efficaci per calcolare l'arco, utilizzando il quale puoi costruire un arco affidabile ed esteticamente attraente.

Conferenza 9. Archi con sbuffi

L'arco con serraggio in relazione alle reazioni di supporto è un sistema di travi: dal carico verticale sorgono solo le reazioni di supporto verticale Vun e VB, che sono definiti proprio come in un semplice raggio.

Per determinare le forze interne nelle sezioni dell'arco M, Q, W, è necessario prima determinare le forze nel serraggio Hs. Per fare questo, eseguire la sezione trasversale attraverso la cerniera chiave C e stringere. Equando alla somma dei momenti delle forze sinistra o destra relative alla cerniera C a zero, definiamo Hs.

Le forze interne nelle sezioni dell'arco con serraggio sono determinate in modo simile all'arco a tre cardini.

Arco con serraggio aumentato

V reazioni di supportoe, Vnel e sforzo per stringere Hs sono definiti come nel caso precedente:

Le forze interne nelle sezioni trasversali dell'arco sono determinate da:

1) nella sezione DSE:

2) nelle aree di AD e BE:

Teoria del movimento. Determinazione degli spostamenti con la formula (integrale) di Maxwell-More

Il movimento di qualsiasi sistema elastico può essere determinato dalla formula (integrale) di Maxwell-Mohr, che, prendendo in considerazione solo gli effetti di potenza, ha la forma:

L'integrazione viene eseguita per sezioni, nell'integrale di Mohr viene presa la notazione:

Mr, Qr, Wr - espressione analitica del momento flettente delle forze trasversali e longitudinali nella sezione considerata dall'azione di un dato carico esterno;

- espressione del momento flettente, della forza trasversale e longitudinale nella sezione considerata dall'azione di una singola forza generalizzata che agisce nella direzione dello spostamento desiderato;

- coefficiente che tiene conto della distribuzione non uniforme delle tensioni tangenziali sulla sezione trasversale;

EI, GF, EF - rispettivamente, la rigidità degli elementi in flessione, taglio e tensione (compressione)

Nel determinare gli spostamenti di travi e telai, in cui il ruolo principale è giocato dalle deformazioni di piegatura, viene preso in considerazione solo il primo membro dell'integrale Mohr. Il secondo e il terzo termine della formula di Mohr non tengono conto, perché lo spostamento causato da taglio e stiramento (compressione) degli elementi riguarda
3-5% del loro intero valore

Un esempio

Per semplificare il calcolo dell'integrale Mohr, viene utilizzata la regola Vereshchagin, che consente di sostituire l'integrazione delle espressioni analitiche moltiplicando i diagrammi. La regola Vereshchagin può essere utilizzata per elementi rettilinei di rigidità costante.

il momento statico dell'area dell'epure di carico rispetto all'asse y.

Il risultato della moltiplicazione dei due supporti è uguale al prodotto dell'area di un supporto per l'ordinata presa dall'altra (supporto rettangolare) sotto y. t. primo

La procedura di calcolo in base alla regola di Vereshchagin:

1. Costruisci un diagramma di carico.

2. Nella direzione del movimento desiderato vengono applicate le unità. forza: P = 1 - se si cerca un movimento lineare e M = 1 - se è necessario determinare l'angolo di rotazione della sezione.

3. Costruisci una trama di un singolo momento.

4. Secondo la regola di Vereshchagin, i singoli appezzamenti vengono moltiplicati sul carico. Se i grafici moltiplicati si trovano su un lato dell'elemento, il risultato della moltiplicazione (+), se diverso (-).

5. La moltiplicazione dei diagrammi viene effettuata sulle sezioni, i confini delle sezioni sono i nodi dei frame, i punti di applicazione degli sforzi concentrati, i punti di inizio e di fine dell'applicazione del carico distribuito, i punti di cambiamento della rigidità degli elementi.

6. Se il risultato della moltiplicazione dei diagrammi si ottiene con il segno (-), significa che la direzione del movimento è opposta alla direzione della forza unitaria

Nota: secondo la regola di Vereshchagin, le epure possono essere moltiplicate quando una di esse è semplice; l'area dell'epica può essere presa da qualsiasi epura, l'ordinata - solo dal rettilineo.

Schemi di archi, design e calcolo

Gli archi si riferiscono alle strutture spaziali, cioè sono caratterizzati dalla presenza di una componente orizzontale della reazione di supporto (spinta).

