Plexiglas o policarbonato: cosa scegliere?

A poco a poco, per sostituire i soliti rivestimenti per coperture e facciate, come il piano di calpestio, l'acciaio e l'ardesia, i materiali vengono creati sulla base delle ultime scoperte e tecnologie scientifiche. La moda e la praticità dettano le loro condizioni.

Tetti trasparenti, tende da sole e facciate si trovano sempre più non solo nella progettazione di edifici amministrativi, ma anche nell'edilizia privata. Per molto tempo, il vetro organico (plexiglas) occupava le posizioni di punta nella creazione di superfici trasparenti. I risultati della chimica organica hanno permesso di creare un foglio di materiale trasparente che giustamente rivendica la leadership in questo ramo dell'architettura. Questo è il policarbonato, una plastica polimerica creata dalla sintesi dell'acido carbonico.

La questione di cosa è meglio: il plexiglass o il policarbonato, oggi è rilevante, non solo per le imprese di costruzione, ma anche per i proprietari di case private e aziende agricole. Per prendere una decisione opportuna, è necessario soffermarsi sulle principali caratteristiche di questi materiali da costruzione.

Vetro organico

Il plexiglas (o acrilico) è un prodotto di chimica organica derivata da una resina termoplastica costituita da ossigeno, carbonio e idrogeno. Come testimonia questo indicatore, il plexiglas è una sostanza ecologica e assolutamente sicura per la salute umana. È prodotto per fusione o estrusione. Per rispondere alla domanda: quale è meglio il policarbonato o il plexiglass, è necessario considerare le proprietà e le caratteristiche di queste plastiche polimeriche.

Proprietà del plexiglass

Acryl ha proprietà e caratteristiche simili al vetro ai silicati e al policarbonato.

Quindi, tali qualità sono inerenti ad esso:

  • buona trasmissione della luce (fino al 92%);
  • sicurezza ambientale;
  • piccolo peso specifico (1,2 g / cm³);
  • bassa conduttività termica;
  • resistenza all'urto (10 volte di più del vetro);
  • resistenza al vento e alla pioggia;
  • facilità di elaborazione.

L'industria produce plexiglas sotto forma di fogli di dimensioni 205 × 305 cm e spessori da 2 mm a 20 mm. È possibile realizzare lastre con uno spessore massimo di 40 cm con una superficie fino a 500 m².

Insieme a evidenti proprietà positive, il plexiglass presenta alcuni svantaggi.

Questi includono:

  • la superficie della plastica è morbida, facile da graffiare;
  • l'acrilico è piuttosto fragile e non può servire da barriera contro i colpi;
  • intervallo di temperatura di lavoro ridotto (da - 30º С a + 90º С);
  • combustibilità (temperatura di accensione + 250 ° C).

Va notato che a temperature superiori a + 100 ° C, la plastica diventa morbida e può assumere qualsiasi forma. Dopo il raffreddamento, il materiale mantiene una nuova forma. Questa sua proprietà può essere considerata in due modi. Da un lato, questo è un indicatore di instabilità, dall'altro, la capacità di dare ai pannelli la forma desiderata con un'esposizione al calore minima.

ambito di applicazione

Il plexiglass è stato inventato molto tempo fa, negli anni '30 del secolo scorso. Per una lunga durata, è stato utilizzato in vari settori.

Quindi, il plexiglass viene utilizzato in tali settori per la fabbricazione dei seguenti articoli e strutture:

  1. Commerciale. Vetrine in negozi e musei. Souvenir.
  2. Settore pubblicitario Copertine per cartelloni pubblicitari.
  3. Medicina. Lenti per occhiali. Lenti a contatto, lenti artificiali per gli occhi.
  4. Affari acquario Acquari di tutte le dimensioni, sia per uso domestico che per acquari.
  5. Attività d'ufficio Segni per varie istituzioni, partizioni, scudi.
  6. Costruzione. Finestre vetrate nelle case, creando tetti trasparenti, archi e cupole.
  7. Trasporti. Vetrate e oblò in auto, treni e navi.
  8. Plumbing. I bagni sono fatti di acrilico.
  9. Costruzione navale. Creato da scafi e imbarcazioni in acrilico, è leggero e resistente.

Per le opzioni di produzione, il vetro organico può essere trasparente, colorato e satinato. La sua superficie può essere liscia o scanalata.

Policarbonato monolitico

Relativamente nuovo materiale nel mercato delle costruzioni, il policarbonato, per un breve periodo di funzionamento, è riuscito ad acquisire una vasta popolarità in edilizia e architettura.

Nota: ad oggi, questa plastica polimerica è la più resistente di tutti i materiali trasparenti noti.

I costruttori, facendo una scelta a favore del plexiglass o del policarbonato monolitico, sono sempre più inclini a quest'ultimo. Ci sono ragioni oggettive per questo. Il campo di applicazione di questo polimero monolitico copre quasi tutti gli aspetti dell'attività umana.

ambito di applicazione

Policarbonato monolitico, utilizzato in molte industrie.

Lo scopo della sua applicazione copre le seguenti aree di attività:

  1. Industria militare Fare mirini, periscopi, binocoli, protezione per gli occhi.
  2. Medicina. Navi mediche che non reagiscono con i farmaci e non combattono in autunno.
  3. Affari pubblicitari. La copertura anti-vandalismo per i prodotti pubblicitari è un'eccellente protezione dagli effetti della natura e del fattore umano.
  4. Edilizia e architettura. I fogli monolitici vengono utilizzati attivamente per creare superfici trasparenti, sia per finestre che per intere pareti e tetti. Utilizzando spesse materie prime, è possibile realizzare partizioni a prova di proiettile, gradini e recinzioni per scale.
  5. Industria dei trasporti I fogli durevoli sono utilizzati per produrre vetri per parabrezza durevoli su navi, automobili, aeroplani e locomotive. Le luci dotate di diffusori in policarbonato sono quasi impossibili da rompere.
  6. Industria alimentare L'articolo realizzato con questo materiale si distingue per l'alta durabilità, la bassa conduttività termica e le elevate qualità estetiche.
  7. Alta tecnologia I dischi rigidi nei personal computer sono realizzati esclusivamente in policarbonato.
  8. Agricoltura. L'uso di plastica monolitica come copertura del tetto può risparmiare significativamente sull'illuminazione di varie strutture agricole.

I produttori producono questo materiale sotto forma di fogli, della dimensione di 205 × 305 cm. Lo spessore dei fogli varia da 1 mm a 12 mm. I prodotti con spessore fino a 50 mm e dimensioni fino a 205 × 600 cm possono essere realizzati su ordinazione.

Proprietà in policarbonato

La principale differenza tra il policarbonato e il plexiglass è la sua forza fantastica. Questa cifra è molto più alta di quella del vetro (200 volte) e dell'acrilico (60 volte). Il policarbonato, oltre alla forza, ha una serie di proprietà speciali che lo distinguono dai suoi analoghi.

Queste proprietà includono:

  1. Resistente alla superficie di sollecitazione meccanica. È molto difficile graffiarlo con un oggetto appuntito.
  2. Struttura viscosa Questa proprietà è molto apprezzata durante la conduzione di vetri. Nel caso di un impatto estremamente forte, superiore alla resistenza massima del rivestimento, le fessure di plastica. Non forma frammenti taglienti e pericolosi.
  3. Flessibilità. Fogli di policarbonato monolitico si piegano bene, anche a freddo. Questo ti permette di creare da loro una varietà di strutture curvilinee.
  4. Resistenza chimica La plastica non reagisce affatto alle precipitazioni e alla maggior parte delle sostanze chimicamente attive. Non brucia e non emette sostanze nocive nell'atmosfera.
  5. Ampio intervallo di temperature di esercizio. I prodotti polimerici possono essere utilizzati in qualsiasi zona climatica, anche la più severa. Non perdono le loro proprietà, come nel forte calore e a temperature estremamente basse.
  6. Trasparenza. Le lastre polimeriche, a seconda dello spessore, trasmettono dall'82% al 92% della luce naturale, quasi come l'acrilico.