Gli archi sono usati come le principali strutture di supporto degli edifici per vari scopi. Sono utilizzati in rivestimenti di edifici industriali, agricoli e pubblici con una luce da 12 a 70 m In edilizia straniera, archi con una campata fino a 100 m e più sono utilizzati con successo.

Secondo lo schema statico gli archi sono divisi in tre cerniere e due incernierati senza cerniera chiave:

Figura 8.1 - Archi a tre cardini e a due cardini

Secondo lo schema di sostegno sono divisi in archi a sbuffi, a percepire la spinta, e ad arcate senza sbuffi, la cui spinta è trasmessa ai supporti.

Figura 8.2 - Archi senza stringere e stringere

I soffi sono fatti nella maggior parte dei casi di rinforzo o acciaio. È possibile utilizzare bignè di legno incollati, specialmente in ambienti chimicamente aggressivi. Gli sbuffi incollati aumentano la rigidità degli archi durante il trasporto e l'installazione, così come il limite di resistenza al fuoco.

La forma dell'asse dell'arco è divisa in:

- scala triangolare diritta;

- segmentale, assi semiarok che si trovano su un cerchio comune;

- lancetta, costituita da poluarok, i cui assi si trovano su due cerchi, convergenti nella chiave ad angolo.

Figura 8.3 - Tipi di archi da elementi rettilinei:

1 - polilinea a tre cardini con una base supportata; 2 - sezione triangolare variabile a tre cerniere con un cuscinetto di base; 3 - sezione triangolare costante a tre cerniere con supporto sulla fondazione

Figura 8.4 - Tipi di archi da elementi curvilinei:

1 - segmento con serraggio metallico; 2 - forma circolare a tre cardini;

3 - forma circolare a tre cardini, sezione trasversale variabile; 4 - profili di lancetta a tre cardini; 5 - profilo a forma di chiglia a tre cardini; 6 - forma circolare a doppia cerniera

Per progetto, gli archi sono divisi in:

1) archi di sezioni semi-semi-solide (solo di forma triangolare);

Figura 8.5 - Arco dalle capriate (l = 30... 60 m, f = l / 3... l / 2)

3) archi di travi su tasselli lamellari (travi di Derevyagin);

4) archi circolari costituiti da due o più file di stipiti interconnessi da tasselli e aventi giunti spostati a strati (possono essere contorni circolari o lancet);

Figura 8.6 - Arco circolare:

a - la disposizione degli stipiti; b - schema dell'arco; c - diagramma di carico del progetto

5) archi con un muro a croce sul chiodo;

Figura 8.7 - Arco con un muro trasversale (l = 20... 40 m, f≥l / 6)

6) archi incollati (incollati e incollati).

Di questi tipi di archi, gli archi incollati più usati sono fabbricati in fabbrica. Le dimensioni e la capacità di carico di tali archi possono soddisfare i requisiti della costruzione di rivestimenti per vari scopi, inclusa una dimensione unica.

Archi di altri tipi sono costruzioni di costruzione e ora praticamente non vengono utilizzati. Gli archi in legno lamellare sono un pacchetto di tavole incollate insieme sulla superficie.

Secondo la forma dell'asse, gli archi ad arco incollato possono avere uno qualsiasi dei tipi sopra elencati, vale a dire possono essere triangolari (senza sbuffi - ad un'altezza di 1 / 2l e con sbuffi - ad un'altezza di 1/6... 1 / 8l in superfici fino a 24 m), pentagonali con sezioni curve nei siti di fratture assiali, segmenti piatti a due o tre cerniere con un braccio sollevamento di almeno 1 / 6l (in rari casi 1/7... 1 / 8l) e lancetta a tre cardini alta dagli elementi di un contorno circolare con una freccia di sollevamento 1/3... 2 / 3l. Gli ultimi due tipi di archi incollati (segmento e lancetta) sono raccomandati come quelli principali.

Si consiglia di prendere la sezione trasversale degli archi incollati in modo rettangolare e costante lungo l'intera lunghezza. L'altezza della sezione trasversale è assegnata a 1/30... 1/50 span. Per comodità, lo spessore di piegatura è accettato, di regola, non più di 1/300 del raggio di curvatura e non più di 33 mm.

Gli archi di colla hanno prospettive di applicazione nei rivestimenti leggeri. Di regola hanno una forma triangolare e sono costituiti da semiarchi kleifanici a forma di scatola. Tali archi hanno una piccola massa e permettono di ottenere risparmi significativi nel legno. Tuttavia, richiedono il consumo di compensato resistente all'acqua, sono più laboriosi nella produzione di quelli incollati e hanno una minore resistenza al fuoco.

Il calcolo degli archi è fatto secondo le regole della meccanica strutturale, e la diffusione di archi a due cardini delicati con una freccia di sollevamento non può essere determinata per più di 1/4 di span nell'assunzione di una cerniera nella chiave.

Il calcolo degli archi dopo la raccolta dei carichi viene eseguito nel seguente ordine:

1) calcolo geometrico dell'arco;

2) calcolo statico;

3) selezione di sezioni e prove di stress;

4) il calcolo dei nodi dell'arco.

I carichi che agiscono sull'arco possono essere distribuiti e concentrati. Un carico uniforme costante del peso del rivestimento e l'arco stesso viene determinato tenendo conto del gradino degli archi. Per archi di forma curvilinea, di solito è considerato condizionatamente (nel fattore di sicurezza), uniformemente distribuito lungo la campata, per cui il suo valore effettivo viene moltiplicato per il rapporto tra la lunghezza dell'arco e il suo span S / l.

La determinazione preliminare del carico dal peso proprio dell'arco proiettato viene effettuata secondo la seguente formula, in base al tipo, alla campata e ai valori di carico del peso proprio del rivestimento gn, neve e altri carichi, come carichi provenienti da attrezzature di trasporto aeree

Coefficiente di peso klegame= 2... 4 allo stesso tempo dovrebbe essere presa in base allo span e all'ampiezza dei carichi sull'arco.

Il carico neve p è determinato in base all'allegato 3 di SNiP 2.01.07.-85 * (Schema 1 - per archi triangolari, 2 - per archi di contorno circolare, 2 / - per archi di contorno di lancetta).

I carichi temporanei e concentrati P comprendono la massa dell'apparecchiatura sospesa e i carichi temporanei su di essa.

Il calcolo geometrico dell'arco consiste nel determinare tutte le dimensioni, le coordinate delle sezioni, gli angoli di inclinazione delle tangenti all'asse in queste sezioni e le loro funzioni trigonometriche necessarie per ulteriori calcoli. In questo caso, i dati iniziali sono lo span l, l'altezza f, e nelle arcate di lancetta anche il raggio di semiarco r o la sua altezza f.

Da questi dati, negli archi triangolari, vengono determinate la lunghezza S / 2 e l'angolo di inclinazione del semiarco α. Negli archi segmentali, vengono determinati il ​​raggio r = (l 2 + 4f) / 8, l'angolo centrale φ dalla condizione e la lunghezza dell'arco del semiarco, e l'equazione dell'arco si trova nelle coordinate centrate sul supporto sinistro.

In arcate di lancette, determinare l'angolo di inclinazione α e la lunghezza l della corda, l'angolo centrale φ e la lunghezza S / 2 di semiarco, le coordinate del centro aeb, l'angolo di inclinazione del raggio di riferimento φ0 e l'equazione dell'arco del semiarco sinistro. Quindi metà della durata dell'arco è divisa in un numero pari, ma non inferiore a sei parti uguali, e in queste sezioni si determinano le coordinate x e y, gli angoli di inclinazione delle tangenti α verso l'orizzonte e le loro funzioni trigonometriche.

Le reazioni di supporto dell'arco a tre cardini sono costituite da componenti verticali e orizzontali. Vertical Reaction Run e RB è determinato come in una trave a campata unica, a supporto libero, a condizione che i momenti nelle articolazioni siano pari a zero. Reazioni orizzontali (spinta) Hun e HB determinato dalla condizione di uguaglianza di punti zero nella cerniera di cresta.

È conveniente determinare le reazioni e gli sforzi in sezioni di un solo semiarco sinistro nel seguente ordine:

in primo luogo, gli sforzi da un singolo carico a destra e sinistra, poi da sinistra, neve a destra, vento a sinistra, vento a destra e peso dell'attrezzatura.

I momenti flettenti dovrebbero essere definiti in tutte le sezioni e illustrati con grafici.