Queste proprietà mostrano chiaramente la differenza tra policarbonato e plexiglas.

Gli svantaggi del policarbonato includono il suo costo piuttosto alto e l'alto coefficiente di espansione termica.

Confronto totale

Riassumendo, possiamo sicuramente dire che il policarbonato è significativamente superiore al vetro acrilico in molti indicatori tecnici. La scelta a favore del plexiglass o del policarbonato monolitico dipende dall'obiettivo finale della costruzione.

Dove è necessario aumentare la resistenza e l'affidabilità, è meglio usare fogli di policarbonato. Questi prodotti resistono con successo, non solo ai fenomeni naturali, ma anche agli effetti dei bulli.

In luoghi tranquilli, come musei, negozi e locali di varie istituzioni, ci saranno abbastanza prodotti acrilici.

La fattibilità, dovuta al compito svolto e al rapporto qualità-prezzo, è il criterio principale a favore della scelta del materiale per la vetratura in plexiglass o policarbonato.

Confronto tra acrilico e policarbonato

L'azienda AcrylShik produce prodotti in vetro acrilico e policarbonato. Ognuno di questi materiali è ampiamente usato nel campo del design, dell'architettura, dell'edilizia, della pubblicità. Acrilico e policarbonato sono simili nell'aspetto, ma non sono in competizione tra loro, poiché possiedono un complesso di caratteristiche uniche. Il piombo acrilico in termini di estetica, il policarbonato è più resistente alle influenze esterne. Consideriamo più in dettaglio le differenze tra e quanto simili siano questi due materiali.

Cos'è il policarbonato?

Il policarbonato è un polimero termoplastico, un complesso di poliestere acido carbonico e alcoli diidrici. Brevettato nel 1953 con il marchio Macrolon. I materiali con proprietà simili apparivano molto prima - alla fine del XIX secolo. La produzione industriale di policarbonato è iniziata nel 1960.

Da allora, un enorme numero di fabbriche di policarbonato ha aperto nel mondo. Questo materiale è diventato uno dei materiali termoplastici più richiesti.

Oggi, il policarbonato è disponibile in varie versioni. Nelle aree più diverse, vengono utilizzati lastre e nido d'ape, policarbonato trasparente e colorato. Sviluppato marchio unico con proprietà anti-abrasive. La principale area di applicazione del policarbonato cellulare è la vetratura di capannoni, serre, giardini d'inverno, gazebo, campi da tennis e box di coaching. I marchi monolitici vengono utilizzati per la smaltatura di verande, cabine per docce, balconi, nonché per la produzione di parabrezza e fondo trasparente di yacht.

Cos'è l'acrilico?

Acrilico è uno dei nomi di plexiglass. Inoltre, questo materiale può essere trovato sotto il nome di vetro acrilico, PMMA, polimetilmetacrilato, plexiglass, vetro organico. I primi campioni di acrilico furono ottenuti nel 1928, e dopo 5 anni il materiale fu messo in produzione di massa. Il più antico marchio acrilico è Plexiglas (Germania).

La società AcrylShik si fida completamente di questo marchio e lavora principalmente con esso. Il marchio è così popolare che il nome "plexiglass" è diventato un nome familiare. Oggi, la parola plexiglass viene usata come nome generico per varie marche di vetro organico.

L'acrilico è prodotto con il metodo di polimerizzazione del monomero metilmetacrilato. Esistono due tecnologie per la produzione di plexiglass - fusione ed estrusione. L'acrilico colato è denominato Plexiglas GS, l'acrilico per estrusione è Plexiglas XT. Questi due tipi di materiali hanno alcune differenze. L'acrilico per estrusione è più economico ma meno durevole. Casting: costoso e durevole. Se si desidera realizzare un prodotto economico che non sarà sottoposto a stress durante il funzionamento, si preferirà l'acrilico per estrusione. Quando l'enfasi è sulla massima qualità, affidabilità e durata, dovresti certamente scegliere il cast acrilico. Tuttavia, i prodotti realizzati con questo materiale sono leggermente più costosi.

Lo scopo principale del plexiglass - strutture pubblicitarie, materiali POS, oggetti decorativi, mobili, pareti divisorie. Ci sono marche speciali di acrilico, che possono essere utilizzate per la produzione di elementi architettonici - capannoni, strutture protettive, recinzioni, lucernari.

Proprietà fisiche e meccaniche

Trasmissione luminosa.

Il 98% della luce passa attraverso l'acrilico, l'80% attraverso il policarbonato. La struttura di acrilico ha incorporato la protezione interna dallo spettro pericoloso della radiazione ultravioletta. Il policarbonato ha solo una protezione UV superficiale. Durante il funzionamento attivo alla luce diretta del sole, il vetro acrilico non diventa giallo e mantiene la trasparenza. Se il rivestimento UV è danneggiato, il policarbonato può perdere trasparenza.

Resistenza agli urti

Il policarbonato monolitico ha una maggiore resistenza all'urto rispetto all'acrilico. Pertanto, per la produzione di capannoni all'aperto spesso utilizzato in policarbonato. Tuttavia, con l'aumento delle richieste sull'estetica e la traslucenza del design, viene data preferenza all'acrilico. La proprietà comune di entrambi i materiali è l'assenza di una tendenza a distruggere la distruzione. Con effetti meccanici, acrilico e policarbonato non si rompono in frammenti e, nel peggiore dei casi, sono coperti solo da una rete di crepe.

Proprietà anti-abrasive.

Il vetro acrilico non è resistente agli abrasivi. Le costruzioni che sono esposte agli abrasivi durante il funzionamento sono realizzate al meglio in policarbonato speciale. Il policarbonato monolitico con laminazione antiabrasiva ha la massima resistenza superficiale. Con il costante impatto delle particelle abrasive sulla superficie del policarbonato non appaiono macchie e graffi torbidi, il materiale mantiene la sua perfetta trasparenza. Oltre all'effetto anti-abrasivo, questo tipo di policarbonato è resistente a molti effetti chimici, non reagisce al contatto con i sali ed è caratterizzato da eccellenti proprietà ottiche. Il policarbonato anti-abrasivo viene utilizzato principalmente per vetri per vetri, imbarcazioni, yacht, motocicli e per la produzione di veicoli trasparenti con fondo d'acqua.

Resistente ai graffi.

Sia l'acrilico che il policarbonato possono essere graffiati. Per chiarire: stiamo parlando di policarbonato ordinario e non anti-abrasivo. Con un policarbonato graffiato, puoi solo dire addio - non può essere ripristinato. Il fatto è che un rivestimento protettivo UV viene applicato sulla superficie del policarbonato, a causa del quale gli elementi architettonici non svaniscono al sole. I graffi danneggiano questo rivestimento, in punti di danneggiamento il policarbonato perde rapidamente il suo aspetto. La lucidatura non fa altro che aggravare la situazione: il rivestimento protettivo viene rimosso insieme al graffio. Il vetro acrilico si comporta in modo completamente diverso. In primo luogo, la protezione UV dell'acrilico non è superficiale, ma interna. È "incorporato" nella struttura del materiale e non può essere indebolito o danneggiato. E in secondo luogo - i graffi su plexiglass possono essere facilmente rimossi usando la lucidatura manuale.

Lavorabilità.

Acrilico e policarbonato sono magnificamente lavorati in vari modi. I grezzi possono essere tagliati, fresati, sottoposti ad incollaggio e stampaggio termico, perforazione, piegatura, soffiaggio. L'eccezione è lucida: il policarbonato con rivestimento superficiale non può essere lucidato.

Prestazioni e sicurezza

Sicurezza antincendio

Nel processo di combustione di acrilico e policarbonato, non si forma una grande quantità di fumo, non vengono emessi gas tossici asfissianti. Se la fonte di fuoco viene eliminata, il materiale si spegne spontaneamente. La temperatura di accensione dell'acrilico è 1200 o C, in policarbonato 500 o C. Acryl appartiene alla categoria B2, in policarbonato - alla categoria B1 secondo DIN 4102.

Sicurezza ecologica

Plexiglas e policarbonato sono materiali rispettosi dell'ambiente, il cui funzionamento è consentito nelle aree residenziali, comprese le camerette dei bambini. I prodotti a contatto con gli alimenti possono essere realizzati in acrilico e policarbonato. I materiali non interagiscono con il cibo, non assorbono gli odori, non emettono componenti tossici.

Protezione UV

L'efficacia della protezione UV dell'acrilico e dei nuovi fogli di policarbonato sono identici. Ma col passare del tempo, il rivestimento in policarbonato si consuma gradualmente e si formano dei graffi sulla superficie. È impossibile rimuoverli lucidando, poiché lo strumento di lucidatura viola l'integrità del rivestimento. L'acrilico, come abbiamo scritto sopra, ha una protezione interna dai raggi UV. Pertanto, il grado di protezione non diminuisce nel tempo. Ecco perché per la costruzione di strutture architettoniche, si consiglia di utilizzare esattamente acrilico. Dopo molti anni, questo materiale rimarrà perfettamente trasparente e non acquisirà una tinta gialla.

Resistenza agli agenti atmosferici.

Policarbonato e acrilico sono resistenti all'umidità. Entrambi i materiali possono essere azionati all'esterno. Pioggia, neve, vento non hanno paura delle strutture in acrilico e policarbonato. Il policarbonato anti-abrasivo è più resistente alla grandine e alla polvere della strada.

Limiti di temperatura.

La gamma di temperature operative consentite per l'acrilico è -30... + 70 gradi, policarbonato -45... + 130 gradi. Una temperatura superiore della cinghia superiore consente l'uso del policarbonato per la produzione di attrezzature, il cui lavoro è accompagnato dal riscaldamento.

Resistenza al gelo.

L'acrilico è resistente alle basse temperature. Nei giorni gelidi, il materiale non perde le sue caratteristiche di resistenza. Dopo 200 cicli di congelamento e scongelamento (che corrispondono a 40 anni di funzionamento continuo), vengono preservate le proprietà fisico-chimiche ed estetiche dell'acrilico. Il policarbonato è resistente al gelo solo se il prodotto non è sottoposto a sollecitazioni meccaniche.

Estetica.

I prodotti più belli sono ottenuti in plexiglas acrilico modellato GS. Ha una lucentezza lucida e trasparenza. Giunzioni colla - perfettamente lisce, altissima qualità. Per questo motivo consigliamo l'utilizzo di acrilico per la produzione di elementi decorativi, strutture pubblicitarie, souvenir, lampade, attrezzature commerciali, materiali POS, stand espositivi. Rispetto al policarbonato, l'acrilico offre maggiori opportunità in termini di design. Il plexiglas è disponibile in vari colori con una superficie lucida e opaca. Immagini e iscrizioni si applicano facilmente alla superficie dell'acrilico. Usando la fresatura o l'elaborazione laser, è possibile creare un motivo tridimensionale o una struttura superficiale univoci.

Come scegliere un materiale?

Contattando AcrilShik e inoltrando un ordine per la produzione di un prodotto unico su ordinazione, è possibile fare affidamento sulla scelta del materiale giusto, tecnicamente ed economicamente valido. Non cerchiamo mai di sovraccaricare a causa dell'uso di materiali costosi, ma sconsigliamo anche di risparmiare su questo. I nostri ingegneri analizzano in profondità lo scopo e il design del prodotto, sulla base del quale fanno una conclusione inequivocabile sul materiale che questo prodotto può essere prodotto.

Se il cliente pone crescenti esigenze all'estetica dell'elemento decorativo, allora usiamo l'acrilico tedesco di alta qualità. Se è necessario, ad esempio, per realizzare un fondo trasparente durevole e affidabile per una barca, facciamo una scelta a favore del policarbonato. In ogni caso, la decisione viene presa individualmente e strettamente giustificata da un punto di vista tecnico.

Indipendentemente dal materiale utilizzato per fabbricare il prodotto, garantiamo la sua qualità e durata. Se si desidera ordinare un prodotto acrilico o policarbonato, contattare gli specialisti della società "AcrylShik". Abbiamo una vasta esperienza in questo campo, quindi puoi fidarti di noi con la soluzione dei problemi tecnici più complessi.

Vetro acrilico e policarbonato: cos'è?

Il vetro acrilico è caratterizzato da qualità come:

  • peso ridotto
  • alta trasparenza
  • la lavorazione viene effettuata con la stessa facilità della lavorazione del legno
  • la capacità di dare a questo materiale una varietà di forme con metodi termici senza disturbi
  • proprietà ottiche e ottima riproduzione dei dettagli della forma

Tutte queste qualità hanno influenzato il rapido sviluppo delle tecnologie nel campo della produzione di vetro organico e il loro uso diffuso.

Come il vetro acrilico, il policarbonato è un materiale trasparente con viscosità ed elasticità significativamente più elevate e, di conseguenza, la più alta resistenza all'impatto. In termini di proprietà meccaniche, il policarbonato non ha eguali tra materiali simili.

Le somiglianze e le differenze di questi due materiali soddisfano diverse aree di applicazione:

Architettura e costruzione

Placcatura modanata, vetratura (finestre e coperture), vari tipi di recinzioni protettive e capannoni.

Vetrate di serre, serre, serre, patii e giardini d'inverno.

Disegni a scala, parapetti, davanzali, pareti divisorie, al vapore, mensole, vetrine, acquari, ecc.

Illuminazione e pubblicità illuminata

Copre apparecchi di illuminazione, scatole luminose e lettere.

Medicina e attrezzature di laboratorio

Docce, vasche da bagno, ecc.

Coperture protettive per attrezzature, vetrate di velivoli, veicoli terrestri e nautici.

Derivato termoplastico trasparente o traslucido (incolore o colorato) di resine acriliche. Il componente principale della sua composizione è il PMMA, nella sua forma pura costituita da tre elementi chimici: carbonio, idrogeno e ossigeno. Il polimetilmetacrilato viene prodotto mediante polimerizzazione graduale e policondensazione del monomero metilmetacrilato. Nel processo di polimerizzazione, le molecole di monomero sono legate in una molecola di polimero "gigante", che è una plastica. Una molecola di PMMA è una catena polimerica che può essere lineare, ramificata e anche organizzata in una rete tridimensionale.

Nel gruppo di polimeri, il polimetilmetacrilato si riferisce ai materiali termoplastici. I materiali termoplastici sono caratterizzati dal fatto che a temperatura ambiente sono di plastica morbida o dura e sono costituiti da macromolecole lineari o ramificate. Quando riscaldati, i termoplastici si ammorbidiscono per fluire e, dopo il raffreddamento, si induriscono di nuovo. I polimeri di questo gruppo di fusione sono plasticamente deformabili e solubili. I termoplastici amorfi sono caratterizzati da una struttura a catena completamente irregolare (la struttura di un tampone di cotone). Un termoplastico parzialmente cristallino in aggiunta ad amorfo ha regioni cristallizzate in cui molecole lineari sono disposte in parallelo.

Poliestere carbonico lineare. Questo materiale è una combinazione insolita di alta resistenza al calore, elevata tenacità e trasparenza. Le sue proprietà cambiano poco con l'aumentare della temperatura. Anche le proprietà a bassa temperatura sono eccellenti. La resistenza allo strappo e la sua diffusione è molto alta. Questo materiale ha anche una lunga durata durante lo scoppio.