Figura 8.8 - Archetto schema geometrico e di design

Le forze longitudinali e trasversali possono essere definite solo in sezioni alle cerniere, dove raggiungono i valori massimi e sono necessarie per il calcolo dei nodi. È inoltre necessario determinare la forza longitudinale nel punto del massimo momento flettente con la stessa combinazione di carichi.

Gli sforzi derivanti da un carico di neve bilaterale e il suo peso sono determinati sommando gli sforzi dei carichi unilaterali.

I risultati ottenuti sono riassunti in una tabella di sforzi, in base alla quale quindi le forze massime calcolate vengono determinate con le combinazioni di carichi più svantaggiose.

Per gli archi "Benefit" incollati a SNiP II-25-80, si consiglia di eseguire l'analisi della forza nelle seguenti combinazioni di carichi.

2. Calcolo della stabilità della forma piatta di deformazione.

3. Il controllo di stabilità nel piano dell'arco viene eseguito dalla formula

Lunghezza stimata dell'elemento l0 dovrebbe essere presa secondo il paragrafo 6.25 del SNiP II-25-80, a seconda dello schema statico e dello schema di carico dell'arco.

Quando si calcola l'arco per resistenza e stabilità della forma piatta di deformazione N e Mg deve essere preso in sezione con il momento massimo (Mmax), e il calcolo sulla stabilità nel piano di curvatura e la determinazione del coefficiente ξ al momento Mg deve essere determinato sostituendo i valori della forza di compressione N0 nella sezione chiave dell'arco.

Gli archi di serraggio e sospensione funzionano e sono calcolati per lo stretching.

I principali collegamenti nodali degli archi a tre cardini sono le cerniere di supporto e di cresta.

Unità di supporto dell'arco senza sbuffi eseguire, di regola, nella forma di arresti anteriori in combinazione con struttura in lamiera saldata scarpe metalliche, che serve per fissarli ai supporti.

Figura 8.9 - Impatti della forza nell'unità di supporto dell'arco

La scarpa consiste in un foglio di supporto con fori per bulloni di ancoraggio e due soffietti verticali con fori per il montaggio di bulloni per semi-fusibili.

Figura 8.10 - Nodo di supporto

I nodi degli archi segmentali e delle lancette, in cui agiscono i momenti flettenti di segni diversi e le forze di taglio insignificanti, sono centrati lungo gli assi dei semi -ari, e il foglio di supporto della scarpa è perpendicolare ad essi.

I nodi degli archi triangolari, in cui vi sono principalmente momenti positivi e forze trasversali significative, sono centrati lungo gli assi di progetto situati con eccentricità relativa agli assi dei semi-assi, e la scarpa di supporto è perpendicolare alle risultanti reazioni di supporto verticale e orizzontale.

Figura 8.11 - Piattaforma di supporto, percependo la reazione di supporto senza taglio

Il calcolo del nodo di riferimento è nel calcolo dell'estremità del semiarco da comprimere sull'azione della forza di compressione massima Nconm. Nelle arcate segmentali e di lancetta, è uguale alla forza longitudinale massima N e agisce lungo le fibre. Negli archi triangolari è uguale al risultante delle forze di supporto.

e agisce in un angolo rispetto alle fibre α, determinate dall'espressione

Figura 8.12 - Unità di ancoraggio con una cerniera:

1 - parte di supporto di un arco incollato; 2 - fondazione; 3 - scarpe di acciaio;

4 - bulloni di accoppiamento; 5 - cerniera cilindrica; 6 - bulloni di ancoraggio

I bulloni di fissaggio dei fazzoletti ai semi-pedoni sono calcolati sull'azione della forza laterale massima Q, come simmetricamente flessibile, a doppio taglio. I bulloni di ancoraggio per taglio e frantumazione sono calcolati per la stessa forza. Il calcestruzzo di fondazione è calcolato per collassare sulla resistenza Nvedere.

Il foglio di supporto della scarpa funziona per piegarsi dall'azione di pressione uniforme della parte anteriore del semiarco.

Le unità di supporto di archi di grandi dimensioni senza serraggio vengono eseguite utilizzando cerniere metalliche a battente (Figura 8.12).

Le unità di supporto degli archi incollati, che lavorano in condizioni di aggressione chimica, possono essere realizzate con l'aiuto di aste, con un'estremità incollata all'estremità del semiarco e l'altra all'ancora nella fondazione.