PC è resistente agli acidi diluiti, ma non resistente agli alcali e alle basi. Resistente agli idrocarburi alifatici, alcoli, detergenti, oli e grassi, solubile in idrocarburi clorurati (cloruro di metilene), parzialmente solubile in idrocarburi aromatici, chetoni ed esteri. Queste sostanze agiscono come agenti di cracking quando la temperatura aumenta. Il policarbonato è altamente permeabile al gas e al vapore acqueo. Una caratteristica eccezionale del policarbonato è la sua stabilità dimensionale. Anche a temperature elevate, questo materiale riduce il restringimento. Quando si utilizza un PC è anche necessario tener conto della sua instabilità all'esposizione ai raggi UV. Il materiale che non ha una protezione speciale è soggetto ad ingiallimenti e, di conseguenza, alla violazione delle proprietà ottiche.

Qualità: vantaggi e svantaggi

Le proprietà del vetro acrilico lo rendono un materiale versatile, le cui possibilità vanno ben oltre le applicazioni convenzionali. La mancanza di una corretta colorazione e trasparenza offre l'opportunità di fornire un'elevata trasparenza (solo l'8% della luce incidente viene riflessa e il 92% del materiale viene saltato). Va notato che il vetro silicato trasmette meno luce. Nei casi in cui non è desiderabile un'elevata trasmissione della luce, è possibile utilizzare materiale bianco o verniciato.

L'assenza di distorsione ottica offre la possibilità di utilizzare vetro organico nella produzione di lenti a contatto e trasporto aereo di vetri. In questi casi, il policarbonato viene utilizzato principalmente per la sua elevata resistenza alla trazione e la resistenza aggiuntiva alla formazione di frammenti. Inoltre, il vetro acrilico è altamente resistente all'invecchiamento e agli effetti dei fattori atmosferici. Le sue proprietà meccaniche e ottiche non cambiano in modo evidente a causa degli effetti atmosferici a lungo termine. Il PMMA è resistente ai raggi UV e non richiede una protezione speciale. Il PC con esposizione prolungata ai raggi ultravioletti tende a ingiallire, quindi è necessario applicare su un lato del materiale in foglio uno speciale rivestimento protettivo laccato, che viene eseguito al momento della produzione per coestrusione. È questo lato con un rivestimento resistente ai raggi UV che dovrebbe essere esposto a un fattore indesiderabile, e non il contrario.

Il vetro acrilico può essere lavorato a macchina così come a caldo.

Durante la lavorazione del vetro acrilico è necessario considerare le seguenti caratteristiche:

  • I materiali termoplastici sono caratterizzati da un coefficiente termico lineare piuttosto elevato.
  • espansione;
  • permeabilità al vapore e ai gas (capacità di assorbire il vapore acqueo dall'ambiente e l'evaporazione riducendo l'umidità relativa);
  • sensibilità al danno meccanico (graffi);
  • suscettibilità alle radiazioni termiche.

Dal punto di vista dell'ecologia il vetro organico è assolutamente sicuro.

I prodotti in vetro acrilico sono suddivisi in due gruppi principali a seconda del metodo di produzione: fusione ed estrusione. Il modo in cui viene prodotto il prodotto influenza in modo significativo il comportamento del materiale durante il funzionamento.

In questo caso, poiché i moduli utilizzati sono fissati insieme con lastre di vetro della dimensione richiesta. Il PMMA viene versato tra le piastre e polimerizzato durante il processo di polimerizzazione. A causa del fatto che la superficie del vetro è liscia e priva di pori, così come a causa delle differenze nei coefficienti di dilatazione termica lineare dei due materiali, la lastra in PMMA finita viene facilmente separata e lo stampo in vetro può essere riutilizzato. I prodotti con cavità possono essere ottenuti per colata centrifuga. In questo caso, il PMMA liquido viene versato nei tubi rotanti, distribuito utilizzando la forza centrifuga lungo le pareti e le cure sulla superficie dello stampo.

Poiché il processo di cui sopra è molto laborioso e richiede tempo, è stato proposto un processo di estrusione continua, che è un'alternativa economicamente vantaggiosa. Il polimero in uno stato granulare viene caricato in un estrusore, dove viene riscaldato in uno stato viscoso-liquido e quindi estruso attraverso una matrice di estrusione. Lo spessore finale del prodotto finito dipende dalla dimensione del vuoto in esso. Questo metodo produce profili, tubi e fogli "infiniti" (sia compatti che multi-partizione).

I prodotti prodotti in vari modi differiscono nelle proprietà meccaniche, nella stabilità dimensionale con differenze di temperatura, nella resistenza alle fessurazioni dovute alle sollecitazioni interne e anche nella qualità della superficie. La superficie del vetro acrilico estruso può differire dalla fusione a causa di violazioni dell'estrusione. Quindi, il vetro organico fuso ha una qualità superiore. Per questo motivo, tutti i dispositivi sanitari secondo lo standard CEN sono realizzati in materiale fuso.

Come già menzionato sopra, i prodotti realizzati in vetro acrilico possono essere realizzati in due modi, che vengono selezionati in base al prodotto finale desiderato. Fogli compatti di PMMA sono prodotti sia per fusione che per estrusione. Mentre il vetro acrilico estruso ha uno spessore limitato (minimo 2 mm, massimo 20 mm), il materiale colato può essere prodotto con uno spessore ridotto (1 mm) e abbastanza massiccio. Il materiale estruso è disponibile in 2 m di larghezza e 3 m di lunghezza, mentre nei cataloghi dei produttori è possibile trovare diversi formati standard di vetro acrilico colato.

I tubi in PMMA sono disponibili sia in versione estrusa che colata (centrifuga). Il diametro esterno minimo dei tubi estrusi è di 5 mm con uno spessore della parete di 1 mm, mentre i tubi in fusione sono realizzati con un diametro di soli 25 mm con uno spessore della parete di 2 mm.

Policarbonato o plexiglass?

Qualunque sia la persona che crea, è sempre alla ricerca di opzioni più redditizie, confrontando tra loro molte delle più redditizie e più adatte. Quindi, se decidi di costruire un pergolato sul tuo sito o hai bisogno di costruire qualcos'altro usando i materiali sopra citati, dovrai affrontare senza dubbio la questione della scelta del policarbonato o del plexiglass. Naturalmente, puoi scegliere dalla lista e da altri materiali, ma questi sono i più appropriati, sono preferiti da professionisti esperti.

Confronto delle caratteristiche del policarbonato e del plexiglass

Considera i vantaggi di questi due materiali sotto forma di tabella, che viene fornita di seguito.

Plexiglas o policarbonato monolitico che è meglio

Nella scelta del materiale per strutture permeabili alla luce (gazebo, serre, tetti, ecc.), La maggior parte degli acquirenti si trova di fronte alla scelta tra plexiglas (altri nomi sono plexiglass, acrilico) e policarbonato monolitico. A prima vista, hanno proprietà, caratteristiche e procedure di installazione simili. Ma sono intercambiabili nella pratica?

Caratteristiche del plexiglass

Acryl è un materiale aperto abbastanza lungo ampiamente utilizzato in vari campi. Ha un alto coefficiente di trasmissione della luce (fino al 92%, dipende dal colore del foglio), un vetro più leggero quasi 3 volte e 5 volte meglio di quanto resista ai carichi d'urto. Inoltre, il plexiglass può ricevere la forma desiderata utilizzando il riscaldamento controllato. In questo caso, l'acrilico non viene distrutto dalle radiazioni ultraviolette, facendolo passare attraverso se stesso. Tra i suoi difetti si può notare un'alta probabilità di tensioni residue nel foglio, che porta alla rottura durante la piegatura a freddo. Inoltre, il materiale appartiene alla categoria di infiammabili e ustioni a una temperatura di +260 ° C. Anche la gamma di temperature di funzionamento è ridotta e va da -30 a +150 ° C. Gli oggetti duri lasciano facilmente graffi sulla superficie.

Caratteristiche in policarbonato

Il policarbonato monolitico in lastre è molto più resistente del plexiglass ed è 200 volte più resistente del normale vetro al silicato. Resistente alle sollecitazioni e alle sollecitazioni meccaniche, è estremamente difficile lasciare graffi anche con oggetti metallici. Si piega bene senza riscaldamento aggiuntivo (il raggio di curvatura è individuale per fogli di diverso spessore) senza violare l'integrità. L'indicatore della trasmissione della luce è all'incirca uguale a quello dell'acrilico (fino al 92%). Il policarbonato monolitico ha la migliore stabilità termica pur mantenendo tutte le proprietà se riscaldato a 180 ° C (il plexiglas si deforma a 150 ° C).

Nel complesso delle proprietà, il policarbonato supera significativamente il plexiglass e il suo unico svantaggio è il suo costo più elevato. Ma può durare molto più a lungo rispetto all'acrilico, quindi quando si assemblano oggetti che verranno utilizzati per molti anni, è meglio dare la preferenza al policarbonato monolitico.

Qual è la differenza dal policarbonato monolitico in plexiglas?

A poco a poco, per sostituire i soliti rivestimenti per coperture e facciate, come il piano di calpestio, l'acciaio e l'ardesia, i materiali vengono creati sulla base delle ultime scoperte e tecnologie scientifiche. La moda e la praticità dettano le loro condizioni.

Tetti trasparenti, tende da sole e facciate si trovano sempre più non solo nella progettazione di edifici amministrativi, ma anche nell'edilizia privata. Per molto tempo, il vetro organico (plexiglas) occupava le posizioni di punta nella creazione di superfici trasparenti.

I risultati della chimica organica hanno permesso di creare un foglio di materiale trasparente che giustamente rivendica la leadership in questo ramo dell'architettura. Questo è il policarbonato, una plastica polimerica creata dalla sintesi dell'acido carbonico.

La questione di cosa è meglio: il plexiglass o il policarbonato, oggi è rilevante, non solo per le imprese di costruzione, ma anche per i proprietari di case private e aziende agricole. Per prendere una decisione opportuna, è necessario soffermarsi sulle principali caratteristiche di questi materiali da costruzione.

Vetro organico

Il plexiglas (o acrilico) è un prodotto di chimica organica derivata da una resina termoplastica costituita da ossigeno, carbonio e idrogeno. Come testimonia questo indicatore, il plexiglas è una sostanza ecologica e assolutamente sicura per la salute umana.

È prodotto per fusione o estrusione. Per rispondere alla domanda: quale è meglio il policarbonato o il plexiglass, è necessario considerare le proprietà e le caratteristiche di queste plastiche polimeriche.

Proprietà del plexiglass

Acryl ha proprietà e caratteristiche simili al vetro ai silicati e al policarbonato.

Quindi, tali qualità sono inerenti ad esso:

  • buona trasmissione della luce (fino al 92%);
  • sicurezza ambientale;
  • piccolo peso specifico (1,2 g / cm³);
  • bassa conduttività termica;
  • resistenza all'urto (10 volte di più del vetro);
  • resistenza al vento e alla pioggia;
  • facilità di elaborazione.

L'industria produce plexiglas sotto forma di fogli di dimensioni 205 × 305 cm e spessori da 2 mm a 20 mm. È possibile realizzare lastre con uno spessore massimo di 40 cm con una superficie fino a 500 m².

Insieme a evidenti proprietà positive, il plexiglass presenta alcuni svantaggi.

Questi includono:

  • la superficie della plastica è morbida, facile da graffiare;
  • l'acrilico è piuttosto fragile e non può servire da barriera contro i colpi;
  • intervallo di temperatura di lavoro ridotto (da - 30º С a + 90º С);
  • combustibilità (temperatura di accensione + 250 ° C).

Va notato che a temperature superiori a + 100 ° C, la plastica diventa morbida e può assumere qualsiasi forma. Dopo il raffreddamento, il materiale mantiene una nuova forma. Questa sua proprietà può essere considerata in due modi. Da un lato, questo è un indicatore di instabilità, dall'altro, la capacità di dare ai pannelli la forma desiderata con un'esposizione al calore minima.

ambito di applicazione

Il plexiglass è stato inventato molto tempo fa, negli anni '30 del secolo scorso. Per una lunga durata, è stato utilizzato in vari settori.

Quindi, il plexiglass viene utilizzato in tali settori per la fabbricazione dei seguenti articoli e strutture:

  1. Commerciale. Vetrine in negozi e musei. Souvenir.
  2. Settore pubblicitario Copertine per cartelloni pubblicitari.
  3. Medicina. Lenti per occhiali. Lenti a contatto, lenti artificiali per gli occhi.
  4. Affari acquario Acquari di tutte le dimensioni, sia per uso domestico che per acquari.
  5. Attività d'ufficio Segni per varie istituzioni, partizioni, scudi.
  6. Costruzione. Finestre vetrate nelle case, creando tetti trasparenti, archi e cupole.
  7. Trasporti. Vetrate e oblò in auto, treni e navi.
  8. Plumbing. I bagni sono fatti di acrilico.
  9. Costruzione navale. Creato da scafi e imbarcazioni in acrilico, è leggero e resistente.

Per le opzioni di produzione, il vetro organico può essere trasparente, colorato e satinato. La sua superficie può essere liscia o scanalata.

Policarbonato monolitico

Relativamente nuovo materiale nel mercato delle costruzioni, il policarbonato, per un breve periodo di funzionamento, è riuscito ad acquisire una vasta popolarità in edilizia e architettura.

Nota: ad oggi, questa plastica polimerica è la più resistente di tutti i materiali trasparenti noti.

I costruttori, facendo una scelta a favore del plexiglass o del policarbonato monolitico, sono sempre più inclini a quest'ultimo. Ci sono ragioni oggettive per questo. Il campo di applicazione di questo polimero monolitico copre quasi tutti gli aspetti dell'attività umana.

ambito di applicazione

Policarbonato monolitico, utilizzato in molte industrie.

Lo scopo della sua applicazione copre le seguenti aree di attività:

  1. Industria militare Fare mirini, periscopi, binocoli, protezione per gli occhi.
  2. Medicina. Navi mediche che non reagiscono con i farmaci e non combattono in autunno.
  3. Affari pubblicitari. La copertura anti-vandalismo per i prodotti pubblicitari è un'eccellente protezione dagli effetti della natura e del fattore umano.
  4. Edilizia e architettura. I fogli monolitici vengono utilizzati attivamente per creare superfici trasparenti, sia per finestre che per intere pareti e tetti. Utilizzando spesse materie prime, è possibile realizzare partizioni a prova di proiettile, gradini e recinzioni per scale.
  5. Industria dei trasporti I fogli durevoli sono utilizzati per produrre vetri per parabrezza durevoli su navi, automobili, aeroplani e locomotive. Le luci dotate di diffusori in policarbonato sono quasi impossibili da rompere.
  6. Industria alimentare L'articolo realizzato con questo materiale si distingue per l'alta durabilità, la bassa conduttività termica e le elevate qualità estetiche.
  7. Alta tecnologia I dischi rigidi nei personal computer sono realizzati esclusivamente in policarbonato.
  8. Agricoltura. L'uso di plastica monolitica come copertura del tetto può risparmiare significativamente sull'illuminazione di varie strutture agricole.

I produttori producono questo materiale sotto forma di fogli, della dimensione di 205 × 305 cm. Lo spessore dei fogli varia da 1 mm a 12 mm. I prodotti con spessore fino a 50 mm e dimensioni fino a 205 × 600 cm possono essere realizzati su ordinazione.

Proprietà in policarbonato

La principale differenza tra il policarbonato e il plexiglass è la sua forza fantastica. Questa cifra è molto più alta di quella del vetro (200 volte) e dell'acrilico (60 volte). Il policarbonato, oltre alla forza, ha una serie di proprietà speciali che lo distinguono dai suoi analoghi.