Supportare i nodi degli archi con sbuffi

Le unità di supporto di archi incollati con sbuffi sono generalmente realizzate con l'aiuto di un fermo frontale e scarpe metalliche saldate di un design leggermente diverso.

Il foglio di supporto negli archi con sbuffi si trova in posizione orizzontale, quindi gli archi sono posti su una superficie orizzontale dei supporti su cui la spinta non agisce. I fazzoletti verticali possono essere supportati sul foglio di supporto o il foglio di supporto può essere posizionato tra i fazzoletti.

Quando si appoggia sul calcestruzzo, il foglio di supporto viene esteso oltre i limiti degli elementi di fissaggio per il fissaggio degli ancoraggi e, quando poggia sul supporto di legno, gli elementi di fissaggio sono supportati sotto il foglio di supporto per fissarli al rack con bulloni. C'è un diaframma di arresto tra i rinforzi. L'inclinazione del diaframma e il centraggio del nodo sono fatti per le stesse ragioni dei nodi degli archi senza sbuffi.

Il serraggio del metallo è saldato al tassello, in legno - è collocato tra il tassello e fissato a loro con bulloni.

Figura 8.13 - Unità di supporto con serraggio metallico:

a - un nodo con una trasmissione frontale della forza di compressione N attraverso la fine dell'arco; b - nodo con percezione separata della spinta e reazione di supporto verticale

Figura 8.14 - Unità di supporto con fissaggio in legno:

1 - la cintura superiore di un arco incollato; 2 - cremagliera incollata; 3 - chiusura in legno;

4 - nastro di acciaio a striscia; 5 - rondella quadrata

Quando si calcola il nodo di riferimento deve essere eseguito:

1) il calcolo del diaframma sulla curva come un raggio, incorporato nei fazzoletti, sulla pressione del fermo anteriore sd;

2) calcolo del foglio di supporto per la piegatura come a due consolle o incorporato in un raggio su una pressione reattiva di fondazioni sB;

3) determinare la lunghezza delle saldature per gli elementi di fissaggio o il numero di bulloni di fissaggio - per i soffi di legno dalla condizione della loro percezione degli sforzi nel serraggio.

I gruppi di supporto degli archi in legno con sbuffi vengono eseguiti con l'aiuto di giunzioni di chiodi o bulloni dei pannelli della cinghia e il serraggio.

Il serraggio degli archi acciottolati dell'acciaio di rinforzo viene fatto passare attraverso i fori all'estremità del semiarco e fissato con dadi e rondelle.

Il calcolo di tali nodi prodotti sul collasso del bordo finale.

Figura 8.15 - Unità di supporto dell'arco:

1 - la cinghia curvilinea superiore dell'arco incollato; 2 - serraggio in acciaio tondo;

3 - rivestimento in lamiera d'acciaio con rigidità variabile; 4 - piastre di acciaio; 5 - supporto

I nodi di cresta di solidi archi di campiture medie e piccole sono risolti in forma di arresti frontali diritti o inclinati con elementi di fissaggio in acciaio o sovrapposizioni in legno su bulloni. Gli archi segmentati e lamellari incollati sono centrati in questi nodi lungo gli assi delle semi-gelate, e quelli triangolari - con eccentricità (con lo stesso scopo dei nodi di supporto).

Gli arresti frontali dell'unità di cresta contano sul collasso ad angolo o lungo le fibre sull'effetto della forza longitudinale N. Il numero di bulloni negli elementi di fissaggio in acciaio è determinato in base all'entità della forza laterale Q, tenendo conto dell'angolo di collasso del legno sotto i bulloni. I bulloni di montaggio contano sul taglio e sullo schiacciamento dell'azione della stessa forza Q.

Figura 8.16 - Il nodo della cresta di un arco triangolare

Figura 8.17 - Il nodo del segmento dell'arco di colmo

I nodi di cresta di grandi archi sono realizzati sotto forma di cerniere in acciaio del tipo oscillante.

Figura 8.18 - Giunto in acciaio di tipo oscillante

1 - la parte superiore del semiarco; 2 - piastre laterali di scarpe saldate in acciaio;

3 - un bullone della cerniera a rullo; 4 - alette di scarpe; 5 - scarpa di irrigidimento; 6 - bulloni in acciaio con dadi; 7 - tasselli in acciaio

Articolazioni dell'arco.