Queste proprietà includono:

  1. Resistente alla superficie di sollecitazione meccanica. È molto difficile graffiarlo con un oggetto appuntito.
  2. Struttura viscosa Questa proprietà è molto apprezzata durante la conduzione di vetri. Nel caso di un impatto estremamente forte, superiore alla resistenza massima del rivestimento, le fessure di plastica. Non forma frammenti taglienti e pericolosi.
  3. Flessibilità. Fogli di policarbonato monolitico si piegano bene, anche a freddo. Questo ti permette di creare da loro una varietà di strutture curvilinee.
  4. Resistenza chimica La plastica non reagisce affatto alle precipitazioni e alla maggior parte delle sostanze chimicamente attive. Non brucia e non emette sostanze nocive nell'atmosfera.
  5. Ampio intervallo di temperature di esercizio. I prodotti polimerici possono essere utilizzati in qualsiasi zona climatica, anche la più severa. Non perdono le loro proprietà, come nel forte calore e a temperature estremamente basse.
  6. Trasparenza. Le lastre polimeriche, a seconda dello spessore, trasmettono dall'82% al 92% della luce naturale, quasi come l'acrilico.

Queste proprietà mostrano chiaramente la differenza tra policarbonato e plexiglas.

Gli svantaggi del policarbonato includono il suo costo piuttosto alto e l'alto coefficiente di espansione termica.

Confronto totale

Riassumendo, possiamo sicuramente dire che il policarbonato è significativamente superiore al vetro acrilico in molti indicatori tecnici. La scelta a favore del plexiglass o del policarbonato monolitico dipende dall'obiettivo finale della costruzione.

Dove è necessario aumentare la resistenza e l'affidabilità, è meglio usare fogli di policarbonato. Questi prodotti resistono con successo, non solo ai fenomeni naturali, ma anche agli effetti dei bulli.

In luoghi tranquilli, come musei, negozi e locali di varie istituzioni, ci saranno abbastanza prodotti acrilici.

La fattibilità, dovuta al compito svolto e al rapporto qualità-prezzo, è il criterio principale a favore della scelta del materiale per la vetratura in plexiglass o policarbonato.

Biblioteca di articoli

plexiglas

Policarbonato e plexiglass: i materiali trasparenti in fogli apparentemente praticamente non differiscono l'uno dall'altro, ma è possibile solo distinguerlo per analisi chimica.

In quali casi è meglio usare il plexiglass e in quale policarbonato monolitico?

Plexiglas organico, chiamato anche acrilico o PMMA

Policarbonato monolitico

È realizzato in 2 modi: fusione ed estrusione. Prima di tutto, il plexiglas viene utilizzato per lavori interni, poiché la temperatura scende al di fuori della stanza e porta a screpolature di plexiglas. Il plexiglas viene utilizzato per la produzione di prodotti trasparenti durante la lavorazione con un laser, mentre il taglio laser produce un bordo perfettamente lucido che sembra molto bello sui prodotti.

Il plexiglass e il policarbonato monolitico hanno il 90% di trasmissione della luce e l'uno e l'altro materiale hanno una trasmissione luminosa superiore a quella del vetro.

Il policarbonato monolitico è più forte nelle sue proprietà rispetto al plexiglass, a volte a causa della necessità di avere proprietà resistenti agli urti all'interno, viene utilizzato il policarbonato monolitico.

Il plexiglas è ben lavorato, il plexiglas è più spesso usato per incollare e modellare parti.

Allo stato attuale, il costo del plexiglass e del policarbonato monolitico è quasi lo stesso, quindi è logico scegliere le proprietà necessarie del materiale. Riguardo all'abrasione (graffio): sia il plexiglass che il policarbonato monolitico sono graffiati allo stesso modo, tranne quando il materiale ha uno speciale rivestimento che viene prodotto durante la produzione.

Il plexiglas è chimicamente neutro all'acqua e viene usato più spesso quando viene a contatto con l'acqua, ad esempio negli acquari. Il plexiglas è un materiale combustibile, sebbene non emetta sostanze tossiche.

Il fattore di combustibilità dovrebbe essere preso in considerazione quando si progettano strutture pubbliche, dove è ancora meglio utilizzare policarbonato monolitico, e talvolta policarbonato monolitico di classe FR (non combustibile). Il policarbonato monolitico può essere definito un "sogno da pompiere": si accende male e diffonde a malincuore la fiamma.

La resistenza all'urto del policarbonato monolitico è 250 volte superiore a quella del plexiglass.

E così: policarbonato o plexiglass? Per fare una scelta è necessario rispondere alle domande:

  • a cosa serve il materiale?
  • Quali sono le condizioni operative?

Dopo aver risposto a queste domande, la risposta sarà ovvia.

Come scegliere tra policarbonato e vetro organico?

Più recentemente, i materiali di copertura più popolari erano piastrelle, ardesia, lamiera, per non parlare della paglia tradizionale in alcuni paesi. Con lo sviluppo della tecnologia, tutto è cambiato. Vediamo tetti e vetri trasparenti, che è molto difficile da rompere.

Scegliendo il vetro organico si dovrebbe notare che è altamente suscettibile alle sollecitazioni meccaniche e che a basse temperature diventa fragile.

Quali sono questi materiali e come scegliere esattamente ciò che è necessario? Policarbonato e plexiglass, e questo è ciò che chiamano queste lastre trasparenti, traslucide, opache e colorate, sono proprio il materiale molto moderno utilizzato non solo nelle opere di copertura, ma molto diverse. Proviamo a capire i pro ei contro del plexiglass e del policarbonato, perché per molte persone che non conoscono la complessità della produzione e dell'uso di questi materiali, l'importante questione è cosa scegliere? Policarbonato o vetro?

Vetro organico

Tabella delle proprietà meccaniche del plexiglass.

Il plexiglas ha un certo numero di nomi e, nonostante una tale varietà di nomi, tutti riflettono l'essenza di ciò di cui è fatto questo materiale.

Ma va tenuto presente che il plexiglas o la plastica trasparente termoplastica non ha nulla a che fare con il vero vetro fatto di quarzo schiacciato.

I fogli di plexiglas sono prodotti da resine termoplastiche in due modi: stampaggio ad iniezione ed estrusione.

Va notato che il plexiglass ottenuto con il secondo metodo differisce in un certo numero di caratteristiche: è meno resistente agli urti, con minore resistenza chimica, maggiore sensibilità alla concentrazione di stress, durante la termoformatura richiede intervalli di temperatura inferiori rispetto alla fusione, ha una percentuale maggiore di restringimento dovuta al riscaldamento, ecc.

Perché il vetro organico è così meraviglioso?

Il plexiglass è apprezzato principalmente per la sua capacità di trasmissione della luce, che è superiore al 90%, per i vetri falsi - questo è molto.

Tabella delle proprietà meccaniche del policarbonato.

È facile Ma, nonostante la fragilità in relazione ad altri materiali artificiali, questo vetro è abbastanza resistente agli urti, almeno 10 volte più forte del normale vetro. Grazie alla sua composizione e alla tecnologia di produzione, il plexiglas non è praticamente influenzato dall'effetto negativo dell'umidità, in conseguenza del quale in esso non possono svilupparsi vari batteri patogeni e microrganismi.

L'alto livello di plasticità è notevole, poiché il plexiglass è facilmente termoformabile. Questo materiale può essere utilizzato nell'ambiente esterno, poiché è resistente al gelo, semplice nella lavorazione meccanica. Ad esempio, è possibile utilizzare metodi di lavorazione come la foratura, la fresatura, il taglio, la lucidatura, compresi i tagli, l'incollaggio, la pulizia e altri metodi di lavorazione e cura. Il prezzo può essere considerato un grande vantaggio: è più volte inferiore al costo del policarbonato e materiali simili.

Uno dei principali inconvenienti del plexiglass è che si accende facilmente e brucia facilmente (la temperatura di accensione è di almeno 260 ° C), ma può essere attribuito ai lati neutri della revisione, poiché è un prodotto ecologico che non emette sostanze tossiche durante la combustione.

Questo materiale è fragile e morbido: è facile lasciare graffi su plexiglass, quindi la superficie è trattata con un composto speciale per una maggiore rigidità. Il plexiglas non è resistente ad alcuni composti chimici, quindi non dovresti usare prodotti per la cura a base alcolica o liquidi contenenti alcool, l'acetone e le soluzioni che lo contengono sono dannosi.

Applicazioni in plexiglas

Tabella del peso specifico del policarbonato.

Industria, medicina, soluzioni e trucchi di design, uso domestico, utilizzo in vari tipi di pubblicità esterna e interna - non una lista completa.

Ad esempio, a scapito di una relazione chimicamente neutra con l'acqua e di una maggiore resistenza, il plexiglass è adatto per realizzare una varietà di acquari.

È anche riconosciuto nei musei, dal momento che il plexiglass è un materiale eccellente per la protezione di dipinti e oggetti vari. Grazie alla trasmissione della luce e alla resistenza alle manifestazioni atmosferiche avverse, il plexiglass è uno dei materiali preferiti dagli sviluppatori e dai produttori di pubblicità. Inoltre è utilizzato in vetri, esterni e interni, privati ​​e industriali.

Grazie alla capacità di vagare, l'immaginazione progettuale viene spesso utilizzata nella progettazione di varie mostre e spettacoli vari. L'uso del vetro organico, in generale, è limitato esclusivamente all'immaginazione umana.

  • forza (più forte del vetro per 8-10 volte);
  • la più alta capacità di trasmissione della luce;
  • abbastanza basso costo;
  • facile da gestire;
  • buone qualità di isolamento termico;
  • buona resistenza agli agenti atmosferici.
  • materiale fragile, "morbido", instabile a urti e graffi;
  • brucia facilmente, anche se non emette sostanze tossiche.

Policarbonato: monolitico e cellulare

Tabella di policarbonato a trasmissione leggera.

Ora non c'è più materiale conosciuto usato ovunque per coperture, vetrate, serre e serre, delimitando lo spazio di lavoro negli uffici e nei locali industriali. Molti si chiedono cosa sia meglio scegliere: policarbonato o plexiglass? Iniziamo con gli svantaggi del policarbonato e il più fondamentale è il prezzo. Ma! Tutte le altre qualità positive superano quella.

Partiamo dal fatto che il policarbonato, in particolare monolitico, a differenza del plexiglas, è un materiale anti-vandalo. A causa della composizione chimica, è ben tollerato da urti, cadute, tentativi di graffiare. A causa dell'elevata resistenza agli urti (più di 250 volte il vetro al quarzo), il policarbonato può essere definito un "sogno da pompiere": si accende a fondo, brucia molto con riluttanza e anche meno volentieri diffonde la fiamma.

Il policarbonato cellulare grazie alla struttura porosa - il materiale è molto resistente, ma leggero, quando usato come tetto o materiale di copertura (serre, serre) può sopportare carichi significativi, ad esempio quando una grande quantità di precipitazioni cade in inverno.

  • alta capacità di trasmissione della luce;
  • piccolo peso;
  • alta capacità isolante;
  • alta resistenza alle condizioni atmosferiche;
  • sicurezza antincendio;
  • massima resistenza all'impatto e altro ancora et al.

Quindi, la scelta: policarbonato o plexiglass?

Quindi, in policarbonato o plexiglass, come scegliere? La risposta è piuttosto banale e semplice, è contenuta nelle risposte alle domande: a cosa serve il materiale? Quali sono le condizioni operative? Se hai bisogno di pubblicità che pianifichi di collocare in luoghi pubblici, ma poco controllato, è meglio scegliere un policarbonato monolitico.

E per le serre e le serre il policarbonato cellulare o il vetro organico è perfetto, qui la scelta non è nel materiale stesso, ma nel costo. La convenienza è il criterio principale che dovrebbe guidare la scelta tra policarbonato e plexiglass.

Cabin-Company "Barche e yacht"

Acrilico contro policarbonato

r0b0k0t 11 febbraio 2018

Le banchine sono esigenze diverse. I moli sono diversi - importante!

ps: Ma c'è qualcosa di simile all'acrilico (documentazione come nell'argomento sulla vetroresina - A.D.)?


Il post è stato modificatoDanev: 11 febbraio 2018 - 16:25

bell'uomo 11 feb 2018

Le banchine sono esigenze diverse. I moli sono diversi - importante!

ps: Ma sull'acrilico piace lì?

Perché hai bisogno di acrilico? Non penso che questo materiale sia molto adatto per la produzione indipendente di casi.

r0b0k0t 11 febbraio 2018

Perché hai bisogno di acrilico? Non penso che questo materiale sia molto adatto per la produzione indipendente di casi.

Questo non è per custodie. Questo è un vetro.

bell'uomo 11 feb 2018

Questo non è per custodie. Questo è un vetro.

Policarbonato a tutta lunghezza in vendita. E quando lo elabora non pungola come un bicchiere org ed è più forte. La cosa principale è non surriscaldarsi.

r0b0k0t 11 febbraio 2018

Policarbonato a tutta lunghezza in vendita. E quando lo elabora non pungola come un bicchiere org ed è più forte. La cosa principale è non surriscaldarsi.

Lo so E questo non lo è cast acrilico - troppo.

bell'uomo 11 feb 2018

Perché dovresti creare problemi inutili?

BAR 11 feb 2018

Le banchine sono esigenze diverse. I moli sono diversi - importante!

ps: Ma sull'acrilico piace lì?

Perché hai bisogno di acrilico?

Policarbonato a tutta lunghezza in vendita.

Perché dovresti creare problemi inutili?

Mi sono ricordato una barzelletta sui forum in diversi paesi. E a proposito del forum russo ti verrà risposto con una domanda diretta che sei un pazzo, non hai bisogno di questo, e butti fuori un mucchio di informazioni completamente vuote e irrilevanti.

bell'uomo 11 feb 2018

Mi sono ricordato una barzelletta sui forum in diversi paesi. E a proposito del forum russo ti verrà risposto con una domanda diretta che sei un pazzo, non hai bisogno di questo, e butti fuori un mucchio di informazioni completamente vuote e irrilevanti.

Qui le persone passano per lo più con interessi puramente utilitaristici (pratici) al materiale pubblicato. Mi dici davvero perché ti serve questo acrilico? solo pontovatsya?

BAR 11 feb 2018

Qui le persone passano per lo più con interessi puramente utilitaristici (pratici) al materiale pubblicato. Mi dici davvero perché ti serve questo acrilico?

Avendo informazioni tecniche su acrilico, puoi decidere se ne hai bisogno o no. E il migliore o peggiore dello stesso policarbonato per scopi utilitaristici specifici.

bell'uomo 11 feb 2018

Avendo informazioni tecniche su acrilico, puoi decidere se ne hai bisogno o no. E il migliore o peggiore dello stesso policarbonato per scopi utilitaristici specifici.

Ti sarei molto grato se fornissi un esempio dell'uso dell'acrilico da parte dei membri del forum per vari scopi.

r0b0k0t 11 febbraio 2018

Non volevo, ma risponderò.

Ci sono diversi oblò sulla mia barca. La barca va sull'Oceano Pacifico, sul Mare di Okhotsk, sul Mar del Giappone. Non più corto nel fiume.

L'interesse per l'acrilico non è inutile, dal momento che gli oblò nativi sono stati fatti nel 1983, plexiglass spesso 23 mm. Alla fine divenne giallo, incrinato in una rete sottile e alla fine apparvero delle crepe. Nel 2003, l'ho cambiato con uno nuovo, 20 mm, e ho fatto immediatamente la curvatura sul corpo della cabina. Gli occhiali si sono appiattiti.