I giunti di archi incollati sono giunti dentati di tavole lungo la lunghezza e le giunture lungo lo strato di tavole tra loro (in archi con una larghezza della sezione superiore a 180 mm, giunti lungo i bordi) possono anche essere utilizzati. Gli archi di grandi campate sono collegati lungo la lunghezza delle giunzioni rigide con l'aiuto del rivestimento bifacciale di profili in acciaio e bulloni.

arco

arco
L'arco, i talloni o i rami sono collegati da un inalatore per la percezione della spinta
[Dizionario terminologico di costruzione in 12 lingue (VNIIIS USSR Gosstroy)]

argomenti

  • architettura, concetti di base
  • arco della corda d'arco
  • Bogen mit zugband
  • arc à tirant

Dizionario russo-tedesco di terminologia tecnica. academic.ru. 2015.

Guarda cos'è l'arco con un soffio in altri dizionari:

arco con un soffio - L'arco, i cui talloni o rami sono uniti da soffio per la percezione di diffusione [Dizionario terminologico di costruzione in 12 lingue (VNIIIS USSR Gosstroy)] Argomenti di architettura, concetti di base FR arc arch à tirant... Libro di riferimento di un traduttore tecnico

Arco con un soffio - - arco, talloni o rami dei quali sono collegati da un soffio per la percezione della spinta. [Dizionario terminologico di costruzione in 12 lingue (VNIIIS Gosstroy dell'URSS)] Termine rubrica: Arches Encyclopedia rubriche: Abrasivi, Abrasivi,...... Enciclopedia di termini, definizioni e spiegazioni di materiali da costruzione

ARCO CON SERRAGGIO - l'arco, i talloni o rami dei quali sono collegati da soffio per la percezione di diffusione (bulgaro; Български) arco con opach (ceco; Čeština) oblouk s táhlem (tedesco; Deutsch) Bogen mit Zugband (ungherese; Magyar) vonóvasas...... Dizionario di costruzione

Arco - Questo termine ha altri significati, vedi Arch (significati). Arco in muratura 1. Chiave di volta 2. Pietra di cuneo 3. Esternamente... Wikipedia

Arco - (dal latino Arcus arc, curva) in architettura, sovrapposizione curvilinea dell'apertura in una parete o spazio tra due pilastri colonne, colonne, piloni, ecc. A seconda delle dimensioni della campata, il carico e lo scopo dell'arco sono fatti di pietra,...... Dizionario architettonico

Arco - Sovrapposizione curvilinea di aperture nel muro o tra i supporti. Fonte: Dizionario dei termini di costruzione architettonica (dal latino Arcus arc, curva) in architettura, sovrapposizione curvilinea dell'apertura nel muro o dello spazio tra i due supporti...... Dizionario di costruzione

Arco - (dal latino Arcus arc, curva) in architettura, sovrapposizione curvilinea dell'apertura in una parete o spazio tra due pilastri colonne, colonne, piloni, ecc. A seconda delle dimensioni della campata, il carico e la destinazione A. sono fatti di pietra... Enciclopedia sovietica

Il ponte - I (Most) Johann (5.2.1846, Augsburg, 17.3.1906, New York), il leader del movimento operaio tedesco; rappresentante del movimento anarchico settario di sinistra nella socialdemocrazia tedesca. Con rilegatore di specialità. Dagli anni '60. 19 ° secolo...... La grande Enciclopedia Sovietica

Arches - Termini rubrica: Arches Arch Arch non supportato Arch arched shaped arch arched Arch circolare... Arched enciclopedia di termini, definizioni e spiegazioni di materiali da costruzione

SISTEMA MUSCOLARE - SISTEMA MUSCOLARE. Contenuto: I. Anatomia comparata. 387 ii. Muscoli e loro dispositivi ausiliari. 372 III. Classificazione dei muscoli 375 IV. Variazioni dei muscoli. 378 V. Metodi di studio dei muscoli su un fragile.. 380 VI....... La grande enciclopedia medica

Il ponte è una struttura per il trasferimento di un percorso attraverso un cavo. Secondo il suo scopo, la definizione e la costruzione, M. sono: pedonale, accessibile solo per il passaggio di persone, urbano, autostrade e carreggiate ordinarie, per il movimento di persone e carrozze, e ferrovia... Dizionario enciclopedico di F.A. Brockhaus e I.A. Efron