Nello stesso anno è andato alle isole Curili, con la scienza. Quasi subito dovetti tornare indietro, perché sulle spaccature di Cape Krilion (a sud di Sakhalin) catturarono un muro di 5 metri dall'acqua. Occhiali della scheda destra - nella spazzatura. Cercarono di contare quanti ne caddero sul ponte: ne uscirono circa 4 tonnellate.

I cittadini di Vladivostok mi hanno portato un foglio di acrilico colato, 12 mm. Ho concordato con il laboratorio di Yuzhno-Sakhalinsk, mi hanno fatto due campioni. Policarbonato (20mm) e acrilico colato (12mm). Così qui, sulla resistenza all'urto di acrilico, realizzato in policarbonato 2 volte un centesimo.

Traccia le tue conclusioni.

Ed.: Modifica errori


Il post è stato modificato su r0b0k0t: 11 febbraio 2018 - 16:13

BAR 11 feb 2018

Ti sarei molto grato se fornissi un esempio dell'uso dell'acrilico da parte dei membri del forum per vari scopi.

L'uomo ha chiesto della documentazione per l'acrilico.

E se sei interessato a chi sta facendo ciò che ne è fuori - cerca te stesso.

bell'uomo 11 feb 2018

Non volevo, ma risponderò.

Ci sono diversi oblò sulla mia barca. La barca va sull'Oceano Pacifico, sul Mare di Okhotsk, sul Mar del Giappone. Non più corto nel fiume.

L'interesse per l'acrilico non è inutile, dal momento che gli oblò nativi sono stati fatti nel 1983, plexiglass spesso 23 mm. Alla fine divenne giallo, incrinato in una rete sottile e alla fine apparvero delle crepe. Nel 2003, l'ho cambiato con uno nuovo, 20 mm, e ho fatto immediatamente la curvatura sul corpo della cabina. Gli occhiali si sono appiattiti.

Nello stesso anno è andato alle isole Curili, con la scienza. Quasi subito dovetti tornare indietro, perché sulle spaccature di Cape Krilion (a sud di Sakhalin) catturarono un muro di 5 metri dall'acqua. Occhiali della scheda destra - nella spazzatura. Cercarono di contare quanti ne caddero sul ponte: ne uscirono circa 4 tonnellate.

I cittadini di Vladivostok mi hanno portato un foglio di acrilico colato, 12 mm. Ho concordato con il laboratorio di Yuzhno-Sakhalinsk, mi hanno fatto due campioni. Policarbonato (20mm) e acrilico colato (12mm). Così qui, sulla resistenza all'urto di acrilico, realizzato in policarbonato 2 volte un centesimo.

Traccia le tue conclusioni.

Ed.: Modifica errori

Meraviglioso! Un altro sarebbe confrontare la disponibilità, il prezzo e la facilità di elaborazione. Tuttavia, non capisco: perché hai bisogno di "fare il bagno" con queste cose con le tue capacità finanziarie. Non "reale questa cosa. Booth!"

bell'uomo 11 feb 2018

Non volevo, ma risponderò.

Ci sono diversi oblò sulla mia barca. La barca va sull'Oceano Pacifico, sul Mare di Okhotsk, sul Mar del Giappone. Non più corto nel fiume.

L'interesse per l'acrilico non è inutile, dal momento che gli oblò nativi sono stati fatti nel 1983, plexiglass spesso 23 mm. Alla fine divenne giallo, incrinato in una rete sottile e alla fine apparvero delle crepe. Nel 2003, l'ho cambiato con uno nuovo, 20 mm, e ho fatto immediatamente la curvatura sul corpo della cabina. Gli occhiali si sono appiattiti.

Nello stesso anno è andato alle isole Curili, con la scienza. Quasi subito dovetti tornare indietro, perché sulle spaccature di Cape Krilion (a sud di Sakhalin) catturarono un muro di 5 metri dall'acqua. Occhiali della scheda destra - nella spazzatura. Cercarono di contare quanti ne caddero sul ponte: ne uscirono circa 4 tonnellate.

I cittadini di Vladivostok mi hanno portato un foglio di acrilico colato, 12 mm. Ho concordato con il laboratorio di Yuzhno-Sakhalinsk, mi hanno fatto due campioni. Policarbonato (20mm) e acrilico colato (12mm). Così qui, sulla resistenza all'urto di acrilico, realizzato in policarbonato 2 volte un centesimo.

Traccia le tue conclusioni.

Ed.: Modifica errori

E sì, l'acrilico è in plexiglass. e non è più resistente in policarbonato. In elaborazione fragile.

r0b0k0t 11 febbraio 2018

Zar o no - io giudico. Mi interessava la tecnologia acrilica colata.

bell'uomo 11 feb 2018

Zar o no - io giudico. Mi interessava la tecnologia acrilica colata.

Sì, chiaro pepe: l'ospite è il padrone!

BAR 11 feb 2018

Ho concordato con il laboratorio di Yuzhno-Sakhalinsk, mi hanno fatto due campioni. Policarbonato (20mm) e acrilico colato (12mm). Così qui, sulla resistenza all'urto di acrilico, realizzato in policarbonato 2 volte un centesimo.

l'acrilico è in plexiglass. e non è più resistente in policarbonato.

Quale affermazione è più convincente?

r0b0k0t 11 febbraio 2018

Quale affermazione è più convincente?

Doc, è inutile. Al momento, saranno necessarie prove.

S_smirnov 11 febbraio 2018

I cittadini di Vladivostok mi hanno portato un foglio di acrilico colato, 12 mm. Ho concordato con il laboratorio di Yuzhno-Sakhalinsk, mi hanno fatto due campioni. Policarbonato (20mm) e acrilico colato (12mm). Così qui, sulla resistenza all'urto di acrilico, realizzato in policarbonato 2 volte un centesimo.

Traccia le tue conclusioni.

Ed.: Modifica errori

Per vedere la metodologia di test, allora sarà possibile trarre conclusioni.

Alexander M, 11 febbraio 2018

Questo non è per custodie. Questo è un vetro.

Non dimenticare la significativa dilatazione termica dell'acrilico e del policarbonato.

Quando i vetri hanno bisogno di elementi di fissaggio "a piedi".

flying15 11 febbraio 2018

ACRILICO VS. POLICARBONATO: UN CONFRONTO QUANTITATIVO E QUALITATIVO

Immagini allegate

Robinson Crusoe, 11 febbraio 2018

Trascinato da un forum, c'è anche la forza discussa. Una persona che si presenta in relazione a questi materiali sulle specifiche del lavoro dice:

quello che viene chiamato "policarbonato monolitico", questo è davvero molto resistente. Il policarbonato monolitico è 10 volte più plexiglass o "acrilico" nella resistenza all'urto.


Il post è stato pubblicato da Robinson Crusoe: 11 febbraio 2018 - 23:45

r0b0k0t 12 febbraio 2018

Per vedere la metodologia di test, allora sarà possibile trarre conclusioni.

Se sapessi che ci sono un sacco di tecniche e di tecniche diverse, naturalmente vorrei chiedere e risparmiare per il futuro. Sono passati quasi 15 anni. Il laboratorio universitario di scienza dei materiali è ancora vivo, cercherò di imparare qualcosa da loro. Ma non è veloce.

r0b0k0t 12 febbraio 2018

Non dimenticare la significativa dilatazione termica dell'acrilico e del policarbonato.

Quando i vetri hanno bisogno di elementi di fissaggio "a piedi".

Ora vetro sciolto, fissaggio sul sigillante. Il vetro originale era attaccato con un mucchio di bulloni e dadi.

r0b0k0t 12 febbraio 2018

Mi hai completamente confuso. Per ora, ora ho bisogno di capire di cosa si tratta - cast acrilico, nella comprensione dei nostri potenziali amici occidentali. Bene, quelli che i bellissimi boccaporti di coperta su 0.8m 2 fanno. Il vetro è lo stesso cast acrilico, 12mm.